Marina Passalacqua

Onorario
L-FIL-LET/05 ( Filologia classica )
Linguistica 26666 ( LM-39 )
Lettere e Culture Moderne
Visualizza programmi a.a. 2018-2019  a.a. 2017-2018
Ricevimento

Nessun avviso presente.

Italiano

Nata a Roma il 7-9-1946. 1968: Laurea presso l'Università di Roma 'La Sapienza' in Filologia classica (relatore il prof. Scevola Mariotti).
Dal 1-7-1974 al 23-3-1983 assistente ordinario presso la cattedra di Filologia classica dell'Università di Roma 'La Sapienza'.
Dal 24-3-1983 professore associato di 'Storia della tradizione dei testi classici' presso la Facoltà di Lettere dell'Università 'La Sapienza'.
Dal 1-11-2001 professore straordinario per il settore Filologia Classica presso la Facoltà di Lettere e filosofia della medesima università.
Dal 1-11-2004 professore ordinario per il settore Filologia Classica presso la Facoltà di Lettere e filosofia della medesima università.
Dal 1-11- 2017 professore onorario presso la Facoltà di Lettere e filosofia dell'Università di Roma 'La Sapienza'.
Dal 1-12-2001 al 30-11-2005 presidente del Corso di laurea triennale in Lettere classiche.
Dal 1-11-2005 al 2010 direttore del Dipartimento di Filologia greca e latina.
Fa parte del Dottorato di ricerca in Filologia greca e latina ed è stata commissario per l’attribuzione delle borse negli a.a. 2002/2003, 2006/2007, 2009/2010, 2015.
Ha ottenuto ogni anno finanziamenti di Ricerca della Facoltà di Lettere e Filosofia; ha ottenuto nel 2006, nel 2007, nel 2008, nel 2009, nel 2010,nel 2011, nel 2012, nel 2014 un finanziamento sulle ricerche di Ateneo ed ha ottenuto un cofinanziamento MIUR sia nel 2001 che nel 2003.

Gli interessi nel campo della grammatica tardo antica sono sfociati nella pubblicazione del catalogo dei codici di Prisciano, nell'edizione critica di tutte le opere minori grammaticali di Prisciano e nell'edizione di tre trattati bobbiesi.
Un nuovo filone di ricerca ha condotto a riconoscere interventi testuali condotti in base a criteri filologici di Gerberto di Aurillac su codici ciceroniani scritti da Lupo di Ferrières. La ricerca sull'attività filologica di Silvestro II è proseguita con l'esame dei manoscritti conservati nel fondo Ripoll all'Archivio della Corona de Aragon a Barcellona ottenendo riscontri importanti al riguardo. E' altresì in corso d'opera l'allestimento di un lessico filologico degli intellettuali carolingi; di esso sono usciti singoli contributi dedicati al lessico della trascrizione e a quello delle biblioteche.
Ha curato il censimento dei codici italiani e vaticani di Boezio nell’ambito del progetto portato avanti dalla British Academy e dal Warburg Institute (Codices Boethiani III: Italy and the Vatican City, Warburg Institute, London 2001). Nell'ambito dello stesso progetto ha curato nel 2009 il censimento dei codici di Boezio di Spagna e Portogallo (Codices Boethiani IV).
Ha curato un'edizione critica, basata sull'autopsia del codice, con traduzione e commento del cosiddetto 'Frammento dell'Aia', importante testimone medievale dell'epica latina agli albori del mondo romanzo.
Si è occupata dell''Appendix Probi' analizzando il ms. Neap. lat. 1 ottenendo significativi miglioramenti al testo grazie al nuovo macchinario per la lettura dei palinsesti in dotazione alla biblioteca; ha riferito al riguardo in un seminario di studio tenuto a Bergamo (20-21 maggio 2004) ed al convegno della SISMEL tenuto a Firenze nel maggio 2005. Ha edito nel 2014 una nuova edizione critica di quest’opera in collaborazione con Stefano Asperti.


Inglese

I was born in Rome on the 7-9-1946. I took my degree in 1968 in Rome (Univ. 'La Sapienza') discussing a thesis in Classical Philology (my tutor was prof. Scevola Mariotti).From 1974 to 1983 I have been lecturer in Classical Philology at the 'Sapienza'. In 1983 I became associated professor and since then I teach History of the tradition of classical texts at the Dep. of Greek and Latin Philology.In 2001 I became Ordinary Professor in Classical Philology at the 'Sapienza'. In 2017 I became Honorarius Professor at the ‘Sapienza’. From 2001 to 2005 I directed the Course 'Lettere Classiche' (first degree). From 2005 to 2010 I was Head of the Department of Greek and Latin Philology. I am member of PHD in Greek and latin Philology in Rome and I have been in the commission for the selection of candidates in 2002, 2006 , 2009and 2015. I obtained funds every year for my research from the 'Sapienza' and from the MIUR in 2001 and 2003.
I studied late Latin grammarians; I published a catalogue of Priscian's mss., the edition of his minor grammatical works and the edition of three texts preserved in a ms. written at Bobbio. Recently I have been studying Cicero's mss. written by Lupus of Ferrières discovering the hand of Gerbert of Aurillac as a corrector;I studied indeed the mss. of Ripoll in the Archivo de la Corona de Aragon in Barcellona, finding numerous evidences of Gerbertus hand in their marginalia. The relationships between texts and corrections were interesting as the latter were suggested by philological reasons. This persuaded me of the opportunity of having a complete panorama of the connections between classical texts and carolingian scholars.
I published the catalogue of Boethius manuscripts in Italy and in the Vatican City (Codices Boethiani III: Italy and the Vatican City, Warburg Institute, London 2001) and in Portugal and Spain (Codices Boethiani IV: Portugal and Spain, Warburg Institute, London 2009). I published in 2013 a new critical edition with translation and commentary of the 'Aia Fragment'an epic medieval Latin text and in 2014 a new critical edition of the Appendix Probi with Stefano Asperti.


Nessuna pubblicazione disponibile.

Nessuna dispensa disponibile.

Nessun appello di esame disponibile.