Paola Buzi

Ordinario
L-OR/02 ( Egittologia e Civilta copta )
Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo
Dipartimento SARAS, sezione di Studi Storico-religiosi, Studio 2, II piano (ora ri-denominato III piano), ala destra
Telefono 06 49913904
Visualizza programmi a.a. 2019-2020  a.a. 2018-2019
Ricevimento

Si vedano gli avvisi.
Si consiglia comunque vivamente di contattare la docente per una conferma (paola.buzi@uniroma1.it).
 

prossimi appelli d'esame
Mer 10 Giu 2020 Gio 10 Set 2020

AGGIORNAMENTO 10 GIUGNO 2020

I prossimi appelli d'esame si terranno il 15 giugno e il 6 luglio. Entrambi si svolgeranno in modalità telematica, secondo le indicazioni fornite in Infostud. Qualche giorno prima dell'appello agli iscritti verrà comunicato email a che ora collegarsi, così da evitare attese troppo lunghe.

Ancora non è possibile prevedere se gli appelli di settembre e novembre saranno in presenza.

IMPORTANTE: Si segnala che, per disposizione del Rettore, da questa sessione le prenotazioni (e le eventuali cancellazioni) si chiudono 15 giorni prima di ogni appello. Chi decidesse di non sostenere più l'esame nella data inizialmente prescelta, dovrà avvisare la docente via email.

Creazione della "classe di arte egiziana" e della "classe di letteratura egiziana" in Google Classroom
Gio 12 Mar 2020 Ven 12 Mar 2021

AGGIORNAMENTO: 2 APRILE 2020

Sono a disposizione degli studenti due "Google Classrooms" per condividere progressivamente vari materiali didattici.

Il codice per accedere alla "classe di arte egiziana" è: yf7yj2q

Il codice per accedere alla "classe di letteratura egiziana" è: 62c6ygf

 

Si può accedere a Classroom solo attraverso la posta elettronica istituzionale.

 

Dal 13 marzo vengono caricate in Classroom anche le registrazioni delle lezioni.

Dal 6 aprile verranno caricati anche i power point delle lezioni di lingua egiziana.

IMPORTANTE: Requisiti per chiedere la tesi di laurea magistrale in Egittologia
Gio 21 Nov 2019 Sab 21 Nov 2020

Si ricorda agli studenti che intendano conseguire la laurea magistrale in Egittologia che non verranno assegnate tesi a chi non abbia seguito il corso di lingua egiziana (per chi è interessato all'Egitto faraonico) o di lingua copta (per chi vuole specializzasri in Egitto tardoantico).

Non verrà fatta nessuna eccezione, dal momento che per una cultura come quella egiziana la conoscenza diretta dei testi è essenziale anche per chi voglia dedicarsi alla preistoria o alla storia dell'arte.

E' inoltre essenziale saper maneggiare inglese, francese e tedesco, almeno ai fini della lettura dei testi di riferimento.

Corso di Alta Formazione in Egittologia
Mar 05 Nov 2019 Mer 05 Ago 2020

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN EGITTOLOGIA: "Dalla formazione alla ricerca" 

III ciclo: "La pratica della scrittura in Egitto: forme, funzioni, contesti"

 

 

 ATTENZIONE: A CAUSA DELL'EMERGENZA COVID-19, IL CORSO E' POSTICIPATO AL PROSSIMO ANNO ACCADEMICO,

E AVRA' LUOGO VEROSIMILMENTE A FEBBRAIO. 

A SETTEMBRE MAGGIORI INFORMAZIONI VERRANNO COMUNICATE ATTRAVERSO QUESTA PAGINA.

