Irene Baldriga

Ricercatore a tempo determinato
L-ART/04 ( Museologia e critica )
Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo
21 (storia dell'arte)
Telefono (+39) 06 49911
Visualizza programmi a.a. 2022-2023  a.a. 2021-2022
Ricevimento

Il ricevimento si svolge in presenza e occasionalmente online. Gli studenti possono prenotarsi scrivendo alla docente per e-mail, precisando l'argomento del colloquio.

Inizio Corso di Museologia a.a. 2022-2023 II semestre
lun 06 Feb 2023 Ven 31 Mar 2023

Il corso di Museologia avrà inizio il giorno 28 febbraio presso l'aula Venturi (ore 15).

Gli studenti frequentanti sono pregati di iscriversi sulla Google Classroom appositamente attivata per il corso: codice qhdrmg3

SI RICORDA CHE PER SOSTENERE L'ESAME E' NECESSARIA UNA BUONA CONOSCENZA DELLA STORIA

DELL'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA.

Appelli Sessione Invernale
Gio 03 Nov 2022 Mar 28 Feb 2023
Si comunicato le date degli appelli della sessione invernale:
 
MUSEOLOGIA 
17 gennaio 2023
20 febbraio 2023
 
DIDATTICA DEL MUSEO 
10 gennaio 2023
26 gennaio 2023
23 febbraio 2023
Italiano

Irene Baldriga è ricercatore RTDB presso il Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte e Spettacolo. Si è dottorata e specializzata presso l’Università Sapienza di Roma. Ha beneficiato di borse di studio, in Italia e all’estero (Paesi Bassi, Belgio), per approfondire aspetti dell’arte fiamminga e olandese in età rinascimentale e barocca. I suoi studi si sono concentrati principalmente sul rapporto arte-scienza tra Italia e nord-Europa, sulla storia del collezionismo artistico e scientifico tra XVI e XVII secolo, sulla storia sociale dell’arte in ambito nordico. Ha collaborato a numerosi gruppi di ricerca internazionali sulla storia della Repubblica delle Lettere, occupandosi del ruolo della corrispondenza, dei rapporti tra le accademie, della circolazione dei modelli culturali. Negli ultimi anni, si è occupata di temi di museologia, didattica e narrazione del patrimonio, storia della fruizione, tutela, comunicazione e valorizzazione dei beni culturali.
Nel settore della museologia, ha collaborato con musei e istituti di ricerca internazionali (Musei Vaticani, Ecole du Louvre, INHA); nel 2012 ha coordinato il progetto europeo ITEMS (Innovative Teaching for European Museum Strategies), per il quale ha ricevuto il premio Star Project.
Si è occupata, in vari ruoli, di didattica della storia dell’arte, ricerca metodologica e formazione del personale docente nel settore scolastico, sviluppando progetti sul rapporto scuola/museo. E’ stata professore a contratto presso il circuito statunitense IES e presso il master IULM in Management delle Risorse Artistiche e Culturali. Dal 2013 al 2019 è stata presidente dell’Associazione Nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte. Nel 2016, il governo francese le ha conferito il titolo di cavaliere dell'Ordine delle Palme Accademiche. Dal 2021 è membro del comitato scientifico della rivista Galilaeana. Studies in Renaissance and Early Modern Science (Leo S. Olschki Editore, ISSN 1971-6052) e partecipa all'advisory board del Rome Museum Exhibition.
Dal gennaio 2022 è membro del GREM, Groupe de Recherche sur l'Education des Musées dell'Università del Quebec a Montreal (Canada).
Oltre ai numerosi articoli e saggi pubblicati  in riviste e raccolte di studi, in Italia e all’estero, è autrice di alcune monografie, tra cui “L’occhio della lince. I primi licei tra arte, scienza e collezionismo (1601-1630)” (Accademia Nazionale dei Lincei, 2002), “Diritto alla bellezza. Educazione al patrimonio artistico, sostenibilità, cittadinanza” (Le Monnier Università, 2018), Estetica della cittadinanza (Le Monnier Università, 2021) e il manuale “Dentro l’arte. Contesto, metodo, confronti” (Mondadori Education, 2016).
Tra i suoi contributi più recenti, si segnalano gli studi su Raffaello e la pittura del Nord (2021), sull’arte della memoria in ambiente gesuita (“Cristoforo Clavio e la cultura scientifica del suo tempo”) e la collaborazione al catalogo della mostra su Theodoor van Loon (Koninklijke Musea voor Schone Kunsten van België, 2019), artista caravaggesco strettamente legato alla cerchia lincea e al neo-stoicismo lipsiano.


Inglese

Irene Baldriga is a researcher at Sapienza University, where she achieved her degree, Ph.D and post-graduate specialization. She was awarded with several international grants, particularly to develop knowledge and competences in the field of Northern Renaissance and Baroque painting. Her interests spread from the connections between art and science in Italy and Northern Europe during the XVIth and XVIIth century, up to the history of collections and the social history of art in Flanders and in the Low Countries. She has collaborated with a number of international research teams focused on the Republic of Letters (European Science Foundation), dealing with the role of correspondence, the connections among academies and the circulation of cultural patterns in modern Europe. In the latest years, she has greatly enhanced her research activity and involvement in the field of museology, under a variety of perspectives, including didactics, political function, history of aesthetic experience, displays, social issues. In this particular context, she has been collaborating with international institutions, among which the Vatican Museums and the Ecole du Louvre. As a coordinator of the European project ITEMS, she was awarded with the Star Project prize. For her cultural engagement, in 2016 the French government assigned her the title of Chevalier of the Ordre des Palmes Academiques. Since 2021 she is a member of the scientitic board of Galilaeana. Studies in Renaissance and Early Modern Science (Leo S. Olschki Editore, ISSN 1971-6052) and of the advisory board of Rome Museum Exhibition.
Since January 2022, she is a member of GREM, Groupe de Recherche sur l'Education des Musées (Université du Quebec à Montreal).
She matured a wide experience in the field of cultural heritage didactics, as an instructor and by acting with responsibility of leadership and coordination. She has taught as a contract professor within Italian and International academic institutions. She has published extensively in Italy and abroad: essays for academic magazines, several scientific papers for collective volumes (Cambridge University Press, Dutch Royal Academy, Oxford University Press, Brill) and some monographs, among which “L’occhio della lince. I primi Lincei tra arte, scienza e collezionismo (1601-1630)” (Accademia Nazionale dei Lincei, 2002), “Diritto alla bellezza. Educazione al patrimonio artistico, sostenibilità, cittadinanza” (Le Monnier Università, 2018), “Estetica della cittadinanza” (Le Monnier Università, 2020). She is a member of the scientific board of the Center for educational research on citizenships, social innovation and accessibility of Bologna University.


Nessuna pubblicazione disponibile.

Nessuna dispensa disponibile.

Nessun appello di esame disponibile.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma