Antonio Iacobini

Ordinario
L-ART/01 ( Storia dell'arte medievale )
Storia dell arte 15961 ( LM-89 )
Storia dell'arte e spettacolo
Dipartimento di Storia dell'Arte e Spettacolo - Sezione Storia dell'Arte, piano terra, stanza 15
Telefono 06 49913409
Visualizza programmi a.a. 2017-2018  a.a. 2016-2017
Ricevimento

Dipartimento di Storia dell'Arte e Spettacolo - Sezione Storia dell'Arte, piano terra, stanza 19
I semestre: martedì ore 17-18; mercoledì 17-18; giovedì ore 13-14.
II semestre: martedì ore 13-14; giovedì ore 17-18.

AVVISO
Sab 23 Gen 2016 Mar 31 Lug 2018

Sotto la voce DISPENSE è pubblicato l'elenco degli studenti Frequentanti delle lezioni di LT dell'a.a. 2016-2017

Italiano

Antonio Iacobini si è laureato (1981) e specializzato (1984) presso l'Università di Roma "La Sapienza". Nel 1982 ha ottenuto una borsa di studio del Ministero degli Affari Esteri italiano per condurre ricerche sull’arte paleocristiana e bizantina in Egitto. Nel 1984-1985 è stato borsista presso la Fondazione di Studi di Storia dell’Arte “Roberto Longhi” di Firenze. Dal 1988 al 1998 è stato Ricercatore e Professore Associato di Storia dell'Arte Bizantina e Medievale all'Università di Urbino; nel novembre 2000 è diventato Professore Ordinario di Storia della Miniatura e di Storia dell’Arte Bizantina alla Sapienza Università di Roma. Ha tenuto corsi di Storia dell’Arte Bizantina presso la Palackého University di Olomouc e le Scuole di Specializzazione in Storia dell’Arte delle Università di Firenze, Bologna e Palermo. 
Dal 1991 al 1995, per incarico del "Comitato Internazionale per la Salvaguardia della Torre di Pisa", è stato coordinatore della ricerca archivistica sul monumento. Ha diretto numerose missioni di studio di Storia dell’arte bizantina in Turchia, Siria, Giordania, Israele, Grecia, in collaborazione tra le Università di Roma "La Sapienza", Padova e Urbino. Dal 2004 è membro del Comitato internazionale del cantiere di restauro delle pitture murali di Voskopoje in Albania, sito compreso nella lista del World Monument Watch, in collaborazione tra l’Institut National du Patrimoine e Patrimoine Sans Frontières, Paris. Dal 1984 al 2002 è stato redattore della "Enciclopedia dell'Arte Medievale" Treccani, diretta da A.M. Romanini; attualmente è membro del comitato scientifico e direttivo delle riviste "Arte Medievale", "Nea Rhome", "Rivista di Storia della Miniatura", "teCLa.Temi di Critica e Letteratura artistica" e dirige la collana “Milion. Studi e ricerche d’arte bizantina”. È membro del Comitato Scientifico e Vicepresidente dell’Associazione Italiana degli Storici dell’Arte Medievale; socio corrispondente della Pontificia Accademia Romana di Archeologia; socio dell’Istituto Siciliano di Studi Bizantini e Neoellenici; socio della Società Internazionale di Storia della Miniatura; membro del Comitato italiano del CIHA–Comité International d’Histoire de l’Art; socio dell’Associazione Italiana per lo Studio e la Conservazione del Mosaico. È stato membro del Comitato Direttivo e Segretario dell’Associazione Italiana di Studi Bizantini (2007-2012); membro della Commissione Universitaria dell’Istituto Svizzero di Roma (2005-2014); coordinatore del Dottorato di Ricerca in Storia dell’Arte della Sapienza Università di Roma – Scuola Dottorale in Scienze dell’Interpretazione e della Produzione Culturale (2010-2013). È membro del Comitato scientifico della serie “Arti” della SUE–Sapienza Università Editrice. 

