Mara Matta

Ricercatore a tempo determinato
L-OR/19 ( Lingue e letterature moderne del subcontinente Indiano )
Corso di laurea non definito
Istituto italiano di Studi Orientali
23
Telefono (+39) 06 49911
Visualizza programmi a.a. 2017-2018  a.a. 2016-2017
Ricevimento

Per concordare un giorno e un orario di ricevimento, scrivere al docente:
mara.matta@uniroma1.it
 
In generale, il docente è disponibile a ricevere gli studenti dopo le lezioni.

Nessun avviso presente.

Italiano

Docente di ‘Letterature moderne del subcontinente indiano’ (SSD L-OR/19) presso l’Istituto Italiano di Studi Orientali (ISO), Mara Matta è ricercatrice presso la Sapienza dal 16 maggio 2016.

Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l’Orientale di Napoli con una tesi in Lingua e letteratura tibetana dal titolo Il Kongpo Bonri: contributo alla geografia visionaria del Tibet, si è dedicata nei primi anni della sua carriera al lavoro di traduzione e critica di testi tibetani antichi e moderni, coltivando lo studio delle lingue hindi, tibetana e cinese.

Dopo diversi anni di studio e ricerca in Cina (Hangzhou Daxue, Shanghai Xiju Xueyuan, Beijing Tibetological Centre, Sichuan Daxue,), dove approfondisce lo studio delle lingue cinese e tibetana, nel 2002-2003 si reca a Lhasa e trascorre un anno in Tibet centrale, dove comincia a condurre ricerche approfondite nell’ambito delle arti performative e visuali tibetane. Nel 2003-2004 trascorre vari mesi tra il Nepal e l’India del Nord, lavorando con alcuni registi e drammaturghi tibetani della diaspora.

Nel maggio del 2005 consegue il Dottorato di ricerca in Asia Orientale e Meridionale (AOM) presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli con una tesi sul teatro e il cinema contemporaneo del Tibet e della diaspora. Nel novembre del 2006 consegue anche un master in Theatre and Development presso l’East Anglia University (Norwich, UK) con un lavoro sul teatro politico e sociale in Nepal. Questo saggio, frutto di un lungo soggiorno a Kathmandu e Janakpur (Nepal) nei mesi immediatamente successivi alla caduta della monarchia nepalese, nasce dall’interazione e dalla partecipazione attiva al lavoro di vari gruppi teatrali nepalesi impegnati nella ricerca di un linguaggio artistico per una cultura della pace e della riconciliazione dopo anni di conflitto civile. Il saggio è stato pubblicato nel 2015 dalla casa editrice italiana Fuorilinea con il titolo: Nepal: Theatre For A Better Reason.

Dal 2007 al 2009 lavora per alcune organizzazioni di cooperazione internazionale, per le quali scrive progetti che pongono al centro il discorso dell’arte e del cinema come vie di dialogo ed educazione allo sviluppo. Comincia a collaborare con vari film festival internazionali come consulente di cinema del Tibet e del Sud Asia. Nel 2007 diventa membro del Network for the Promotion of Asian Cinema (NETPAC, sede: Colombo) e collaboratore di Asiatica Film Mediale (Roma).

Nel 2008-2009 ottiene un contratto di insegnamento presso l’Orientale di Napoli come docente di lingua e letteratura tibetana moderna e contemporanea. Tiene corsi e seminari sulle letterature subalterne e sulle cinematografie indigene del Tibet e del Subcontinente indiano.

Nel 2009 diventa docente a contratto di Letterature moderne del subcontinente indiano presso l’Istituto Italiano di Studi Orientali della Sapienza. Dal novembre 2012 all’aprile del 2016 è assegnista di ricerca presso l’Orientale di Napoli, con un progetto sulle terre di confine in Asia meridionale. Comincia anche a collaborare con l’Archivio Memorie Migranti (AMM, Roma), per il quale è il principale consulente sulle comunità dell’Asia in Italia.

I suoi interessi di ricerca si rivolgono principalmente allo studio delle letterature e delle cinematografie indigene del Subcontinente indiano, al teatro politico e sociale, alle narrazioni migranti e della diaspora, al nesso tra etica ed estetica, alla storia culturale e di genere e alle ‘minoranze’ linguistiche, etniche e religiose. Da alcuni anni lavora principalmente nelle Chittagong Hill Tracts del Bangladesh, nell’India del Nordest, in Nepal e con le comunità tibetane (India, Nepal), Rakhine (Bangladesh/Myanmar) e Chakma (Bangladesh/India).

