LAUREA
Docente: Ilaria Tani
Semiotica I
a.a.: 2019/2020 - anno di corso: 1
Settore M-FIL/05 - CFU 12 - Semestre I+II - Codice 1023239
Note insegnamento:
Dispense: Sono presenti 4 dispense associate all'insegnamento. Visualizza
Cdl associati Visualizza
Programma
Il corso è suddiviso in due moduli (48 ore in ciascun semestre), strettamente collegati. 
 
1. Introduzione alla semiotica generale
Il primo modulo intende fornire le conoscenze di base per la comprensione della disciplina, considerandone in particolare lo sviluppo storico e i legami con la tradizione filosofica, linguistica e retorica. 
 
Questi, in sintesi, i principali nuclei tematici del primo modulo:

·            Origini della semiotica
·            Segno e significazione
·            La fondazione linguistica della semiotica
·            Caratteristiche semiotiche del linguaggio umano
·            Espressione/contenuto, modi di produzione segnica
·            Sistemi di significazione e processi di comunicazione
·            Cooperazione e interpretazione
·            Dizionario / Enciclopedia
·            Metafora
·            Simbolo

2. La trasformazione semiotica della filosofia di Kant
Il secondo modulo si concentra su uno snodo teorico fondamentale della riflessione semiotica, rappresentato dal confronto con la filosofia di Kant. L’elaborazione di una critica linguistico-semiotica al modello kantiano, legata originariamente ai nomi di Johann Gottfried Herder e Wilhelm von Humboldt, prende forma in particolare nella semiotica cognitiva di Peirce e nella filosofia delle forme simboliche di Cassirer. Obiettivo di questa parte del corso è analizzare e discutere alcuni aspetti di questa riflessione, evidenziando i punti di affinità e le importanti differenze tra queste due linee di trasformazione semiotica della filosofia kantiana. 
Principali argomenti del secondo modulo:

Peirce:
·            Il confronto con Kant e l’elaborazione della semiotica cognitiva
·            Una prospettiva anticartesiana
·            Tipi di segno
·            Le forme dell’inferenza 
·            Realismo e pragmatismo

Cassirer:
·            Il concetto di forma simbolica e il superamento della teoria kantiana della conoscenza
·            Il confronto con la storia del pensiero linguistico: l’importanza di Humboldt 
·            Fenomenologia della forma linguistica: dall’indicare al significare
Programma inglese
The course is articulated into two parts (48 hours in each semester), which are strictly interconnected.
 
1. Introdution to Semiotics
The first part aims at providing students with the basic theories, concepts and tools of Semiotics, with particular attention to their historical development and their links with philosophy, linguistics and rethoric.
 
Main issues of the first part:

·            Origins and meaning of semiotics
·            Sign and signification
·            Linguistic foundation of the theory of sign
·            Semiotics of human language
·            Expression / content
·            Signification and Communication 
·            Dictionary /Encyclopedia
·            Cooperation and Interpretation
·            Metaphor
·            Symbol
 
2.Semiotic transformation of kantian philosophy
The second part will be centered on an important issue of contemporary semiotics, the criticism of Kant’s philosophy. This part aims at explaining and analysing two different ways in which take shape a semiotic transformation of the trascendendental philosophy: the cognitive semiotic of Peirce and the philosophy of symbolic forms of Cassirer.
Main issues of the second part:

Peirce’s criticism of Kant and his cognitive semiotics
·            Anti-Cartesianism
·            Types of sign
·            Aspects of Peirce’s theory of inference
·            Realism and pragmatism

The concept of symbolic form in Cassirer and his critizism of Kant’s theory of knowledge
·            History of linguistic thought: the importance of Humboldt
·            The Phenomenology of linguistic form: from gesture to word
Obiettivi
In accordo con il più ampio quadro formativo del corso di studio, l'insegnamento di Semiotica si propone i seguenti ulteriori obiettivi: a) promuovere la conoscenza e la comprensione delle teorie e degli strumenti concettuali elaborati dalla semiotica contemporanea in relazione ai problemi della conoscenza e della comunicazione; b) sviluppare la capacità di analisi e comprensione della genesi storica delle questioni tuttora discusse nell’ambito della ricerca semiotica; c) rafforzare le abilità riflessive, argomentative e critiche dello studente, attraverso momenti di discussione collettiva e l’elaborazione di un breve percorso individuale di ricerca su uno dei temi trattati nell’insegnamento.
 
Pertanto, al completamento del corso lo studente 
 
A. dovrà dimostrare di conoscere i principali nuclei teorici e la relativa terminologia della semiotica generale contemporanea, e di saperne comprendere la genesi storica (prova orale relativa a conoscenze e capacità di comprensione);
 
B. sarà in grado di elaborare un breve testo di analisi e discussione critica su uno dei temi proposti (esercitazione scritta relativa alla comprensione e alla capacità di applicare in modo originale le conoscenze acquisite);
 
C. Saprà presentare in modo chiaro e argomentato le tematiche affrontate nel corso, usando una terminologia adeguata (valutazione delle abilità comunicative dimostrate nella prova orale e nella prova scritta);
 
D. Sarà in grado di intraprendere autonomi percorsi di approfondimento, anche interdisciplinare, delle questioni affrontate nel corso, a partire dalle discussioni condotte in aula e dalle indicazioni bibliografiche che verranno fornite.



Valutazione
- Prova orale
- In itinere
Descrizione valutazione
Rich text editor, valutazione_m, press ALT 0 for help. L’esame conclusivo si svolgerà in forma orale. Al termine del primo modulo gli studenti frequentanti sosterranno una prova scritta intermedia (con domande a risposta aperta), che verterà sui primi due testi del programma d’esame (De Mauro 2002, Eco 1984). I risultati della prova verranno discussi nel colloquio orale. Nell’ambito del secondo modulo, gli studenti frequentanti elaboreranno in forma scritta un breve percorso di ricerca su uno dei temi proposti.
Gli studenti non frequentanti non saranno ammessi alle prove intermedie.
 
Lo studente otterrà il massimo del punteggio se dimostrerà di conoscere e aver compreso i principali nuclei teorici della semiotica generale, individuandone lo sviluppo storico anche in relazione alla linguistica generale e alla retorica; se avrà partecipato attivamente alle discussioni in aula e avrà saputo elaborare in forma scritta un breve percorso di ricerca su uno dei temi proposti durante il corso; se presenterà in modo chiaro e argomentato le tematiche affrontate nel corso, usando una terminologia adeguata.
L’esame sarà superato con la sufficienza mostrando di conoscere almeno i principali snodi teorici della riflessione semiotica.

The Assessment of expected learning outcomes will take place in oral form. However, two intermediate tests are planned for attending students: at the end of the first part of the course they will carry out a written test (with open-ended questions) about the issues of the first two books (De Mauro 2002, Eco 1984); in the second part, attending students will be asked to write a short essay on an agreed topic.
Non-attending students will not be admitted to the intermediate evaluations.
 
Full marks will be get by the student who will demonstrate a) to have an in-depth knowledge of the main theories of contemporary semiotics, their origins and developments; b) to be able to write a text on an agreed topic; c) to be able to use the appropriate terminology in a clear way.
Pass mark will be get by the student who will demonstrate to know at least the main theories and principal tools of contemporary semiotics.
Testi
Primo modulo
 
1)         Tullio De Mauro, Prima lezione sul linguaggio, Roma-Bari, Laterza, 2002
2)         Umberto Eco, Semiotica e filosofia del linguaggio, Torino, Einaudi, 1984
3)         Materiali didattici disponibili nell’area docente del sito web del Dipartimento di Filosofia
 
Testo integrativo per i non frequentanti
4)         Stefano Traini, Le due vie della semiotica, Milano, Bompiani 2013 (pp. 1-113; 215-288).
 
 
Secondo Modulo
1)         Charles Sanders Peirce, Scritti scelti, a cura di G. Maddalena, Torino, Utet, 2008
2)         Ernst Cassirer, Filosofia delle forme simboliche, vol. I: Il linguaggio, Firenze, La Nuova Italia
3)         Materiali didattici disponibili nell’area docente del sito web del Dipartimento di filosofia
 
 
Testi integrativi per i non frequentanti:
3) G. Maddalena, Peirce, Editrice La Scuola, 2015 (pp. 1-112)
4) G. Raio, Introduzione a Cassirer, Laterza, 2002 (pp. 1-83)
 
Ulteriori materiali e testi di approfondimento verranno forniti o indicati durante il corso.
Note
L'insegnamento si articola sui due semestri (settembre-dicembre, febbraio-maggio) e prevede due lezioni settimanali di due ore ciascuna.
Nel primo semestre le lezioni si svolgeranno il lunedì e il giovedì, nel secondo semestre il martedì e il venerdì, secondo l'orario indicato qui di seguito.
Orario Lezioni
Lunedì 10.30 - 12.30 (Aula VIII - Villa Mirafiori - Piano primo)
Giovedì 12.30 - 14.30 (Aula VIII - Villa Mirafiori - Piano primo)
Inizio lezioni 30 Settembre 2019