Luca Bettarini

Associato
L-FIL-LET/02 ( Lingua e Letteratura greca )
Lettere moderne 26602 ( L-10 )
Lettere e Culture Moderne
Stanza 4, I piano
Visualizza programmi a.a. 2018-2019  a.a. 2017-2018
Ricevimento

giovedì h. 11.00 (stanza 4, I piano) previa conferma della disponibilità del docente

Programma di letteratura greca (1035794)
Gio 04 Ott 2018 Mar 31 Dic 2019

Il corso sarà diviso in un due parti: studio della grammatica elementare (o ripasso, per chi abbia già conoscenze a riguardo) e della letteratura. Nelle lezioni di grammatica si forniranno nozioni elementari di lingua greca (alfabeto; accenti; sistema delle tre declinazioni; presente; imperfetto [16 h]), e sarà affrontata la lettura di testi semplici con esercitazioni pratiche di traduzione [8 h]. Nelle lezioni dedicate alla letteratura, invece, si approfondiranno aspetti della civiltà letteraria greca e, in particolare, del teatro di età classica [10 h]. Sarà infine condotta la lettura integrale dell’Alcesti di Euripide [14 h].

Lettura integrale in italiano dell’Alcesti di Euripide nella seguente traduzione: G. Paduano, Euripide, Alcesti, Milano (BUR) 1993 (con successive ristampe).

Lettura integrale in italiano di Platone, Critone oppure Apologia di Socrate (edizione a scelta tra E. Savino, Platone, Simposio, Apologia, Critone e Fedone, Milano (Mondadori) oppure M.M. Sassi, Platone, Apologia di Socrate e Critone, Milano (BUR) oppure M. Valgimigli, Platone, Apologia di Socrate e Critone, Bari-Roma (Laterza).

A. Sivieri - P. Vivian, Grammatica Greca, (ristampa della seconda edizione, oggi fuori-commercio), Messina - Firenze 1998, pp. 3-74, 98, 99 + A. Sivieri - P. Vivian, Esercizi Greci, 1, (ristampa della seconda edizione, oggi fuori-commercio) Messina - Firenze, pp. 5-103 (Fotocopie in vendita presso il centro copie Mirafiori)

Un manuale di letteratura greca a scelta (lettura integrale). Si consiglia L.E. Rossi - R. Nicolai, Storia e testi della letteratura greca. Vol. I: L'età arcaica, Firenze (Le Monnier) 2003 [lettura integrale della parte manualistica senza l'antologia in italiano] + L.E. Rossi - R. Nicolai, Storia e testi della letteratura greca. Vol. II: L'età classica, Firenze (Le Monnier) 2003 [lettura integrale della parte manualistica senza l'antologia in italiano] + L.E. Rossi - R. Nicolai, Storia e testi della letteratura greca. Vol. III: L'età ellenistica e l’età imperiale romana, Firenze (Le Monnier) 2003 [lettura integrale della parte manualistica senza l'antologia in italiano]

 

 

Argomenti di letteratura greca di cui è richiesta la conoscenza

 

L'età delle origini (VIII sec. a.C.)

•Prima di Omero;

•I poemi Omerici;

•La “scuola” omerica: gli Inni Omerici;

•Esiodo.

 

L'età della lirica arcaica e della “sapienza” (VII-VI sec. a.C.)

•Introduzione alla lirica arcaica;

•Il giambo: Archiloco, Semonide, Ipponatte;

•L'elegia:   a) l’elegia guerresca (Callino, Tirteo);

b) l’elegia amorosa (Mimnermo);

c) l’elegia politica (Solone);

d) l’elegia gnomica (Teognide, Focilide e Senofane) ;

•La lirica monodica: Alceo, Saffo, Anacreonte;

•Il primo periodo della lirica corale: Alcmane, Stesicoro, Ibico;

•La “sapienza” antica: Pitagora, la scuola di Mileto, Eraclito, la scuola eleatica, Empedocle;

•Il secondo periodo della lirica corale: Simonide, Pindaro, Bacchilide;

•I primordi della prosa: la logografia e la favola.

