Stefano Gensini

Ordinario
M-FIL/05 ( Filosofia e teoria dei linguaggi )
Filosofia 26659 ( L-5 )
Filosofia
210 Villa MIrafiori (2ndo piano)
Telefono +390649917279
Visualizza programmi a.a. 2017-2018  a.a. 2016-2017
Ricevimento

Di norma il GIOVEDI', stanza 210 di Villa Mirafiori (2ndo piano), dalle 10.45. Nei periodi in cui non vi è lezione, in relazione a esigenze di servizio diverse (esami, riunioni ecc.), il ricevimento è suscettibile di spostamenti. Prego pertanto di consultare questa bacheca o la bacheca elettronica del Dipartimento di Filosofia per accertarsi di possibili variazioni (contingenti) di giorno e/o di orario. VEDERE SOTTO, IN QUESTA STESSA PAGINA
I laureandi sono pregati di contattarmi direttamente (stefano.gensini@uniroma1.it o per telefono) per concordare un appuntamento personalizzato, che potrà aver luogo in orario diverso da quello indicato. 
L'orario indicato ha valore fino al 31 maggio 2018. 

Nuovo orario di ricevimento
Dom 19 Nov 2017 Gio 31 Mag 2018

Da questa settimana - su richiesta di diversi studenti - il ricevimento ordinario è spostato al giovedì, dalle ore 10.45, sempre presso la stanza 210 di Villa Mirafiori (2ndo piano). Tale orario sarà valido fino alla fine delle lezioni di quest'anno accademico, ovvero fino al 31 maggio 2018. 

I laureandi sono come sempre pregati di avvertirmi in anticipo scrivendo all'indirizzo email stefano.gensini@uniroma1.it. 

 

SG 19-11-17

Programmi individualizzati di Storia della filosofia del linguaggio
Mer 01 Nov 2017 lun 31 Dic 2018

[Anno accademico 2017-18)]

Ipotesi di programma individualizzato

per i soli frequentanti

 

Il programma prevede lo studio accurato di Struttura assente di Eco, testo comune a tutti i frequentanti, e una tesina da svolgere – a scelta – su uno dei testi seguenti (con eventuale bibliografia di appoggio). La tesina avrà una lunghezza compresa fra le 6 e le 10 cartelle dattilo o video-scritte (pari a 12-20.000 caratteri, spazi e bibliografia inclusi). Gli interessati sono invitati a contattarmi in orario di ricevimento o via mail. 

Argomenti suggeriti (ciascuno dovrà poi contattarmi per accordi e eventuali indicazioni pratiche sui testi)

 

1.      Ricezione di Saussure in Italia (saggi di Carlucci e Venier, recensione Terracini)

2.      Le tesi di Praga del 1929 (a c. di E. Garroni; consultare volume Raynaud)

3.      La semiotica di Mukarovskij (volumetto dell’a., Funzione ecc., presso Einaudi)

4.      La teoria di Hjelmslev (Saggi linguistici a c. di M. Prampolini, Pratiche ed.)

5.      Charles Morris, Lineamenti di una teoria dei segni , più volte rist.

6.      É. Buyssens, Le langage et le discours (reperibile in biblioteca)

7.      La teoria della comunicazione (in Shannon-Weaver, Miller, Jakobson)

8.      Gli inizi della prossemica (vol. Hall, La dimensione nascosta)

9.      La scoperta delle lingue dei segni (Stokoe, Sign Language Structure, 1960, online)

10.  Lotman e lo strutturalismo sovietico (volumetto a cura di U. Eco, Bompiani)

11.  Roland Barthes (Elementi di semiologia, Einaudi; consultare volume Marrone)

12.  La semiotica di Luis Prieto (volume Lineamenti di semiologia, Laterza)

13.  Il primo Eco, Opera aperta, 1962 

14.  Garroni, Ricognizione della semiotica (Officina, 1977)

15.  De Mauro e la semantica (Senso e significato, Adriatica ed., 1971)

16.  Linguaggio e emozione (pagine da Darwin, The Expression of Emotions …; articoli di Paul Ekman)

17.  Gli inizi della cinesica (volume Kinesics  1952 di Birdwhistell) …… 

Cambio canale
Dom 22 Ott 2017 Sab 30 Giu 2018

A seguito delle numerose richieste, d'intesa con la collega De Palo - e malgrado il contrario parere degli uffici - abbiamo deciso di consentire il cambio di canale a un ristretto numero di studenti (10 per ciascun canale) che manifestino giustificate ragioni per tale spostamento. Gli interessati debbono inviare un messaggio di posta elettronica congiuntamente agli indirizzi stefano.gensini@uniroma1.it e madepalo@libero.it richiedendo il passaggio dal canale A-L allo M-Z o viceversa, per motivi di orario. 

Saranno autorizzati da ciascun docente i primi dieci richiedenti, non potendo oltrepassare, per ragioni di pesi didattici, un certo numero di cambi. Questi studenti seguiranno il docente prescelto, ma dovranno prenotarsi in Infostud col docente "canalizzato" e stampare la ricevuta. 