 

PROGRAMMA PROVVISORIO (aggiornato al 1 febbraio 2020)

Il corso di quest’anno intende proporre un approfondimento intensivo sulle forme e gli usi della scrittura in Egitto attraverso una prospettiva diacronica (dalle origini fino alle contaminazioni/rielaborazioni tarde) e una varietà di approcci complementari (filologico, archeologico, storico-culturale). Scopo principale è quello di illustrare la ricchezza delle forme, la pluralità delle funzioni, la complessità degli ambiti d’uso, offrendo allo studente gli strumenti critici per analizzare i diversi tipi di scrittura (geroglifico, geroglifico tolemaico, ieratico, demotico) in relazione alle principali categorie testuali, ai supporti materiali e ai contesti sociali e culturali della pratica scrittoria. L'ampiezza del range cronologico permetterà allo studente di valutare le specificità sincroniche e le trasformazioni diacroniche della/e scrittura/e, affinando sensibilità storica e capacità critiche nell’esame dei testi; le esperienze pratiche gli consentiranno di approcciare in maniera diretta oggetti e documenti originali, imparando ad apprezzarne l’imprescindibile dimensione materiale; le lezioni frontali, infine, lo orienteranno nell’inquadramento storico-culturale delle fonti discusse. Obiettiivo finale è quello di rendere lo studente autonomo di fronte alle questioni che le diverse manifestazioni scrittorie in Egitto sollevano, attento ai metodi d’indagine, critico nell’interpretazione dei dati.

I MODULO: lunedì 22 giugno 2020: Gli strumenti della ricerca egittologica e dello studio dei testi

 

Introduzione: finalità e modalità del corso (Prof. Paola Buzi, “Sapienza” Università di Roma)

Gli strumenti della ricerca archeologica: biblioteche, cataloghi elettronici, repertori, lessici, riviste, atlanti, manuali, database e altre risorse online, ovvero il bagaglio di base di un buon egittologo (Dott. Angelo Colonna, “Sapienza” Università di Roma

Filologia, edizione del testo ed ecdotica: le buone prassi e la giusta terminologia (Prof.ssa Paola Buzi, “Sapienza” Università di Roma)

Approfondimenti tematici

“La scrittura arcaica e le placchette protodinastiche” (Dott. Angelo Colonna, “Sapienza” Università di Roma)

“I testi di Deir el-Medina”, con esercitazione pratica (Dott. Federico Contardi, Università di Firenze

"I rapporti tra Egitto e Vicino Oriente nel III millennio a.C. Fonti e metodi di ricerca (I parte)” (Prof.ssa Maria Giovanna Biga, “Sapienza” Università di Roma)

 

II MODULO: martedì 23 giugno 2020: La stesura di un progetto di ricerca di dottorato e non: teoria e prassi

La stesura di un progetto di ricerca, di dottorato e non: dalla scelta del tema alla realizzazione pratica. La preparazione di un curriculum vitae. Dottorati e predottorati in Italia e all’estero: opportunità e metodi di selezione (Prof. Paola Buzi, “Sapienza” Università di Roma)

Approfondimenti tematici

“Le trasformazioni della scrittura in Egitto nel III e II millennio a.C. (età del bronzo)” (Prof. Alessandro Roccati, Università di Torino, Accademia delle Scienze di Torino)

“L’Autobiografia di Uni: un aggiornamento” (Prof.ssa Patrizia Piacentini, Università degli Studi di Milano) data e titolo da confermare

“La scrittura dei Testi delle Piramidi” (Dott. Angelo Colonna, “Sapienza” Università di Roma)

 

III MODULO: mercoledì 24 giugno 2020:La stesura di un articolo scientifico: teoria, prassi e strumenti

La stesura di un articolo scientifico: 1) Innovatività della tematica, chiarezza espositiva, finalità; 2) La bibliografia; 3) Pubblicare un articolo scientifico: come e dove; 4) Il meccanismo della peer review (Prof.ssa Paola Buzi, “Sapienza” Università di Roma)

“L’editoria digitale applicata ai beni culturali” (Dott. Julian Bogdani, “Sapienza” Università di Roma)

Approfondimenti tematici

 “ ‘Chiunque passi davanti a questa stele…’: come si legge una stele del Medio Regno” (Prof.ssa Gloria Rosati, Università di Firenze)

 

 

IV MODULO: giovedì 25 giugno 2020: La stesura di un progetto di ricerca nazionale e internazionale: le opportunità di ricerca post-dottorale.

Portale Bandi “Sapienza” Area Internazionalizzazione; Progetti SIR, Progetti ERC; Borse Marie Curie; ecc.(a cura dell’Area Internazionalizzazione della “Sapienza” Università di Roma, Dott.sse Giuditta Carabella e Rosa Di Stefani].

Approfondimenti tematici

“Gli archivi greco-demotici e il ruolo della papirologia” (Dott. Agostino Soldati, “Sapienza” Università di Roma

“La scrittura ‘enigmatica’ e il suo rapporto con i testi di età tolemaico-romana” (Prof. Franco Crevatin, Università di Trieste)

“I testi crittografici di età tolemaico-romana” (Prof. Emanuele Ciampini, Università di Venezia Ca’ Foscari)

 

V MODULO: venerdì 26 giugno 2020: Leggere, comprendere, rielaborare ed esporre: tecniche di relazione pubblica di una ricerca egittologica

Esposizione di brevi testi inviati anticipatamente agli studenti.

Approfondimenti tematici

"La sapienza dell'oppressore: immagini dell'Egitto nella Bibbia e nel Giudaismo antico" (Dr. Caterina Moro, Università degli Studi “Roma Tre”)

"I testi magici egiziani: tecniche compositive, supporti e finalità” (Prof.ssa Loredana Sist, “Sapienza” Università di Roma)

"I rapporti tra Egitto e Vicino Oriente nel III millennio a.C. Fonti e metodi di ricerca (II parte)” (Prof.ssa Maria Giovanna Biga, “Sapienza” Università di Roma)

 

VI MODULO: 27 giugno 2020: Descrizione e schedatura di manufatti egittologici: dall’osservazione alla produzione di un articolo scientifico

Approfondimento tematico

"I graffiti nel Nuovo Regno” (Dr. Chiara Salvador, Oxford University)

Esercizi di lettura al Museo Barracco (Dr. Angelo Colonna, “Sapienza” Università di Roma)

  • Il corso prevede l’attiva partecipazione dei frequentanti.
  • Ciascuna lezione sarà preceduta da letture e approfondimenti che i frequentanti dovranno obbligatoriamente e preventivamente effettuare sulla base di materiali forniti in anticipo dai docenti del corso.
  • Al termine del corso verrà rilasciato un attestato a chi ha frequentato almeno il 75% delle lezioni e ha presentato un progetto di ricerca, secondo le modalità spiegate durante le lezioni.
Italiano

Dal 1 febbraio 2017 Paola Buzi è Professore Ordinario di Egittologia e Civiltà Copta (s.d. L-OR/02, s.c. 10/N1).
Laureatasi presso La Sapienza Università di Roma nel 1995 - dove ha studiato Egittologia con Alessandro Roccati e Lingua e letteratura copta con Tito Orlandi - ha conseguito nel 2002 nel medesimo ateneo il dottorato di Ricerca in Egittologia. Per cinque anni ha poi collaborato con il Dipartimento di Archeologia dell’Alma Mater Università di Bologna in qualità di assegnista di ricerca, combinando interessi di Egittologia e di Cultura copta. Da gennaio a ottobre 2010 ha lavorato presso la Universität Hamburg, su incarico dell’Akademie der Wissenschaften zu Göttingen, allo scopo di catalogare i manoscritti copti conservati in Germania. Dal 1 novembre 2010 al 31 gennaio 2017 è stata Ricercatore a tempo indeterminato. 
Agli interessi di tipo storico-letterario e codicologico unisce da sempre quelli per la ricerca archeologica, egittologica e coptologica. Ha partecipato a numerosi scavi in Italia e in Egitto. Dal 2002 è membro della Missione Archeologica dell’ateneo bolognese e della Sapienza a Bakchias (Fayyum, Egitto), di cui dal 2008 è co-direttrice.
Dal 2014 è anche vice-direttore della missione archeologica a Manqabad (Assyut, Egitto) diretta da Rosanna Pirelli (Università di Napoli "L'Orientale").
E' membro del board dell'International Association of Coptic Studies (IACS).
E' membro dell'International Association of Egyptologists (IAE).
E' membro dell'Academia Ambrosiana (Classe di Scienze Africane).
È collaboratore scientifico del Corpus dei Manoscritti Copti Letterari (CMCL), impresa diretta da T. Orlandi; è membro del International Association for Coptic Studies (IACS) e dell’Istituto Italiano per la Cultura Egiziana (IICE).
Tra le principali collaborazioni scientifiche internazionali si segnalano: la partecipazione al progetto Comparative Oriental Manuscript Studies (Team 4: Cataloguing), supportato dalla European Science Foundation e la collaborazione con la Akademie der Wissenschaften zu Göttingen ai fini della catalogazione dei manoscritti copti conservati in Germania (Katalogisierung der Orientalischen Handschriften in Deutschland).
 