 

L'età della polis (V-IV sec. a.C.)

•Il teatro tragico: Eschilo, Sofocle, Euripide;

•Il tramonto della “sapienza”: Anassagora, Democrito, la Sofistica, Socrate;

•Il teatro comico: Aristofane;

•La prima stagione dell'oratoria: Lisia;

•La storiografia: Erodoto, Tucidide, Senofonte;

•La seconda stagione dell'oratoria: Isocrate, Demostene;

•Platone e le scuole socratiche;

•Aristotele e la sua scuola.

 

L'età ellenistica (III-I sec. a.C.)

•La civiltà ellenistica;

•Menandro e la Commedia Nuova;

•Callimaco e la poesia elegiaca;

•Apollonio Rodio e la poesia epico-didascalica;

•Teocrito e la poesia bucolico-mimetica;

•Poesia in giambi nel III a.C.;

•L'epigramma: a) l'epigramma dorico-peloponnesiaco ( Anite,Nosside,Leonida);

b) l'epigramma ionico-alessandrino (Asclepiade);

c) l'epigramma fenicio ( Meleagro);

•Filologia e scienziati;

•Polibio e la storiografia ellenistica;

•La filosofia di età ellenistica: Epicureismo, Stoicismo, Scetticismo, la scuola cinica, l'Accademia, il Peripato

 

L'età greco-romana (I-VI sec.d.C.)

•La retorica e il trattato Sul Sublime;

•Luciano e la seconda Sofistica;

•Plutarco

•Prosa storica, scientifica ed erudita;

•Romanzo, novella ed epistolografia

 

Argomenti di grammatica greca svolti a lezione e costituenti parte del programma d’esame

Alfabeto, pronunzia dei suoni e segni d’interpunzione

Spiriti e accenti: denominazione delle parole in base all’accento e regole dell’accentazione

Fonetica: classificazione dei suoni consonantici e vocalici; dittonghi e contrazioni.

Generi e numeri della lingua greca. La declinazione dell'articolo determinativo

La prima declinazione: classificazione dei nomi e declinazione dei nomi femminili. Coniugazione del presente indicativo del verbo ‘essere’

La prima declinazione: declinazione dei nomi maschili e dei nomi contratti. Cenni sulla declinazione ‘attica’. Coniugazione del presente indicativo attivo e medio-passivo dei verbi tematici

La seconda declinazione: declinazione dei nomi maschili e femminili e dei nomi neutri. Nomi contratti. Coniugazione dell’infinito del verbo ‘essere’ e dell’infinito attivo e medio-passivo dei verbi tematici

Introduzione alla terza declinazione: caratteristiche e regole generali, quadro delle desinenze. I nomi in occlusiva. Coniugazione dell’imperfetto del verbo ‘essere’

Terza declinazione: declinazione dei nomi in dentale preceduta da consonante e dei nomi in nasale. Formazione dell’aumento temporale e sillabico: coniugazione dell’imperfetto attivo e medio passivo dei verbi della coniugazione tematica

Terza declinazione: declinazione dei nomi in liquida con e senza apofonia.

Esercizi svolti dal libro di testo e costituenti parte del programma d’esame

Es. n. 4 p. 10; n. 5 p. 11; n. 6 p. 17; n. 8 p. 18; n. 11 p. 21; n. 14 p. 28; n. 16 p. 30; n. 19 p. 34; n. 22 p. 40; n. 29 p. 48; n. 33 p. 51, n. 38 p. 60; n. 40 p. 61; n. 43 p. 65.

