Monica Storini

Associato
L-FIL-LET/10 ( Letteratura italiana )
Gestione e valorizzazione del territorio 26670 ( LM-80 )
Lettere e Culture Moderne
studio C, Città universitaria, Facoltà, Dipartimento di Scienze documentarie, linguistico-filologiche e geografiche, III piano
Telefono 06/49913185
Visualizza programmi a.a. 2018-2019  a.a. 2017-2018
Ricevimento

Primo e Secondo semestre
giovedì, ore 15-17, studio C, Città Universitaria, Facoltà, III piano

Didattica a.a. 2018-2019: orari dei corsi di Letteratura italiana
lun 08 Ott 2018 Ven 01 Mar 2019

L'orario di Letteratura italiana II per Lettere Moderne e Letteratura italiana I per la SAR, Anno Accademico 2018-2019 è il seguente:

SEMESTRE: secondo;
AULA E ORARI: Aula I piano terra della Facoltà, lunedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00, martedì e giovedì dalle ore 17.00 alle ore 19.00.
DATA DI INIZIO: 25 febbraio 2019

L'orario di Letteratura italiana per la Laurea Magistrale (Gestione e valorizzazione del territorio; Archivistica e Biblioteconomia, Storia dell'Arte), Anno Accademico 2018-2019 è il seguente:

SEMESTRE: secondo;
AULA E ORARI: Aula Cartoteca, primo piano della Facoltà, martedì e giovedì dalle ore 13.00 alle ore 15.00.
DATA DI INIZIO: 26 febbraio 2019
Italiano

Dottore di ricerca in Italianistica, Cultore della materia di letteratura italiana e di Letteratura italiana moderna e contemporanea (Università degli Studi di Roma “La Sapienza” – Facoltà di Lettere e Filosofia), docente di Teoria e storia dei generi letterari presso la Facoltà di Lettere e Filosofia con sede ad Arezzo dell'Università degli Studi di Siena, è attualmente professore associato di Letteratura italiana (L-FIL-LET/10) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, dove insegna Letteratura italiana e Teoria della Letteratura. I suoi campi di interesse privilegiati sono lo studio delle forme narrative medievali e rinascimentali e della loro struttura tipologica ed evolutiva, nonché le questioni teoriche e metodologiche collegate alla storia della letteratura italiana, alla produzione delle scritture femminili, alla didattica e, più in generale, alla formazione culturale. Nell'ambito di tali campi di interesse, inaugurati a partire dalla tesi di laurea, vertente sulla struttura narrativa delle novelle di peripezia decameroniana (A. A. 1984-85, Facoltà di Lettere e Filosofia - Università "La Sapienza", Roma) ha approfondito la tipologia del genere di avventura, analizzando una vasta campionatura di testi in prosa volgare d'area italiana del Duecento e del Trecento, fra i quali la novellistica laica ed agiografica. Ha pubblicato saggi sul valore didattico del Decameron e sui problemi connessi con la gestione autoriale del racconto “avventuroso”, tematica a cui si è dedicata anche nell'ambito di una borsa di studio Post-dottorato per il settore di Studi di storia letteraria, di storia linguistica e di filologia italiana, ricerca confluita nel volume Lo spazio dell’avventura. Peripezia e racconto nel medioevo, La Nuova Italia, Firenze 1997. Ha poi rivolto l'analisi ai problemi concernenti la tipologia e le modalità del volgarizzamento nel XVI secolo.
Sulle questioni teoriche più attuali, sulle pratiche intertestuali e sulla narrativa contemporanea (Bontempelli, De Céspedes, La Capria, Santacroce, Ballestra, Campo), ha incentrato i saggi confluiti successivamente nel volume L’esperienza problematica. Generi e scrittura nella narrativa italiana del Novecento, Carocci, Roma, 2005, in cui compaiono anche analisi dedicate a Fausta Cialente e Anna Banti. Attualmente lavora agli aspetti teorici e letterari elaborati dalla scrittura delle donne nell’ambito del noir.
Ha collaborato, con la redazione di circa seicento voci, a Gli autori. Dizionario bio-bibliografico della Letteratura italiana, diretta da Alberto Asor Rosa (Torino, Einaudi, 1990-91, voll. 2), ed al Dizionario della letteratura italiana del Novecento (ivi, 1992). Ha fatto parte della redazione scientifica dei volumi sulla Letteratura italiana. Le opere, diretti da Alberto Asor Rosa ed editi dall’Einaudi di Torino. Ha steso, in collaborazione con Lucinda Spera, la parte didattica e la scelta antologica in A. Asor Rosa, L. Spera, M. C. Storini, Storia europea della letteratura italiana, Firenze, Le Monnier, 2008.
Membro di diversi gruppi di ricerca operanti a livello nazionale e internazionale con sede alla Sapienza, è stata vicedirettrice del Dipartimento di Studi filologici, linguistici e letterari (La Sapienza Università di Roma). Fa parte del Comitato di redazione del «Bollettino d’Italianistica», diretto dal Prof. Alberto Asor Rosa ed è consulente scientifico dell’editrice Ghena, specializzata in Studi di genere. È stata membro del Collegio dei Docenti del Dottorato in Storia delle scritture femminili, di quello del Dottorato in Filologia, linguistica e letterature e di quello del Dottorato internazionale in Studi di genere. Attualmente fa parte del Collegio dei Docenti del Dottorato in Scienze documentarie, filologiche, linguistiche e letterarie.


