LAUREA
Docente: Luca Ruzza
Scenografia virtuale
a.a.: 2015/2016 - anno di corso: 3
Settore L-ART/05 - CFU 12 - Semestre II - Codice 1042041
Note insegnamento: Integrato da 6 CFU
Cdl associati Visualizza
Programma
Le nuove tecnologie digitali stanno trasformando il panorama dello spettacolo: mutano le tecniche, i tempi, le immagini i suoni. Questo corso esplora il mondo delle arti digitali e proverà a svelarne i meccanismi tecnico-materiali di produzione attraversando la scena teatrale, cinematografica e video istallativa.
 
Parte dell’offerta corrisponderà ad esperienze laboratoriali per passare dalla teoria alla pratica della produzione artistica digitale.
 
L’obiettivo è quello di produrre una serie di istallazioni a tema utilizzando accessibili tecniche digitali di composizione.

_____________________________________

L’arte fuori di se, Paolo Rosa.
 
L'arte è fuori di sé perché sta vivendo una crisi d'identità senza precedenti, ingabbiata in un sistema autoreferenziale per addetti ai lavori, pilotato più da logiche di mercato e di immagine che da una sincera ispirazione, lontano dal vissuto e dalle sensibilità della gente. L'arte è fuori di sé perché sono esplosi tutti i codici e i confini. Il pubblico e gli stessi studiosi faticano a valutare che cosa sia arte e cosa non lo sia, e molti la confondono con la pubblicità, il design, la comunicazione, o con la mera replica di frammenti di realtà. Ma l'arte è fuori di sé soprattutto perché la rivoluzione digitale ha generato una trasformazione antropologica dei comportamenti e delle relazioni sociali, che incide profondamente sull'identità dell'arte e sul ruolo dell'artista. L'arte che esce da sé, in senso positivo, può svolgere una funzione simbolica e pratica di antidoto alle patologie dell'età post-tecnologica, spostando il baricentro dalla creazione individuale a quella collettiva, dall'opera compiuta al processo aperto, dalla centralità dell'artista "genio" allo spettatore, con una circuitazione totalmente diversa, gratuita e molto più partecipata degli eventi artistici
Programma inglese
  The new digital technologies are transforming the landscape of the show: changing the techniques, timing, images sounds. This course explores the world of digital arts and try to unravel the mechanisms of technical-material production through the theatrical stage, film and video istallation.
 
Part of the offer will correspond to laboratory experiences to move from theory to practice of digital art production.
Obiettivi
L’obiettivo è quello di produrre una serie di istallazioni a tema utilizzando accessibili tecniche digitali di composizione. Un progetto autorale per gli studenti iscritti al corso.
I prodotti verranno presentati in alcuni spazi urbani della città di Roma.
 
Verrà assegnato un tema da trattare per l’elaborazione dei progetti:
Testi
Donato Maniello e Luigi Console
Realtà Aumentata in spazi pubblici - tecniche base di video mapping
Tecniche base di video mapping
Edizioni: Le Penseur  

Luca Ruzza
Nicola Sabbatini, Pratica di Fabbricar scene e macchine né teatri
Edizioni: Nuova Cultura, Roma

Anna Maria Monteverdi
Nuovi media, nuovo teatro. Teorie e pratiche tra teatro e digitalità
Franco Angeli edizioni
CollanaMediaCultura

Datipp. 288,   1a ristampa 2012,       1a edizione  2011

in alternativa

Andrea Balzola, Paolo Rosa
L’arte fuori di se’
Edizioni: Feltrinelli
Note
n.d.
Orario Lezioni
Martedì 15.00 - 19.00 (Aula III - piano terreno Sede centrale)
Giovedì 15.00 - 19.00 (Aula II - piano terreno Sede centrale)
Inizio lezioni 8 Marzo 2016