 

Italiano

 
Luca Bettarini si è laureato con lode in Dialettologia Greca presso l’Università di Roma “La Sapienza” nel 1993, con una tesi sul dialetto di Selinunte (rel. Bruna M. Palumbo Stracca, correl. L.E. Rossi).
Nell’a.a. 1994-1995 è stato ammesso – presso l’Università di Napoli “Federico II” – al IX ciclo del corso di Dottorato di Ricerca in Filologia Greca e Latina, di cui nel 1998 ha superato l’esame finale, discutendo una tesi su “Ricerche sul mimo non letterario greco. Una rilettura delle fonti”.
Dal 1998 al 2008 ha insegnato nella scuola superiore per le classi di concorso A052 (Latino, Greco e materie letterarie nel Liceo Classico) e A051 (Latino e materie letterarie nei Licei). Dal 1998 al 2008 è stato Cultore della Materia presso la cattedra di Dialettologia Greca, attiva nel Dipartimento di Filologia Greca e Latina dell’Università “La Sapienza”.
Dal 2000, anno della sua fondazione, è stato redattore della rivista “Poiesis. Bibliografia della poesia greca” (fondata e diretta da B. Marilena Palumbo Stracca e M. Di Marco), di cui è divenuto nel 2003 curatore per la sezione “Lirici”.
Negli aa. aa. 2002-2003 e 2003-2004 è stato Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Filologia greca e latina dell’Università di Roma “La Sapienza”, con un progetto di ricerca su Edizione e commento delle tabellae defixionis di Selinunte, i cui risultati sono stati pubblicati in un volume monografico (Corpus delle defixiones di Selinunte, Alessandria 2005).
Nel giugno-luglio 2004 ha partecipato alla Scuola Estiva di Papirologia presso il Centro di Studi Papirologici dell’Università degli Studi di Lecce.
È stato membro dei seguenti progetti di ricerca di Ateneo: 1) “Carmina figurata Graeca. Introduzione, traduzione, testo critico e commento” (2004); 2) “La lingua di Saffo. Problemi vecchi e nuovi” (2005); 3) “Aspetti cultuali e modelli letterari nell’Epitafio per Adone di Bione di Smirne” (2006); 4) “Il greco parlato dagli stranieri: le scelte di Timoteo e di Euripide tra mimesi e convenzioni di genere” (2007).
E’ stato responsabile dei seguenti progetti di ricerca di Ateneo: 1) “Nuove prospettive su Saffo e sull’eolico d’Asia alla luce dei nuovi ritrovamenti papiracei” (2008); 2) “La lingua dei poeti eolici: aggiornamento e revisione” (2009). E’ attualmente membro del seguente progetto di ricerca di Ateneo: 1) “Temi e forme dell’epigramma greco nella tradizione letteraria ed epigrafica” (2011).
Negli aa. aa. 2004-2005, 2005-2006 e 2006-2007 ha tenuto tre moduli di Avviamento allo studio della lingua greca presso l’Università di Roma “La Sapienza”.
Nel febbraio 2008 ha vinto un concorso per ricercatore universitario presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “Sapienza” per il settore scientifico-disciplinare L-FIL-LET/02, Lingua e letteratura greca.
Da gennaio 2019 è professore associato di Lingua e letteratura greca
Negli aa. aa 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011 e 2011-2012 ha tenuto moduli di Lingua greca, Letteratura ellenistico-imperiale (Teocrito ed Eroda), Letteratura arcaica (Omero e lirici).
Dal febbraio 2011 è membro del Collegio del Dottorato di ricerca in Filologia e Storia del Mondo Antico attivo presso l’Università “La Sapienza” di Roma.
I suoi principali campi di ricerca sono  la lirica arcaica e la poesia ellenistica, la storia della lingua greca e la dialettologia greca applicate all‘analisi dei testi letterari, nonché l‘epigrafia greca di età arcaica e classica.
Principali pubblicazioni degli ultimi 5 anni:
- Note esegetiche alla nuova Saffo: i versi di Titono (fr. 58,19-22 V.), ZPE 159 (2007), pp. 1-10;
- Saffo e l’aldilà in PKöln 21351,1-8, ZPE, vol. 165 (2008), pp. 21-31;
- Defixio selinuntina inedita da Manuzza, PdP, vol. 64 (2009), pp. 137-146
- Archiloco fr. 201 W.²: meglio volpe o riccio?, in: E. Lelli (cur.), Paroimiakos. Il proverbio in Grecia e a Roma. Introduzione di R. Tosi. Philologia Antiqua, vol. 2 (2009), pp. 45-51
- recensione a: S. Minon, Les inscriptions éléennes dialectales (VIe-IIe siècle avant J.-C.). Genève 2007, XXXII-657 pp., Eikasmos, vol. 21 (2010), pp. 27-34;
- Testo e lingua nei documenti con Ephesia grammata, ZPE 183 (2012), pp. 111-128 
- Tra onomastica e poesia: rodio Idameneus in IG XII/1 737 (= CEG 459) e 904, di prossima pubblicazione in "Glotta"


