LAUREA
Letteratura cinese III
a.a.: 2017/2018 - anno di corso: 3
Settore L-OR/21 - CFU 12 - Semestre II - Codice 1048002
Note insegnamento:
Dispense: Sono presenti 4 dispense associate all'insegnamento. Visualizza
Cdl associati Visualizza
Programma

Le forme del discorso filosofico nella Cina antica: le “annotazioni di conversazioni” yulu 語錄

 

Questo modulo si propone di analizzare un particolare genere letterario che, a partire dall’epoca Song, attingendo ad una tradizione sviluppatasi in seno al Buddismo Chan, documenta le conversazioni intercorse tra maestro e discepoli, in diversi ambiti filosofici, compreso il Confucianesimo. 

Il modulo si incentra sullo studio di una selezione di brani tratti dal  Zhuzi yulu 朱子語錄, opera che dà conto, in modo vivace e dettagliato, del pensiero filosofico di Zhu Xi, attraverso, appunto, la registrazione delle sue conversazioni con i discepoli. 

Il modulo intende offrire agli studenti uno spazio di riflessione sulle seguenti questioni:

  1. Che rapporto intercorre tra la forma del discorso filosofico al tempo di Confucio e quella che nasce in epoca Song?
  2. Perché la dimensione aurale è così importante nella cultura cinese, ancorché la dimensione scritta rivesta indubbiamente un carattere privilegiato?
  3. In che modo, e su quali piani, è possibile attuare una comparazione tra le forme del discorso filosofico in Cina e nel mondo classico?      

Obiettivi formativi:  Analizzare la forma dialogica del discorso filosofico nella Cina antica non solo dal punto di vista teorico e comparativo ma anche, e soprattutto, dal punto di vista linguistico-grammaticale. In questo senso, il corso costituisce un’ opportunità per lo studente di consolidare la conoscenza della grammatica del cinese classico. 

Risultati di apprendimento:  1. Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente conosce la forma del discorso filosofico, ne comprende le caratteristiche linguistiche e culturali; 2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate: è in grado di applicare le conoscenze acquisite a contesti più ampi nell’ambito della letteratura e della filosofia cinese, anche in prospettiva comparata, attraverso l’analisi delle affinità tra la forma del discorso filosofico yulu e altre forme aurali di trasmissione del sapere presenti nella letteratura storica (Guoyu 國語) e nella critica del testo (shuhua 書話); 3. Autonomia di giudizio: è in grado di riferire opinioni e tesi ai singoli autori studiati, mettendoli a confronto ed evidenziandone i punti di contatto e le difformità; 4. Abilità comunicative: attraverso la modalità in flipped classroom (lezione invertita), sviluppa la capacità di dare conto pubblicamente di quanto appreso e di sottoporsi al confronto tra pari; 5. Capacità di apprendere: la studente motivato prosegue l’apprendimento in forma autonoma  sia applicando le conoscenze e competenze acquisite allo studio di discipline affini, sia nella preparazione dell’elaborato finale. 

 
Programma inglese

Forms of philosophical discourse in ancient China: the ‘annotations on conversations’ yulu 語錄

 

This course proposes to analise a particular literay genre originating, during the Song 

dinasty, from a tradition belonging to Chan Buddhism. This genre consists of records of conversations between masters and disciples occured within various philosophical schools, including Confucianism. 

The course focuses on excerpts from the Zhuzi yulu 朱子語錄, a collection of accounts of dialogues of the Song philosopher Zhuxi with his desciples. 

 

Obiettivi
Obiettivi formativi:  Analizzare la forma dialogica del discorso filosofico nella Cina antica non solo dal punto di vista teorico e comparativo ma anche, e soprattutto, dal punto di vista linguistico-grammaticale. In questo senso, il corso costituisce un’ opportunità per lo studente di consolidare la conoscenza della grammatica del cinese classico. 
Modalità esame
Scritto
Testi
W. Idema, L. Shaft, Letteratura cinese, Cafoscarina, pp. 68, 107 (3-108);

Wing-Tsit Chan, A Source Book in Chinese Philosophy, Princeton, PUP, 1973 (1a. 1963), selezione di brani;

J.B. Henderson, Scripture, Canon, and Commentary. A Comparison of Confucian and Western Exegesis, Princeton, PUP, 1991, selezione di brani; 

E. G. Pulleyblank, Outline of Classical Chinese Grammar, Vancouver, UBC Press, 1995, selezione di brevi brani. 

Testi in lingua cinese caricati settimanalmente sul campo Dispense
Note
Questo corso è impartito in co-docenza da Federica Casalin ed Elisabetta Corsi. Dopo aver frequentato il modulo della Prof.ssa Casalin per 9 CFU durante il I semestre e sino alla VI settimana (2-6 aprile 2018) del II semestre, gli iscritti al corso frequenteranno il modulo della Prof.ssa Corsi per i restanti 3 CFU, dalla VIII settimana (16-20 aprile) alla XIII settimana (21-25 maggio) del II semestre.

Si informano gli studenti e le studentesse che l'aula presso la quale si svolgerà il modulo della Prof.ssa Corsi potrà subire variazioni che verranno tempestivamente notificate. 
Orario Lezioni
Martedì 11.00 - 13.00 (Aula 101 - Ex Poste Scalo San Lorenzo(Piano Primo))
Giovedì 11.00 - 13.00 (Aula 101 - Ex Poste Scalo San Lorenzo(Piano Primo))
Inizio lezioni 10 Aprile 2018