In collaborazione con l’Archivio Memorie Migranti, collabora anche a vari progetti di ‘storia e memoria’ delle migrazioni e si occupa principalmente di narrazioni dei migranti del Bangladesh a Roma. Ha tradotto dal Bangla un memoir di un migrante del Bangladesh, in corso di revisione per la pubblicazione e in fase di pre-produzione per la realizzazione di un lungometraggio. Insieme all’artista Walter Paradiso, realizza documentari e corti sulle memorie dei migranti del Sud Asia in Italia.

Nel 2012 ha conseguito un diploma in Ethnographic Filmmaking (Regia, Montaggio) presso la UCL di Londra sotto la supervisione dell’antropologo e regista Mike Yorke e del tecnico di montaggio Ben Pollard. Concilia la metodologia degli studi culturali, storici e letterari con quella dell’antropologia visuale. Come membro Netpac ed esperto di cinema dell’Asia, è stata membro di numerose giurie internazionali (tra altri: Festival International Jean Rouch, Parigi 2014; Five Flavours Film Festival, Varsavia 2016; Golden Horse Film Festival, Taipei 2017).

È membro del comitato editoriale delle riviste scientifiche Journal of North East India Studies; HIMALAYA, the Journal of the Association for Nepal and Himalayan Studies; Quaderni di ricerca (Progetto Cultura, collana Quaderni di ricerca). È consulente e peer-reviewer per The Journal of Commonwealth Literature.

È membro del Centro studi sul Buddhismo (Napoli, L’Orientale, Direttore: Giacomella Orofino); dell’Associazione italiana di studi tibetani, himalayani e mongoli (AISTHiM); dell’Archivio Memorie Migranti (AMM).

È anche membro delle seguenti associazioni scientifiche internazionali: EASAS (European Association of South Asian Studies); EASA (European Association of Social Anthropology); AAS (Association of Asian Studies); EASR (European Association for the Study of Religions); IATS (International Association of Tibetan Studies).

Fa parte dei seguenti gruppi di ricerca nazionali ed internazionali:

- Understanding radicalism: religious identity and politics of power within and across South Asian borders – (Coordinatore: Prof. Giorgio Milanetti, Sapienza, Università di Roma, Progetto di ricerca medio)

- L’India e l’altro (Coordinatore: Prof. Raffaele Torella, Sapienza, Università di Roma, Progetto di ricerca medio)

- “Writing, Analysing, Translating Dalit Literature” (AHRC-funded research network; principal investigator: Dr Nicole Thiara, Nottingham Trent University, UK).


Inglese

Mara Matta is Assistant Professor of Modern Literatures of the Indian Subcontinent at the Italian Institute of Oriental Studies (ISO) of the University of Rome ‘La Sapienza’, where she also teaches a class of Hindi language and translation (3rd year). In between 2012-2016, she held a Postdoctoral Fellowship in South Asian Studies at the University of Naples ‘L’Orientale’, with a research project on indigenous literary and visual cultures across South Asian borderlands.

She holds a PhD in South and East Asian studies (thesis on the contemporary Tibetan prose theater and the coming up of Tibetan cinema in China and in the diaspora).

She is currently conducting researches among the indigenous people of Bangladesh 'Chittagong Hill Tracts' (CHTs), in particular among the Chakmas and the Rakhine communities living along/across the border with Burma (Myanmar).

Among her main research interests are indigenous literatures and cinemas of South Asia and Tibet; women writings; political and social theatre in South Asia; issues affecting indigenous communities living across borderlands in South Asia; visual and written narratives of Bangladeshi migrants in Italy.

She is a member of the NETPAC (The Network for the Promotion of Asian Cinema) and of the AMM (Archive of Migrant Memories, Rome).


E' presente 1 pubblicazione. Visualizza

Nessuna dispensa disponibile.

Sessione Estiva 2017-18

Letterature del subcontinente indiano

I appello: 11/06/2018
II appello: 25/05/2018
III appello: 30/07/2018

Sessione autunnale
I appello: 03/09/2018
II appello: 03/10/2018

Hindi III

Sessione estiva:

I appello: 14/06/2018
II appello: 30/07/2018

Sessione autunnale:

I appello: 07/09/2018
II appello: 26/09/2018