Programma di Elementi di Filologia della Letteratura italiana per la triennale di Lettere moderne 2018-2019

Elementi di Filologia della Letteratura italiana 6 cfu I sem. a.a. 2018-2019

Programma

Cenni di storia della filologia italiana. i vari tipi di edizione critica: diplomatica, interpretativa, unitestimoniale. I materiali scrittori, l’allestimento del manoscritto, il passaggio dal manoscritto alla stampa. Saranno illustrati esempi di edizione critica con trasmissione plurima di copia ed esempi per i quali si conserva l’autografo o la stampa sorvegliata dall’autore. Di questo secondo tipo di tradizione si occupa la “filologia di autore” di cui si illustreranno metodi e problemi rivolti a ricostruire la storia degli interventi apportati dall’autore.
- 10 ore: l’allestimento del manoscritto, la scrittura antica, l’avvento della stampa, nozioni di base nella trasmissione dei testi;
- 24 ore: Edizione critica sulla base di più di un testimone, inizio della recensio, rapporti tra i testimoni, articolazione dello stemma, scelte meccaniche, emendatio, varianti sostanziali e varianti formali. Esempi di edizione critica nella filologia di tradizione: Meravigliosamente di Giacomo da Lentini, la Commedia di Dante Alighieri. Esempi di edizione critica nella filologia d’autore: l’Orlando furioso dell’Ariosto, la quarantana dei Promessi sposi.
- 14 ore: esercitazioni con esposizione orale in classe in cui sono previste illustrazioni e approfondimenti di articoli connessi a particolari problemi di critica del testo applicata a opere della letteratura italiana, spiegazione dei criteri di restituzione del testo utilizzati in alcune edizioni critiche.

Testi consigliati
- 10 ore: primo fascicolo di dispense in cui sono in cui sono compresi esempi di descrizioni di manoscritti ed incunaboli, esempi di scritture utilizzate nei primi secoli della Letteratura italiana, esempi di prefazioni dei tipografi alle loro edizioni.
- 24 ore: secondo fascicolo di dispense in cui sono compresi esempi di edizione critica: Meravigliosamente di Giacomo da Lentini (ed. F. Brambilla Ageno), la Commedia di Dante Alighieri (ed. G. Petrocchi, A. Lanza, F. Sanguineti, G. Inglese), l’Orlando furioso dell’Ariosto.
- 14 ore: articoli e capitoli di libri forniti dal docente in cui sono affrontati problemi di critica del testo (tra cui scritti di J. Bédier, S. Timpanaro, N. Harris, C. Fahy)
 È inoltre previsto un manuale di filologia italiana a scelta tra i seguenti:
1) P. Stoppelli, Filologia della letteratura italiana, Roma, Carocci ed., 2008;
2) G. Inglese, Come si legge un’edizione critica, Roma, Carocci ed., 2016;
3) M. Berté - M. Petoletti, La filologia medievale e umanistica, Bologna, il Mulino,
2017;
4) A. Stussi, Introduzione agli studi di Filologia italiana, Bologna, il Mulino, 2015,
capp. 1 e 3-5 (del cap. 5 solo i punti 1-5, 6.6, 6.7, 6.8, 6.9, 6.12, 6.12, 6.13, 6.15, 7);
5) B. Bentivogli - P. Vecchi Galli, Filologia italiana, Milano, Mondadori Editore, 2002

Prerequisiti
Gli studenti debbono conoscere la storia della letteratura italiana con particolare riguardo alle varie forme e strutture linguistiche della sua produzione (nozioni che gli studenti debbono avere acquisito nel percorso di formazione scolastica preuniversitaria)

Modalità di svolgimento
L’insegnamento si svolge attraverso lezioni frontali finalizzate a far acquisire le conoscenze indispensabili nel campo della critica del testo applicata a opere delle Letteratura italiana. Si organizzeranno esercitazioni con lavori singoli o di gruppo in cui lo studente deve mostrare di essere in grado di applicare le conoscenze teoriche acquisite durante le lezioni frontali.

Modalità di valutazione

Prova orale in cui lo studente deve mostrare di avere appreso le conoscenze di base affrontate nelle lezioni frontali e di saper applicare le conoscenze acquisite a testi della letteratura italiana, di saper illustrare edizioni critiche.
Per superare l’esame occorre conseguire un voto non inferiore a 18/30. Lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti e di essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di avere abilità comunicative.
Per conseguire un punteggio pari a 30/30 e lode, lo studente deve invece dimostrare di aver acquisito una conoscenza eccellente di tutti gli argomenti trattati durante il corso, essendo in grado di raccordarli in modo logico e coerente.

Data inizio: 
Mercoledì, 19 Settembre, 2018
Data fine: 
Domenica, 3 Novembre, 2019