Svolgendosi l'esame con commissione unica, il docente verbalizzante sarà in ogni caso quello previsto dalla canalizzazione. 

 

SG 22-10-2017

A proposito delle idoneità linguistiche
Dom 22 Ott 2017 lun 31 Dic 2018

Verbalizzare i cfu relativi alle cosiddette "conoscenze linguistiche" (PER LA CONOSCENZA DI ALMENO UNA LINGUA STRANIERA o ULTERIORI CONOSCENZE LINGUISTICHE) è necessario per presentarsi all'esame di laurea (triennale o magistrale). A tal fine, gli studenti sono tenuti a presentarsi presso i docenti verbalizzatori per vedersi riconosciuti i relativi crediti, cosa che avviene obbligatoriamente NEL CORSO DEGLI APPELLI UFFICIALI, ORDINARI O STRAORDINARI esibendo (1) l'apposita prenotazione in Infostud e (2) la lettera con cui il tutor di tesi certifica il diritto ai crediti sulla base di letture o esercitazioni previamente affidate al laureando. In assenza di uno o di entrambi questi documenti non è possibile verbalizzare l'esame. 

Lo studente è tenuto a informarsi sulle scadenze entro cui deve conseguire i predetti cfu e presentarsi presso uno dei docenti verbalizzatori IN TEMPO UTILE per ottemperare ai propri obblighi. Deve dunque tener conto degli appelli ORDINARI O STRAORDINARI aperti dal docente, che sono inseriti in base alle indicazioni della Presidenza di Facoltà e non arbitrariamente decisi dal singolo. Chi omette di fare ciò, fisiologicamente si trova nella impossibilità di conseguire il titolo richiesto e dunque di presentarsi in regola all'esame di laurea. 

Si prega dunque di attenersi a tali - ovvie - indicazioni e di non richiedere appelli individuali che non sono previsti dal regolamento di Facoltà e che rappresenterebbero una patente violazione del principio di parità cui tutti dobbiamo conformarci. 

 

LEZIONI A.A. 2017-2018 (PRIMO SEMESTRE)
Sab 23 Set 2017 Mer 31 Gen 2018

Corso di laurea triennale (Filosofia del linguaggio)

lunedì 8.30-10.30 aula 3 (lato giardino) 

giovedì 8.30-10.30 aula 6

Corso di laurea magistrale (Storia della filosofia del linguaggio)

lunedì 11.30-13.30 aula X 

mercoledì 10.30-12.30 aula X 

Tutte le lezioni si svolgono a Villa Mirafiori.

Entrambi i corsi inizieranno il lunedì 9 ottobre 2017. 

TESI DI LAUREA e LAUREA MAGISTRALE
Dom 18 Dic 2016 Mar 31 Lug 2018

Gentili studenti, in riferimento alle sempre numerose (e gradite) richieste di tesi di laurea o di tesi di laurea magistrale, devo comunicarvi di aver chiesto e ottenuto dal Corso di laurea una dispensa dal compito di tutor dal 1.12.2016 al 30.6.2018. Motivo di ciò è il mio inserimento nella commissione nazionale per l'abilitazione dei professori universitari (SSC 11/C IV, Estetica e Filosofia del linguaggio), un incarico istituzionale molto impegnativo (e a titolo gratuito) che assorbirà ampia parte del mio tempo di qui alla data indicata. Restano escluse da tale esonero solo alcune poche tesi già in avanzato stato di realizzazione, che saranno discusse nei prossimi mesi. 

Vi prego dunque di voler prendere atto di questa situazione e di rivolere ad altri colleghi le vostre richieste. Ovviamente, allo scadere dell'esonero la mia disponibilità sarà pienamente rinnovata. 

S.G. 18-12-2016 

MODALITa' DI SVOLGIMENTO DELL'ESAME
Dom 07 Feb 2016 Mer 07 Feb 2018

Chi sostiene per la prima volta l'esame di FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO deve fare lo scritto sulla parte istituzionale del programma (I modulo), sia che intenda conseguire 6 cfu, sia che ne intenda conseguire 12. Lo scritto verte - per i programmi degli a.a. 2014-15 e 2015-16 - sui testi (1) Elementi di Semiotica e (2) Saussure, Corso di linguistica generale.

L'esame prosegue con la discussione dello scritto e l'interrogazione sui restanti testi previsti dal programma. Sono ammessi all'orale coloro che abbiamo ottenuto almeno 18/30 nello scritto. Quest'ultimo consta normalmente di una serie di domande, in parte a risposta multipla (punti da 0 a 1 ciascuna), in parte a risposta aperta (punti da 0 a 2).

Scritto e orale si svolgono di norma nello stesso giorno, tranne che, per l'alto numero dei presenti, non si sia costretti a distribuire gli orali su più sedute. Dato che il numero delle prenotazioni in Infostud non corrisponde mai a quello delle effettive presenze (perché chi rinuncia all'esame non si preoccupa di informare), è impossibile sapere in anticipo se l'esame sarà scaglionato su diversi giorni oppure no. Il docente scopre la cosa il giorno stesso, esattamente come lo studente. 

L'aula in cui l'esame si svolge può variare a seconda delle disponibilità, ma di norma vengono utilizzate o l'aula 12 o l'aula 1 (lato giardino). 