Inglese

Monica Cristina Storini has a PhD in Italian Studies, was lecturer of Italian literature and Modern and Contemporary Italian Literature (Università degli Studi di Roma “La Sapienza” – Facoltà di Lettere e Filosofia- Literature and Philosophy Faculty), teacher of Theory and History of literary genres at the Literature and Philosophy Faculty in Arezzo (Università degli Studi di Siena). At present, she is Associate Professor of Italian Literature (L-FIL-LET/10) at the Faculty of Lettere e Filosofia of the University of Rome “La Sapienza” and teaches Italian Literature and Theory of Literature. She is essentially interested in Middle Ages and Renaissance narrative forms, in their typological and evolutive structure, in theoretical and methodological matters linked with Italian literary history, with women writings, with didactics and, generally speaking, with cultural education. According to these matters of interest, considered for the first time during the realization of her degree thesis, focused on the narrative structure of Decameron adventure tales (academic years 1984-1985, Faculty of Literature and Philosophy – Università “La Sapienza”, Roma), she went deep into the adventure gender typology, analyzing a wide range of vernacular prose texts, written in Italy in the 13th and 14th century, among them laic and hagiographic tales. She published essays on the didactical value of Decameron and on problems linked with the voice and perspective of author in the “adventure” tale. On this issue was focused a study, realized through a postdoctoral scholarship concerning Studies of literary and linguistic history and Italian philology. This research was used for the creation of an essay, entitled Lo spazio dell’avventura. Peripezia e racconto nel medioevo (The space of adventure. Adventure and tales in Middle Ages), La Nuova Italia, Firenze, 1997. Then she focused her studies on problems concerning the typology and types of vulgarization in the 16th century.
On more contemporary theoretical matters, on hyper textual practices and on contemporary narrative (Bontempelli, De Céspedes, La Capria, Santacroce, Ballestra, Campo) she focused her essays which are part of the book, entitled L’esperienza problematica. Generi e scrittura nella narrativa italiana del Novecento (The problematic experience. Genders and writing in Italian Narrative in the 20th century), Carocci, Roma, 2005, in which are included some analysis dedicated to Fausta Cialente and Anna Banti. At present she is working on the theorical and literary aspects concerning women who write noir novels.
With the compilation of about six hundred items, she contributed to Gli autori, Dizionario bio-bibliografico della Letteratura Italiana (The author. Bio-bibliographic dictionary of Italian literature), directed by Alberto Asor Rosa (Torino, Einaudi, 1990-91, voll.2) and to Dizionario della letteratura italiana del Novecento (Dictionary of Italian Literature in the 20th century) (ivi, 1992). She took part in the scientific editorial committee of the volumes Letteratura italiana. Le opere (Italian literature. The works), directed by Alberto Asor Rosa and edited by Einaudi, Torino. In collaboration with Lucinda Spera, she developed the didactical part and the anthological choice for Storia europea della letteratura italiana (European history of Italian literature), A. Asor Rosa, L. Spera, M.C. Storini, Le Monnier, Firenze, 2008.
She is member of several research groups working at national and international level, which have administrative office at “La Sapienza”; she was vice director of the Department of Philological, Linguistic and Literary Studies (Università “La Sapienza”). She is member of the editing office of Bulletin d’Italianistica (Italianistic Bulletin), directed by Professor Alberto Asor Rosa and scientific advisor of Ghena, a publisher specialized in Gender Studies. She was member of the Teachers College of the doctorate in Women Writings Studies; of the doctorate in Philology, Linguistic and Literature; and of the international doctorate in Gender Studies. At present she is member of the Teachers College of the doctorate in Documentary, Philological, Linguistics and Literary Sciences.


Nessuna pubblicazione disponibile.

Sono presenti 25 dispense. Visualizza

Nessun appello di esame disponibile.