Pubblicazioni
Tra le sue pubblicazioni di carattere storico-letterario e codicologico degli ultimi dieci anni: Titoli ed autori nella tradizione copta. Studio storico e tipologico. Pisa-Roma 2005;  Manoscritti latini nell’Egitto tardo-antico. Con un censimento completo dei testi letterari e semi letterari (a cura di S. Cives), Imola 2005; Il Cristianesimo copto: Egitto, Etiopia e Nubia. Storia, letteratura e arte, Bologna 2006; Catalogo dei manoscritti copti Borgiani conservati presso la Biblioteca “Vittorio Emanuele II” di Napoli, con un profilo scientifico del cardinale Stefano Borgia e Georg Zoega, Accademia dei Lincei Classe di scienze Morali, Storiche e Filologiche – Memorie, Serie IX, Volume XXV, Fascicolo 1, Roma 2009; “The Life of Maximus and Domitius: Considerations for a Reconstruction of the Cultural Life of Western Lower Egypt in the late Coptic age”, in «Augustinianum» II  (2001), pp. 521-544; “Titles in the Coptic Manuscript Tradition: Complex Structure Titles and Extended Complex Structure Title”, in Coptic Studies on the Threshold of a New Millennium. Proceedings of the Seventh International Congress of Coptic Studies, Leiden, 27 August – 2 September 2004, Orientalia Lovaniensia Analecta 133, 2 voll., Brill, Leuven 2004, I, pp. 309-316; “Produzione e circolazione di testi latini letterari nel Fayyum in età tardo-antica”, in «Fayyum Studies» 1 (2004), pp. 79-86; “L’Egitto cristiano: caratteri linguistici, letterari ed artistici dell’età copta”, in S. Pernigotti (a cura di), L’Egitto Antico, Imola 2004, pp. 219-256; “Egitto copto o Egitto cristiano? Cenni per una corretta definizione dell’età tardo-antica della storia egiziana”, in «Archeogate» 06-03-2006; “Walter Ewing Crum”, in M. Capasso (ed.), Hermae. Scholars and Scholarship in Papyrology, Pisa-Roma 2007, pp. 107-113; “The Borgia Coptic Manuscripts Collection preserved in Naples: a new catalogue”, in Huitième Congres International d’Études Coptes, Paris, 27 giugno – 3 luglio 2004, Paris 2007, pp. 41-50; “La Vita di Pisenzio di Keft come fonte per l’indagine di alcuni aspetti della realtà socio-culturale dell’Egitto del VII sec.”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “Sacerdozio e società civile nell’Egitto Antico. Bologna 30-31 maggio 2007, Imola 2008, pp. 195-213; (in collaborazione con Alessandro Bausi) “Shenute of Atripe”, in S. Uhlig (ed.), Encyclopaedia Aethiopica, vol. 4, O-W, Wiesbaden 2009, pp. 648-650; "Biblioteca Apostolica Vaticana, Borg. copt. 109, fasc. 14: In Colluthum (Miracula Colluthi)”, in P. Buzi, D.V. Proverbio (eds.), Coptic treasures from the Vatican Library. A selection of Coptic, Copto- Arabic and Ethiopic manuscripts. Papers collected on the occasion of the Tenth International  Congress of Coptic Studies (Rome, September 17th-22nd, 2012), Studi e Testi 472, Città del   Vaticano 2012, pp. 139-150; Stefano Borgia’s Coptic manuscripts collection and the “strange case” of the Borgiano copto fund  in the Vatican Library”, in