Ha partecipato alla progettazione scientifica di numerosi congressi internazionali e mostre, tra cui: “Fragmenta picta. Affreschi e mosaici staccati del Medioevo Romano” (mostra: Roma, Museo Nazionale di Castel S. Angelo, 1989); “L’arte profana a Bisanzio” (convegno internazionale: Roma, Consiglio Nazionale delle Ricerche, 1990); “Ratio fecit diversum. San Bernardo e le arti” (convegno internazionale: Roma, Accademia Nazionale dei Lincei, 1991); “Anno 1300, il primo Giubileo: Bonifacio VIII e il suo tempo” (mostra: Roma, Museo Nazionale del Palazzo di Venezia, 2000); “Il Trionfo sul Tempo. Manoscritti illustrati dell’Accademia Nazionale dei Lincei” (mostra: Roma, Calcografia Nazionale-Palazzo Poli, 2002); “Il disegno geometrico della Hagia Sophia a Istanbul” (mostra e colloquio scientifico, Istituto Svizzero in Roma, 2005); “Le porte del Paradiso. Arte e tecnologia bizantina tra Italia e Mediterraneo” (convegno: internazionale: Istituto Svizzero di Roma, 2006); “Voyages et conscience patrimoniale. Aubin-Louis Millin (1759-1818) entre France et Italie” (convegno: Paris, Institut National du Patrimoine–Roma, Sapienza Università di Roma, 2008); “La Sapienza bizantina. Un secolo di ricerche sulla civiltà di Bisanzio all’Università di Roma” (convegno: Roma, Sapienza Università di Roma, 2008); “La mosaïque byzantine et sa diffusion (XIe-XIIe siècles): travail, techniques et matériaux, restauration” (Table Ronde: XXIIe Congrès International des Études Byzantines, Sofia 2011); “Tavole miracolose. Le icone medioevali di Roma e del Lazio” (mostra: Roma, Museo Nazionale del Palazzo di Venezia, 2012); “Codex Purpureus Rossanensis: storia, diagnostica e conservazione” (convegno internazionale, Roma - Accademia Nazionale dei Lincei, 2014).

I suoi interessi scientifici si sono rivolti alla storia dell’architettura bizantina e medievale, da Costantinopoli a Venezia, alle porte bronzee nel Medioevo, alla pittura, al mosaico e alla miniatura fra Oriente e Occidente, alla storia della storiografia sull’arte del Medioevo. 

Ha diretto numerosi progetti di ricerca (1989-2013) per l’Università di Urbino, la Sapienza Università di Roma, il Consiglio Nazionale delle Ricerche e il Ministero dell’Università e della Ricerca, ricevendo l’assegnazione di fondi PRIN-Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale (1994; 1995; 1996; 1998; 2000; 2004; 2009).


Inglese

Antonio Iacobini is a graduate of "La Sapienza" University, Rome (MA in History of Art, 1981), where he also furthered his studies (Postgraduate School in Medieval and Modern Art History, 1982-1984). In 1982 he was Visiting Fellow (Ministry of Foreign Affairs, Italy) for a research on Early Christian and Byzantine monuments in Egypt. In 1984-1985 he was awarded the Fondazione di Storia dell’Arte “Roberto Longhi” scholarship, Florence. He was Lecturer and Associated Professor in History Byzantine Art and Medieval Art at Urbino University (1988-1998); in November 2000 he became Full Professor for History of Book Illumination and Byzantine Art at Sapienza Università di Roma. He taught History of Byzantine Art at Palackého University (Olomouc) and at the Postgraduate Schools in Florence, Bologna and Palermo. 
On behalf of the "International Committee for the Restoration of the Tower of Pisa", he supervised documentary research on the monument (1991-1995). He presided over several study missions on Byzantine Art, on behalf of Universities “La Sapienza” of Rome, Padua and Urbino, in Turkey, Syria, Jordan, Israel and Greece. From 2004 he is member of the International Committee for the restoration of the wall paintings of Voskopoje in Albania, a site in the list of the World Monument Watch, a collaboration between the Institut National du Patrimoine and Patrimoine sans Frontières, Paris. He has been a member of the editorial staff of "Enciclopedia dell'Arte Medievale" Treccani directed by A.M. Romanini (1984-2002); he is currently member of the scientific board of academic journals such as "Arte Medievale", "Nea Rhome", "Rivista di Storia della Miniatura", "teCLa.Temi di Critica e Letteratura artistica" and editor-in-chief of the series "Milion. Studi e ricerche d'arte bizantina". He is vice-president of the Associazione Italiana degli Storici dell’Arte Medievale; member of the Pontificia Accademia Romana di Archeologia; member of the Istituto Siciliano di Studi Bizantini e Neoellenici; member of the Società Internazionale di Storia della Miniatura; member of the Italian delegation in the CIHA–Comité International d’Histoire de l’Art; member of the Associazione Italiana per lo Studio e la Conservazione del Mosaico. He has been member of the Directing Board and Secretary of the Associazione Italiana di Studi Bizantini (2007-2012); member of the Universitary Commission of the Swiss Institute in Rome (2005-2014); Director of the Phd Program in History of Art, Sapienza Università di Roma – Scuola Dottorale in Scienze dell’Interpretazione e della Produzione Culturale (2010-2013). He is member of the scientific board of the series “Arti” (SUE–Sapienza Università Editrice).

He took part to the scientific planning of several international congresses and exhibitions, such as: “Fragmenta picta. Affreschi e mosaici staccati del Medioevo Romano” (exhibition: Roma, Museo Nazionale di Castel S. Angelo, 1989); “L’arte profana a Bisanzio” (convegno internazionale: Roma, Consiglio Nazionale delle Ricerche, 1990); “Ratio fecit diversum. San Bernardo e le arti” (international study congress: Roma, Accademia Nazionale dei Lincei, 1991); “Anno 1300, il primo Giubileo: Bonifacio VIII e il suo tempo” (exhibition: Roma, Museo Nazionale del Palazzo di Venezia, 2000); “Il Trionfo sul Tempo. Manoscritti illustrati dell’Accademia Nazionale dei Lincei” (exhibition: Roma, Calcografia Nazionale-Palazzo Poli, 2002); “Il disegno geometrico della Hagia Sophia a Istanbul” (exhibition and scientific speech, Istituto Svizzero in Roma, 2005); “Le porte del Paradiso. Arte e tecnologia bizantina tra Italia e Mediterraneo” (international study congress: Istituto Svizzero di Roma, 2006); “Voyages et conscience patrimoniale. Aubin-Louis Millin (1759-1818) entre France et Italie” (study congress: Paris, Institut National du Patrimoine–Roma, Sapienza Università di Roma, 2008); “La Sapienza bizantina. Un secolo di ricerche sulla civiltà di Bisanzio all’Università di Roma” (congress: Roma, Sapienza Università di Roma, 2008); “La mosaïque byzantine et sa diffusion (XIe-XIIe siècles): travail, techniques et matériaux, restauration” (round table: XXIIe Congrès International des Études Byzantines, Sofia 2011); “Tavole miracolose. Le icone medioevali di Roma e del Lazio” (exhibition: Roma, Museo Nazionale del Palazzo di Venezia, 2012); “Codex Purpureus Rossanensis: storia, diagnostica e conservazione” (international congress: Roma, Accademia Nazionale dei Lincei, 2014).

His scientific interests deal with mediaeval and byzantine architecture history, from Constantinople to Venice, the bronze doors in Middle Ages, painting, mosaic and miniature between West and East, History of Historiography on Medieval Art. 

He undertook a considerable body of research (1989-2013) for Urbino University, Sapienza Università di Roma, Consiglio Nazionale delle Ricerche and Ministero dell’Università e della Ricerca, receiving fundings PRIN–Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale, Research Projects of National Interest (1994; 1995; 1996; 1998; 2000; 2004; 2009).


Nessuna pubblicazione disponibile.

E' presente 1 dispensa. Visualizza