Inglese

Education
1998 Dottorato (PhD) in Filologia greca e latina (Greek and Latin Philology), University of Neaples “Federico II”. Thesis: Ricerche sul mimo non letterario greco. Una rilettura delle fonti.
1993 Laurea in Lettere (degree), Greek Dialectology, University of Rome “La Sapienza”; 110 e lode (first class).
Employment history
2008-2018 Ricercatore (Assistant Professor), Department of Greek, Latin and Italian Studies, University of Rome “La Sapienza”.
2019 Associate Professor
1999-2008 Appointee in Greek Dialectology, University of Rome “La Sapienza”
2000-present Editor of the review “Poiesis. Bibliografia della poesia greca”.
Grants
Prof. Bettarini has been referent-member or member of the following collaborative Research Projects, funded by the University of Rome “La Sapienza”: 1) “Temi e forme dell’epigramma greco nella tradizione letteraria ed epigrafica” (member, 2011); 2) “La lingua dei poeti eolici: aggiornamento e revisione” (referent-member, 2009); 3) “Nuove prospettive su Saffo e sull’eolico d’Asia alla luce dei nuovi ritrovamenti papiracei” (referent-member, 2008); 4) “Il greco parlato dagli stranieri: le scelte di Timoteo e di Euripide tra mimesi e convenzioni di genere” (member, 2007); 5) “Aspetti cultuali e modelli letterari nell’Epitafio per Adone di Bione di Smirne” (member, 2006); 6) “La lingua di Saffo. Problemi vecchi e nuovi” (member, 2005); 7) “Carmina figurata Graeca. Introduzione, traduzione, testo critico e commento” (member, 2004).
Fellowships and Awards
2002-2004 Assegnista di Ricerca (Research Assistant), Department of Greek and Latin Philology, University of Rome “La Sapienza”.
2011-present member of the teaching staff of the PhD in Philology and History of the Ancient World at the University of Rome “La Sapienza”
Teaching
2011-2012 e 2010-2011: Greek Literature of the Archaic Age (Homer and archaic lyrics) 2009-2010: Greek Literature of the Hellenistic Age (Theocrit and Herodas)
2008-2009: Advanced Course of Ancient Greek Language
2006-2007, 2005-2006, 2004-2005: Basic course of Ancient Greek Language
Research summary and recent publications
His main research interests focus on archaic and hellenistic poetry, on the history of Greek language, on Greek dialectology and on Greek inscriptions of archaic and classical age. 
- Note esegetiche alla nuova Saffo: i versi di Titono (fr. 58,19-22 V.), ZPE 159 (2007), pp. 1-10;
- Saffo e l’aldilà in PKöln 21351,1-8, ZPE, vol. 165 (2008), pp. 21-31;
- Defixio selinuntina inedita da Manuzza, PdP, vol. 64 (2009), pp. 137-146
- Archiloco fr. 201 W.²: meglio volpe o riccio?, in: E. Lelli (cur.), Paroimiakos. Il proverbio in Grecia e a Roma. Introduzione di R. Tosi. Philologia Antiqua, vol. 2 (2009), pp. 45-51;
- recensione a: S. Minon, Les inscriptions éléennes dialectales (VIe-IIe siècle avant J.-C.). Genève 2007, XXXII-657 pp., Eikasmos, vol. 21 (2010), pp. 27-34;
- Testo e lingua nei documenti con Ephesia grammata, ZPE 183 (2012), pp. 111-128
- Tra onomastica e poesia: rodio Idameneus in IG XII/1 737 (= CEG 459) e 904, in course of publication in “Glotta”


Nessuna pubblicazione disponibile.

Sono presenti 4 dispense. Visualizza

Nessun appello di esame disponibile.