P. Buzi, D.V. Proverbio (eds.), Coptic treasures from the Vatican Library. A selection of    Coptic, Copto-  Arabic and Ethiopic manuscripts. Papers collected on the occasion  of the Tenth International Congress of Coptic Studies (Rome, September 17th-22nd, 2012), Studi e Testi 472, Città del Vaticano 2012, pp. 21-26; Coptic Manuscripts 7. The Manuscripts of the Staatsbibliothek zu Berlin Preußischer Kulturbesitz. Homiletic and Liturgical Manuscripts from the White Monastery. With two documents from Thebes and two Old Nubian Manuscripts, Verzeichnis der Orientalischen Handschriften in Deutschland XXI.7, Wiesbaden 2014.
Tra le sue pubblicazioni di carattere archeologico (degli ultimi dieci anni): “Ancora sulla necropoli tardo-antica di Karanis: indizi per la determinazione della datazione del definitivo abbandono del sito”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “Il Coccodrillo e il Cobra. Aspetti dell’universo religioso egiziano nel Fayyum e altrove, Bologna 20-21 aprile 2005, Imola 2006, pp. 111-133; “Tra ascetismo e cenobitismo: gli insediamenti monastici fayyumici”, in La pratica della religione nell’antico Egitto. Atti del X Convegno Nazionale di Egittologia e Papirologia (Roma, 1-2 febbraio 2006), «Aegyptus» LXXXV (2005), pp. 279-296; “Monaci e barbari: attività agricolo-pastorali e presenze faunistiche nel Deserto Occidentale e nel Fayyum secondo la Vita di Samuele di Kalamun”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “La terra, gli uomini, gli dèi: il paesaggio agricolo nell’Egitto Antico”, Bologna, 21-22 maggio 2006, Imola 2007, pp. 83-104; Bakchias XV. Rapporto preliminare della Campagna di scavo del novembre 2006”, «REAC» 9 (2007), pp. 21-39 (in collaborazione con Cristian Tassinari); “Nuove considerazioni sul complesso ecclesiastico del kom sud”, «REAC» 9 (2007), pp. 93-103; “Insediamenti cristiani a nord del Birket Qarun (Fayyum): il sito di al-Kan?’is”, «Ocnus» 16 (2008), pp. 107-112; “Bakchias tardo-antica: la chiesa del kom sud” in L’artigianato nell’Egitto antico. Atti dell’XI Convegno nazionale di Egittologia e papirologia, Chianciano 29-31 gennaio 2007, «Aegyptus» LXXXVII (2007), pp. 377-392; “Insediamenti cristiani non monastici nel Fayyum tra letteratura e archeologia: conoscenze acquisite e questioni aperte”, in R. Farioli Campanati, I. Baldini, Atti del Convegno Internazionale: Ideologia e cultura artistica tra Adriatico e Mediterraneo Orientale (IV-X secolo): il ruolo dell’autorità ecclesiastica alla luce di nuovi scavi e ricerche. Dipartimento di Archeologia, Bologna-Ravenna, 26-29 novembre 2007, Bologna 2009, pp. 199-206; “Una seconda chiesa a Bakchias. Nuove proposte interpretative sulla fase tardo-antica e cristiana della kome alla luce dei risultati della Campagna di scavo 2008”, in S. Pernigotti, E. Giorgi, P. Buzi (a cura di), Rapporto preliminare della XVII Campagna di Scavo a Bakchias, Imola 2009, pp. 75-89; (con E. Giorgi), Bakchias. Dall’archeologia alla storia, Bologna 2014.

 
   


Inglese

Since 1 February 2017, Paola Buzi is Full Professor of Egyptology and Coptic Studies.
She graduated from La Sapienza University in 1995 with a thesis on Coptic Language and Literature. In 2002 she obtained a PhD in Egyptology from the same university, with a dissertation entitled “Titles and Authors in the Coptic Literature”. She has worked as a fixed term lecturer (“assegnista di ricerca”) in the Department of Archaeology of Bologna for five years and from January 2010 she works on behalf of the Akademie der Wissenschfaten zu Göttingen at Hamburg University cataloguing the Coptic manuscripts preserved in the German collections. From 1 November 2010 to 31 January 2017 she was Assistant Professor of Egyptology and Coptic Studies at Sapienza University.
She sits on the Board of the International Association of Coptic Studies (IACS) and is a member of both International Associations of Egyptologists and the Academia Ambrosiana.
She combines historical, literary and codicological interests with archaeological activities. She has taken part in several excavation campaigns in Italy and in Egypt. Since 2002 she has been a member of the Archaeological Mission in Bakchias (Fayyum) and co-director of the same mission since 2008. She is also vice-director of the Italo-Egyptian Conservation Mission at the Coptic monastery of Abba Nefer (Manqabad, Asyut). She is scientific collaborator of the Corpus dei Manoscritti Copti Letterati (Rome, Hamburg) and a member of the Italian Institute for Egyptian Culture (IICE).  
Among her most important scientific collaborations the following should be listed: 1) co-Leader of Team 4 (Cataloguing) in the “Comparative Oriental Manuscripts Studies” (COMSt) project, financed by the European Science Foundation; 2) collaboration with the Akademie der Wissenschaften zu Göttingen for the “Katalogisierung der Orientalischen Handschriften in Deutschland” project; 3) collaboration with the Hiob Ludolf Centre and the Centre for the Study of Manuscript Cultures, Hamburg University.
Her publications range from Coptic literature to codicology and from archaeology to the history of Coptic and Egyptological studies.
Publications
Among her publications dedicated to history, literature and codicology (last ten years): Titoli ed autori nella tradizione copta. Studio storico e tipologico. Pisa-Roma 2005;  Manoscritti latini nell’Egitto tardo-antico. Con un censimento completo dei testi letterari e semi letterari (a cura di S. Cives), Imola 2005; Il Cristianesimo copto: Egitto, Etiopia e Nubia. Storia, letteratura e arte, Bologna 2006; Catalogo dei manoscritti copti Borgiani conservati presso la Biblioteca “Vittorio Emanuele II” di Napoli, con un profilo scientifico del cardinale Stefano Borgia e Georg Zoega, Accademia dei Lincei Classe di scienze Morali, Storiche e Filologiche – Memorie, Serie IX, Volume XXV, Fascicolo 1, Roma 2009; “The Life of Maximus and Domitius: Considerations for a Reconstruction of the Cultural Life of Western Lower Egypt in the late Coptic age”, in «Augustinianum» II  (2001), pp. 521-544; “Titles in the Coptic Manuscript Tradition: Complex Structure Titles and Extended Complex Structure Title”, in Coptic Studies on the Threshold of a New Millennium. Proceedings of the Seventh International Congress of Coptic Studies, Leiden, 27 August – 2 September 2004, Orientalia Lovaniensia Analecta 133, 2 voll., Brill, Leuven 2004, I, pp. 309-316; “Produzione e circolazione di testi latini letterari nel Fayyum in età tardo-antica”, in «Fayyum Studies» 1 (2004), pp. 79-86; “L’Egitto cristiano: caratteri linguistici, letterari ed artistici dell’età copta”, in S. Pernigotti (a cura di), L’Egitto Antico, Imola 2004, pp. 219-256; “Egitto copto o Egitto cristiano? Cenni per una corretta definizione dell’età tardo-antica della storia egiziana”, in «Archeogate» 06-03-2006; “Walter Ewing Crum”, in M. Capasso (ed.), Hermae. Scholars and Scholarship in Papyrology, Pisa-Roma 2007, pp. 107-113; “The Borgia Coptic Manuscripts Collection preserved in Naples: a new catalogue”, in Huitième Congres International d’Études Coptes, Paris, 27 giugno – 3 luglio 2004, Paris 2007, pp. 41-50; “La Vita di Pisenzio di Keft come fonte per l’indagine di alcuni aspetti della realtà socio-culturale dell’Egitto del VII sec.”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “Sacerdozio e società civile nell’Egitto Antico. Bologna 30-31 maggio 2007, Imola 2008, pp. 195-213; (in collaborazione con Alessandro Bausi) “Shenute of Atripe”, in S. Uhlig (ed.), Encyclopaedia Aethiopica, vol. 4, O-W, Wiesbaden 2009, pp. 648-650; "Biblioteca Apostolica Vaticana, Borg. copt. 109, fasc. 14: In Colluthum (Miracula Colluthi)”, in P. Buzi, D.V. Proverbio (eds.), Coptic treasures from the Vatican Library. A selection of Coptic, Copto- Arabic and Ethiopic manuscripts. Papers collected on the occasion of the Tenth International  Congress of Coptic Studies (Rome, September 17th-22nd, 2012), Studi e Testi 472, Città del   Vaticano 2012, pp. 139-150; Stefano Borgia’s Coptic manuscripts collection and the “strange case” of the Borgiano copto fund  in the Vatican Library”, in P. Buzi, D.V. Proverbio (eds.), Coptic treasures from the Vatican Library. A selection of    Coptic, Copto-  Arabic and Ethiopic manuscripts. Papers collected on the occasion  of the Tenth International Congress of Coptic Studies (Rome, September 17th-22nd, 2012), Studi e Testi 472, Città del Vaticano 2012, pp. 21-26; Coptic Manuscripts 7. The Manuscripts of the Staatsbibliothek zu Berlin Preußischer Kulturbesitz. Homiletic and Liturgical Manuscripts from the White Monastery. With two documents from Thebes and two Old Nubian Manuscripts, Verzeichnis der Orientalischen Handschriften in Deutschland XXI.7, Wiesbaden 2014.

