stefano gensini

Ordinario
M-FIL/05 ( Filosofia e teoria dei linguaggi )
Filosofia 26659 ( L-5 )
Filosofia
210 Villa MIrafiori (2ndo piano)
Telefono +390649917279
Visualizza programmi a.a. 2014-2015  a.a. 2013-2014
Ricevimento

Di norma il martedì, stanza 210 di Villa Mirafiori (2ndo piano), dalle 11.45,  fino a esaurimento della lista dei prenotati. Nei periodi in cui non vi è lezione, in relazione a esigenze di servizio diverse (esami, riunioni ecc.), il ricevimento è suscettibile di spostamenti. Prego pertanto di consultare questa bacheca o la bacheca elettronica del Dipartimento di Filosofia per accertarsi di possibili variazioni (contingenti) di giorno e/o di orario. VEDERE SOTTO, IN QUESTA STESSA PAGINA
I laureandi sono pregati di contattarmi direttamente (stefano.gensini@uniroma1.it o per telefono) per concordare un appuntamento personalizzato, che potrà aver luogo in orario diverso da quello indicato.

DOVE TROVO I VECCHI PROGRAMMI DI SEMIOTICA?
Dom 27 Gen 2013 Mar 27 Gen 2015

L'insegnamento di Semiotica è stato disattivato nell'anno acc. 2011-12; tuttavia, è possibile continuare a sostenere l'esame sui programmi precedentemente impartiti; essi però - essendo stato disattivato il vecchio sito - sono reperibili solo presso la bacheca della stanza 210, a Villa Mirafiori. Un programma di base, comunque utilizzabile, è il seguente:

per 6 cfu 

1. S. Gensini (a c. di), Manuale di semiotica, Roma, Carocci ed. (prova scritta sulla prima e l'ultima parte del testo; orale sulle altre parti);

2. T. De Mauro, Prima lezione sul linguaggio, Roma-Bari, Laterza

 

per 12  cfu

Il programma sopra indicato, più:

3. S. Gensini, M. Fusco (a c. di), Animal loquens, Roma, Carocci ed.;

4. M. Tomasello, Origini culturali della cognizione umana, Bologna, Il Mulino. 

PROGRAMMA DI FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO 2011-12
Dom 27 Gen 2013 Mar 27 Gen 2015

Per gli studenti interessati a sostenere il primo modulo (I A) di FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO (2011-2012): ricordo a tutti, e in specie ai non frequentanti o irregolarmente frequentanti, che la parte di esame relativa a Buehler e Cassirer è stata ridotta a una dispensa disponibile in copisteria (Largo XXI aprile) al costo di euro 2, 50. Questa parte di esame sarà comunque oggetto di valutazione scritta assieme al volumetto "Elementi di semiotica" (Carocci ed.).

Chi non potesse usufruire di tale dispensa porti all’esame le pp. 65-168 del volume di Karl Buehler, “Teoria del linguaggio” (1934), trad. it presso Armando ed., Roma 1983 o successive ristt.

Per consultare il programma nella sua completezza utilizzare il link presente in questa pagina al sito del Dipartimento di Filosofia.
 

Storia del pensiero linguistico 2012-13: IMPORTANTE
Mar 14 Mag 2013 Gio 14 Mag 2015

Ai fini dell'esame sul corso dell'a.a. 2012-13, inclusivo di un testo del VARCHI, l'Hercolano (1570),  segnalo che è possibile utilizzare l'edizione 1804 della Società tipografica de' classici italiani (MIlano) in 2 voll., reperibile gratuitamente in Google libri.  Le pagine da portare all'esame sono: 47-87, 196-224 (I volume); 3-51, 178-218 (II volume). A fini informativi, si consiglia una lettura almeno generale della prefazione di Mons. Bottari (1730), nel vol. I, pp. VIII-LXXVII. 

PROGRAMMAZIONE APPELLI D'ESAME FINO AL LUGLIO 2015
Mar 24 Set 2013 Mer 30 Dic 2015

Programmazione appelli Filosofia del linguaggio /Semiotica /idoneità linguistiche

 

(ai sensi della circolare Presidenza / Manager didattico a.a. 2012-13, 2013-14)

 

Straordinario       3 dicembre 2014 (soli fuori corso, ripetenti, lavoratori, laureandi)

Ordinario             21 gennaio 2015

Ordinario             11 febbraio 2015

Ordinario              27 febbraio 2015

Straordinario       29 aprile 2015 (soli fuori corso, ripetenti, lavoratori, laureandi)

Ordinario               9 giugno 2015

Ordinario               1 luglio 2015

Ordinario               15 luglio 2015

 

ATTENZIONE: CHI DESIDERI CONSEGUIRE CFU PER LE IDONEITà LINGUISTICHE Può FARLO SOLO NELLE DATE SOPRA INDICATE. ECCEZIONI POSSONO ESSERE FATTE SOLO SE RICHIESTE FORMALMENTE DAGLI UFFICI AMMINISTRATIVI, E NON IN RELAZIONE A RITARDI O DISTRAZIONI (PURTROPPO FREQUENTI) DEI DIRETTI INTERESSATI.

SI RICORDI INOLTRE CHE PER I CFU LINGUISTICI CONNESSI ALL’ESAME DI LAUREA è NECESSARIO ESIBIRE UNA LETTERA DI ACCREDITO DEL RELATORE DI TESI.

PER “LAUREANDO” SI INTENDE CHI DEBBA LAUREARSI NELLA SESSIONE IMMEDIATAMENTE SUCCESSIVA ALL’APPELLO (NON CHI ABBIA INTENZIONE DI FARLO IN UN NON MEGLIO PRECISATO FUTURO). 

Per gli studenti del modulo vichiano 2013-2014
Dom 08 Dic 2013 Gio 31 Dic 2015

In riferimento al programma d'esame, visibile nella sua interezza in questa stessa bacheca, segnalo a tutti gli interessati che le parti della Scienza Nuova terza (ed. 1744) da portare all'esame (commento) sono le seguenti:

  1. Spiegazione della dipintura
  2. Dal libro primo, “Degli elementi” le Degnità numero: I-IV, IX-XIII, XVII-XVIII, XXII, XXVI-XXVIII, XXXII-XXXIX, XLIV-LIII, LVII-LXV.
  3. Libro primo, sezione terza “De’ princìpi”
  4. Libro primo, sezione quarta “Del metodo”.
  5. Libro secondo, prolegomeni, capitolo terzo “Del diluvio ecc.”
  6. Libro secondo, sezione prima, capitolo primo “Della metafisica poetica”
  7. Libro secondo, sezione seconda, “Logica poetica”, capitolo I e II e, dal capitolo IV (“Corollari d’intorno alle origini delle lingue” ecc.), i soli capoversi dal settimo “Con queste cose tutte facciano il cumulo ecc.” al diciottesimo incluso (“Ma pur rimane la grandissima difficultà”) ecc. corrispondenti (per chi ce l’ha a disposizione) ai §§ 434-45 dell’edizione Nicolini (riprodotta fra l’altro nell’ed. degli Oscar Mondadori curata da A. Battistini, Milano 2011). 

Ribadisco che le edd. consigliate sono quella BUR (a cura di Paolo Rossi) o quella Oscar Mondadori (a c. di A. Battistinii) già cit. 

In che cosa consiste la prova di lingua?
Ven 07 Feb 2014 Mer 31 Dic 2014

Gli studenti di filosofia (triennale) trovano nel loro piano di studi alcune indicazioni che hanno a che fare con le lingue straniere. Cerco di fornire qui di seguito i chiarimenti necessari:

-          Vi sono i cfu di lingua che fanno parte dell’esame finale, quello che comprende anche la tesi di primo livello: per conseguire questi cfu gli studenti devono farsi rilasciare dal relatore di tesi una certificazione del fatto che hanno svolto sotto la sua guida un’esercitazione su testi in lingua, ovvero svolto determinate letture in lingua, necessarie per la tesi. Con questa lettera, dopo essersi prenotati su Infostud, debbono farsi verbalizzare (da me o altri) l’idoneità in occasione di un qualsiasi appello ordinario.

-          Vi sono poi le Conoscenze utili per il mondo del lavoro: in questo caso lo studente deve sottoporsi a una prova di traduzione all’impronta di un breve brano filosofico, senza vocabolario (Gensini si occupa di inglese e tedesco, non di altre lingue). Il livello richiesto per il superamento della prova è B 1 (secondo le codifiche internazionali). In alternativa, debbono presentare una certificazione di una scuola di lingua di buona reputazione (es. Goethe Institut, British Council ecc.) che attesti il superamento di un esame di livello (almeno) B 1. 

COME VA STUDIATO IL MANUALE DI SEMIOTICA?
Sab 14 Giu 2014 Dom 14 Giu 2015

Alcuni studenti non frequentanti (A.A. 2013-14) mi chiedono se il "Manuale di semiotica" (editio maior), per chi deve farlo, debba essere studiato per intero o no. Ribadisco quello che ho scritto e detto in ogni sede: IL MANUALE VA STUDIATO PER INTERO. Lo scritto (per chi deve farlo) verte solo sulla prima e sull'ultima parte (pp. 17-165 e 393-fine); le altre sezioni possono essere oggetto della prova orale, assieme agli altri libri o materiali previsti dal programma (in base allo specifico anno di corso).  

Può essere utile aggiungere che mentre le citate parti 1 e 3  hanno carattere tecnico e vanno affrontate come tali, le parti centrali, dedicate a singoli tipi di codice, vanno studiate in modo da cogliere le caratteristiche essenziali di ciascuna tipologia, in relazione con i concetti di base forniti nella prima sezione del Manuale. 

Questa avvertenza vale per chiunque porti questo libro, a qualsiasi titolo e in qualsiasi anno di corso. 

 

s.g. 14.6.14

Programmi didattici 2014-2015
Dom 05 Ott 2014 Sab 31 Ott 2015

Prego gli studenti di attenersi rigorosamente a quanto trovano esposto in questa pagina web, all'interno del sito del Dipartimento di Filosofia, sui seguenti tre presupposti:

- curo io personalmente tutte le informazioni qui offerte: è dunque perfettamente inutile chiedermi via mail o in altro modo conferma di quanto qui si legge;

- altre pagine web non curate da me possono contenere errori o omissioni di cui non sono responsabile;

- questa pagina contiene aggiornamenti in tempo reale su possibili spostamenti di orario, disfunzioni che si verifichino o correzioni via via apportate a programmi, dispense ecc.  

L'uso della posta elettronica (stefano.gensini@uniroma1.it) va limitato alla richiesta di informazioni non presenti in questa pagina web. Dato il continuo afflusso di domande riferite a notizie qui esaustivamente date, lo scambio di mail diventa sia per me sia per Voi una inutile perdita di tempo. 

E' invece molto gradita la segnalazione di possibili incongruenze o vere e proprie inesattezze contenute in siti dell'università differenti da questo, e pertanto da me non gestiti. Ed è soprattutto gradito un uso culturale e non burocratico della posta elettronica: domande di chiarimento su concetti e problemi, richiesta o segnalazione di iniziative ecc. 

 

Stefano Gensini 05.10.2014

 

CANALIZZAZIONE INSEGNAMENTI DI "FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO"
Dom 12 Ott 2014 lun 14 Set 2015

Gli studenti e studentesse del corso di laurea in FILOSOFIA (di qualsiasi anno di corso) interessati a sostenere FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO per un corso di laurea triennale, a partire da quest'anno accademico 2014-2015 saranno suddivisi a seconda della lettera con cui inizia il loro cognome:

A-L  dovranno seguire le lezioni del prof. Stefano Gensini e attenersi al programma da questi indicato;

M-Z dovranno seguire i corsi della prof. Marina De Palo e attenersi al programma da questa indicato. 

Ciò, al fine di organizzare la frequenza in modo equilibrato e compatibile con le risorse di spazio di cui la Facoltà dispone. 

Chi non rispetti questa canalizzazione potrà non essere autorizzato a sostenere l'esame. 

N.B. Gli studenti dei corsi di laurea diversi da Filosofia (che normalmente desiderano conseguire 6 cfu) devono anch'essi - per insuperabili ristrettezze di spazi e risorse - attenersi alla canalizzazione di cui sopra, dividendosi a seconda della lettera con cui inizia il loro cognome. Ai fini dell'esame si fa presente:

- che il programma del modulo di base (il primo) è lo stesso per entrambi i docenti;

- che la commissione d'esame sarà unica;

- che il codice Infostud con cui dovranno prenotarsi (e collegato tecnicamente al prof. Gensini) non subisce variazione alcuna. 

proff. M. D., S.G. (12 ottobre 2014)  

USO DELLE DISPENSE
lun 24 Nov 2014 Mar 24 Nov 2015

Le dispense contenute in questo sito possono essere liberamente scaricate. Quelle relative ai moduli monografici (Rinascimento, Vico, Gramsci ecc.) sono ovviamente pertinenti solo ad essi e vanno utilizzate solo da chi porti (sia pure in anni successivi al corso) tali programmi. 

Le dispense relative alla parte istituzionale (Basi semiotiche, Saussure, Corso di recupero ecc.) sono invece valide per tale sezione del programma (di norma il I modulo impartito ogni anno) senza distinzione di anno di corso. Esse sono state pensate COME AIUTO alla preparazione degli esami E NON IN SOSTITUZIONE DELLO STUDIO DELLA BIBLIOGRAFIA. 

Italiano

Stefano Gensini (Firenze 1953-) è ordinario per il SSD M-FIL/05, Filosofia e teoria dei linguaggi. Insegna alla Sapienza dal 1 novembre 2006. è responsabile degli insegnamenti di Filosofia del linguaggio e Storia del pensiero linguistico. In precedenza ha insegnato come titolare Semiotica del testo presso l‘Università degli Studi di Cagliari (Facoltà di Magistero: 1987-1994), Semiotica presso l‘Università di Salerno (Facoltà di Lettere e Filosofia: 1994-2000), Filosofia del linguaggio e Semiotica presso l‘Università di Napoli "L‘Orientale" (Facoltà di Lettere e Filosofia: 2000-2006), dove è stato presidente del corso di laurea in Filosofia e comunicazione e della specialistica in Comunicazione interculturale. Ha inoltre insegnato per affidamento Storia della grammatica e della lingua italiana, Storia della lingua italiana, Linguistica italiana. Si occupa di storia delle idee sul segno e le lingue (in particolare autori come Leibniz, Vico, Leopardi, Darwin), problemi di teoria semiotica e di filosofia delle lingue (in particolare le basi naturali del linguaggio, la comunicazione animale, la teoria della metafora), temi di comunicazione politica e di sociolinguistica italiana, anche in chiave educativa. Ha al suo attivo oltre 150 pubblicazioni, parecchie delle quali in lingua inglese. E’ membro della redazione delle riviste Beiträge zur Geschichte der Sprachwissenschaft, Studi filosofici, Bollettino di Italianistica, Comunicazione politica. Dal 2013 dirige, con Giovanni Manetti, la rivista "Blityri. Storia delle idee sui segni e le lingue" (Ets ed., Pisa). Socio fondatore della “Società di filosofia del linguaggio”, è membro di diverse società internazionali interessate alla storia delle idee linguistiche e semiologiche.
 


Inglese

 Stefano Gensini (Firenze 1953-) is since 2006 full professor at the Department of Philosophy of the University of Rome “La Sapienza”, where he gives courses on Philosophy of Language and History of linguistic thought. Formerly, he was on the chair of Text Semiotics (University of Cagliari), Semiotics (Salerno), Philosophy of Language and Semiotics (Naples, Orientale). At Naples, Orientale, he was responsabile of a three-year degree on “Philosophy and Communication” as well as of a specialist degree on “Intercultural Communication”. Gensini’s scientific interests include topics in Semiotics and Philosophy of language (the natural constraints of language, animal communication, the theory of metaphor etc.), the history of language ideas (focusing on authors such as Leibniz, Vico, Leopardi, Darwin), educational linguistics. His curriculum includes aprox. 150 publications, several of which in English language. Gensini is since its foundation member of the “Società di filosofia del linguaggio” and partecipates to the editorial board of scientific journals such as Beiträge zur Geschichte der Sprachswissenschaft, Studi filosofici, Bollettino di Italianistica, Comunicazione Politica. Since 2013 he is editor (in collaboration with Giovanni Manetti, Univ. of Siena) of the international journal "Blityri. Storia delle idee sui segni e le lingue" (Ets Pub. Co, Pisa). 


Sono presenti 6 pubblicazioni. Visualizza

Sono presenti 62 dispense. Visualizza