Si consiglia di consultare Infostud nei giorni precedenti all'appello per eventuali variazioni. 

Chi non ha frequentato deve attenersi al programma "per non frequentanti", pubblicato nell'apposita sezione (vedi sopra, "Programmi"). I libri vanno di norma studiati per intero, salvo diversa indicazione. 

Soprattutto agli studenti di corsi di laurea diversi da Filosofia si consiglia di non lasciare questo esame alla fine della propria carriera (quando si ha urgenza di laurearsi) perché, dato il suo carattere tecnico, che non ha precedenti nell'insegnamento secondario,  può richiedere una preparazione particolarmente accurata. 

Programmi per non frequentanti/ MAGISTRALE
Sab 21 Mar 2015 lun 31 Dic 2018

Chi non abbia la possibilità di seguire assiduamente le lezioni NON DEVE fare riferimento al programma RELATIVO ALL'ANNO IN CORSO esposto in questo sito, ma attenersi alle indicazioni seguenti:

_________________________________________________________

A) Studenti di filosofia o di altri corsi di laurea che abbiano fatto nella triennale un esame di Filosofia del linguaggio, Linguistica generale o Semiotica:

1. S. Gensini (a c. di), Apogeo e fine di Babele, ETS, Pisa 2016

2. Filosofie del linguaggio, a c. di F. Cimatti e F. Piazza, Caroccci, Roma 2016

__________________________________________________________

B) Studenti di qualsiasi corso di laurea che NON abbiano fatto nella triennale un esame di Filosofia del linguaggio o semiotica:

1. S. Gensini (a c. di),  Manuale di semiotica, Carocci, Roma 2004 (o ristampe)

2. T. De Mauro, Il linguaggio tra natura e storia, Mondadori Università / Sapienza, Milano 2008.  

 

Italiano

Stefano Gensini (Firenze 1953-) è ordinario per il SSD M-FIL/05, Filosofia e teoria dei linguaggi. Insegna alla Sapienza dal 1 novembre 2006. è responsabile degli insegnamenti di Filosofia del linguaggio e Storia del pensiero linguistico. In precedenza ha insegnato come titolare Semiotica del testo presso l‘Università degli Studi di Cagliari (Facoltà di Magistero: 1987-1994), Semiotica presso l‘Università di Salerno (Facoltà di Lettere e Filosofia: 1994-2000), Filosofia del linguaggio e Semiotica presso l‘Università di Napoli "L‘Orientale" (Facoltà di Lettere e Filosofia: 2000-2006), dove è stato presidente del corso di laurea in Filosofia e comunicazione e della specialistica in Comunicazione interculturale. Ha inoltre insegnato per affidamento Storia della grammatica e della lingua italiana, Storia della lingua italiana, Linguistica italiana. Si occupa di storia delle idee sul segno e le lingue (in particolare autori come Leibniz, Vico, Leopardi, Darwin), problemi di teoria semiotica e di filosofia delle lingue (in particolare le basi naturali del linguaggio, la comunicazione animale, la teoria della metafora), temi di comunicazione politica e di sociolinguistica italiana, anche in chiave educativa. Ha al suo attivo oltre 150 pubblicazioni, parecchie delle quali in lingua inglese. E’ membro della redazione delle riviste Beiträge zur Geschichte der Sprachwissenschaft, Studi filosofici, Bollettino di Italianistica, Comunicazione politica. Dal 2013 dirige, con Giovanni Manetti, la rivista "Blityri. Storia delle idee sui segni e le lingue" (Ets ed., Pisa). Socio fondatore della “Società di filosofia del linguaggio”, è membro di diverse società internazionali interessate alla storia delle idee linguistiche e semiologiche.
 


Inglese

 Stefano Gensini (Firenze 1953-) is since 2006 full professor at the Department of Philosophy of the University of Rome “La Sapienza”, where he gives courses on Philosophy of Language and History of linguistic thought. Formerly, he was on the chair of Text Semiotics (University of Cagliari), Semiotics (Salerno), Philosophy of Language and Semiotics (Naples, Orientale). At Naples, Orientale, he was responsabile of a three-year degree on “Philosophy and Communication” as well as of a specialist degree on “Intercultural Communication”. Gensini’s scientific interests include topics in Semiotics and Philosophy of language (the natural constraints of language, animal communication, the theory of metaphor etc.), the history of language ideas (focusing on authors such as Leibniz, Vico, Leopardi, Darwin), educational linguistics. His curriculum includes aprox. 150 publications, several of which in English language. Gensini is since its foundation member of the “Società di filosofia del linguaggio” and partecipates to the editorial board of scientific journals such as Beiträge zur Geschichte der Sprachswissenschaft, Studi filosofici, Bollettino di Italianistica, Comunicazione Politica. Since 2013 he is editor (in collaboration with Giovanni Manetti, Univ. of Siena) of the international journal "Blityri. Storia delle idee sui segni e le lingue" (Ets Pub. Co, Pisa). 


Sono presenti 6 pubblicazioni. Visualizza

Sono presenti 105 dispense. Visualizza