Among her archaeological publications (last ten years): “Ancora sulla necropoli tardo-antica di Karanis: indizi per la determinazione della datazione del definitivo abbandono del sito”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “Il Coccodrillo e il Cobra. Aspetti dell’universo religioso egiziano nel Fayyum e altrove, Bologna 20-21 aprile 2005, Imola 2006, pp. 111-133; “Tra ascetismo e cenobitismo: gli insediamenti monastici fayyumici”, in La pratica della religione nell’antico Egitto. Atti del X Convegno Nazionale di Egittologia e Papirologia (Roma, 1-2 febbraio 2006), «Aegyptus» LXXXV (2005), pp. 279-296; “Monaci e barbari: attività agricolo-pastorali e presenze faunistiche nel Deserto Occidentale e nel Fayyum secondo la Vita di Samuele di Kalamun”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “La terra, gli uomini, gli dèi: il paesaggio agricolo nell’Egitto Antico”, Bologna, 21-22 maggio 2006, Imola 2007, pp. 83-104; Bakchias XV. Rapporto preliminare della Campagna di scavo del novembre 2006”, «REAC» 9 (2007), pp. 21-39 (in collaborazione con Cristian Tassinari); “Nuove considerazioni sul complesso ecclesiastico del kom sud”, «REAC» 9 (2007), pp. 93-103; “Insediamenti cristiani a nord del Birket Qarun (Fayyum): il sito di al-Kan?’is”, «Ocnus» 16 (2008), pp. 107-112; “Bakchias tardo-antica: la chiesa del kom sud” in L’artigianato nell’Egitto antico. Atti dell’XI Convegno nazionale di Egittologia e papirologia, Chianciano 29-31 gennaio 2007, «Aegyptus» LXXXVII (2007), pp. 377-392; “Insediamenti cristiani non monastici nel Fayyum tra letteratura e archeologia: conoscenze acquisite e questioni aperte”, in R. Farioli Campanati, I. Baldini, Atti del Convegno Internazionale: Ideologia e cultura artistica tra Adriatico e Mediterraneo Orientale (IV-X secolo): il ruolo dell’autorità ecclesiastica alla luce di nuovi scavi e ricerche. Dipartimento di Archeologia, Bologna-Ravenna, 26-29 novembre 2007, Bologna 2009, pp. 199-206; “Una seconda chiesa a Bakchias. Nuove proposte interpretative sulla fase tardo-antica e cristiana della kome alla luce dei risultati della Campagna di scavo 2008”, in S. Pernigotti, E. Giorgi, P. Buzi (a cura di), Rapporto preliminare della XVII Campagna di Scavo a Bakchias, Imola 2009, pp. 75-89; (in collaboration with E. Giorgi), Bakchias. Dall'archeologia alla storia, Bologna 2014.


Nessuna pubblicazione disponibile.

Sono presenti 41 dispense. Visualizza

Nessun appello di esame disponibile.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma