LAUREA
Docente: Cecilia Bello
Letteratura italiana contemporanea
a.a.: 2020/2021 - anno di corso: 1
Settore L-FIL-LET/11 - CFU 12 - Semestre I - Codice 1027066
Note insegnamento:
Cdl associati Visualizza
Programma

Il testo letterario nel Novecento italiano

 

Il programma ha due finalità: la prima è una solida, non manualistica, conoscenza della storia della letteratura italiana tra il 1900 e il 1980 circa, la seconda è un approfondimento focalizzato sulle opere poetiche e narrative di alcuni autori rappresentativi del Novecento (gli studenti dovranno sceglierne due su quattro proposti nel programma e a lezione).

Il corso prenderà in esame l’evoluzione delle forme testuali in versi e in prosa nell’arco cronologico previsto, i dibattiti letterari, le questioni estetiche e teoriche che hanno attraversato il secolo. Le lezioni saranno dedicate principalmente all’analisi, alla contestualizzazione e al commento filologico e critico dei testi.

Dei due percorsi di approfondimento richiesti all’esame, il primo consente di scegliere tra Pavese e Montale; mentre il secondo tra Balestrini e Sanguineti.

Programma inglese

Literary text in the Italian twentieth century

 

The program has two purposes: the first is a solid - non-scholastic - knowledge of the history of Italian literature between about 1890 and 1980, the second is an in-depth study focused on the poetic and narrative works of some representative authors of the twentieth century (students will choose two out of four proposed in the program and in class).

The course will examine the evolution of textual forms in verse and prose over the expected chronological period, the literary debates, the aesthetic and theoretical questions that have spanned the century. The lessons will be mainly dedicated to the analysis, contextualization and philological and critical commentary of the texts.

Of the two focuses required for the exam, the first allows you to choose between Pavese and Montale; while the second between Balestrini and Sanguineti.
Obiettivi
Si veda la descrizione del Programma.
Valutazione
- Prova orale
Descrizione valutazione

Il colloquio orale accerterà le conoscenze storico-letterarie acquisite, la capacità di analisi retorico-metrica, stilistica dei testi poetici e narrativi in programma (sia obbligatori sia a scelta), la formulazione di commenti, di interpretazioni autonome e di giudizi critici fondati sulle evidenze testuali. Le valutazioni delle prove orali saranno adeguate al livello della laurea triennale nella quale è inserito il corso.

Per avere valutazione sufficiente (18/30) gli studenti dovranno esprimersi fluentemente e correttamente in lingua italiana, sia pure con un semplice o limitato vocabolario, dovranno leggere con ragionevole competenza i testi letterari e dovranno avere sufficiente conoscenza della storia letteraria secondo chiare coordinate cronologiche, dovranno inoltre dimostrare una dignitosa capacità di analisi e di commento del testo.

Per avere una valutazione medio-bassa (tra 20/30 e 23/30) gli studenti dovranno conoscere abbastanza bene gli argomenti del corso mostrando al massimo lacune di piccola entità e tenere abbastanza sotto controllo la correttezza e la fluidità dell'esposizione in lingua italiana.

Per avere una valutazione medio-alta (tra 24/30 e 28/30) gli studenti dovranno conoscere con sicurezza gli argomenti del corso, dovranno essere in grado di argomentare giudizi critici fondati su dati testuali e non su impressioni o gusti personali, e dovranno tenere sotto controllo la correttezza e la fluidità dell'esposizione in lingua italiana.

Per avere il massimo della valutazione (30/30 o 30 e lode) gli studenti dovranno possedere ricca padronanza lessicale della lingua italiana, correttezza grammaticale e solido controllo delle strutture sintattiche. Dovranno inoltre dimostrare un'ottima (non solo manualistica) conoscenza della storia letteraria, senza incertezze o lacune, dovranno essere in grado di analizzare, commentare e interpretare criticamente i testi poetici e narrativi (obbligatori o a scelta), ma soprattutto dovranno saper individuare corrispondenze tra autori e costruendo riflessioni critiche fondate su verificabili dati testuali.

Nota Bene: Si intende che il docente si riserva di integrare o di sostituire la prova orale con una prova scritta qualora condizioni di emergenza o di opportunità didattica rendessero indemandabile tale provvedimento.


 

Testi

Testi

I cinque punti in cui è articolata la bibliografia sono tutti obbligatori; è indispensabile che gli studenti portino all’esame i testi letti (antologia della poesia del Novecento e le altre opere a scelta): l’analisi e il commento critico dei testi in prosa e in versi sono parte sostanziale della prova d’esame.

1) Romano Luperini, Pietro Cataldi e Marianna Marrucci, Storia della Letteratura italiana contemporanea, Palermo, Palumbo, 2012.

2) Poesia italiana del Novecento, a cura di Edoardo Sanguineti, Torino, Einaudi, 2007 [I ed. 1969], I e II volume con l’esclusione dei seguenti autori: Vallini, Oxilia, Martini, Chiaves, Cavacchioli, Farfa, Fillia, Sinisgalli, De Libero, Erba

3) Eventuali testi poetici, narrativi o critici forniti a lezione come dispense /materiale didattico.

4) Uno dei due percorsi di approfondimento qui di seguito offerti, a libera scelta (A o B), ciascuno comprensivo di tutti i punti numerati e in neretto:

Percorso A: Eugenio Montale

A1) Prose narrative, a cura di Niccolò Scaffai, Milano, Mondadori, 2015

A2) Una raccolta poetica tra le seguenti (per agevolare l’analisi e l’interpretazione dei testi  sono consigliate edizioni con commento dei testi, ma qualsiasi altra edizione cartacea va bene lo stesso):

- Ossi di seppia, a cura di Pietro Cataldi e Floriana D’Amely, Milano, Mondadori, 2016.

- Le occasioni, a cura di Tiziana De Rogatis, Milano, Mondadori, 2018

- La bufera e altro, a cura di Ida Campeggiani e Niccolò Scaffai, con scritti di Guido Mazzoni, Gianfranco Contini e Franco Fortini, Milano, Mondadori, 2019.

- Satura, a cura di Riccardo Castellana, con scritti di Romano Luperini e Franco Fortini, Milano, Mondadori, 2018.

A3) Montale, a cura di Paolo Marini e Niccolò Scaffai, Roma, Carocci, 2019.

 

Percorso B: Cesare Pavese

B1) Lavorare stanca (1936, poi 1943)

B2) Dialoghi con Leucò (1947)

B3) Un romanzo a scelta tra i seguenti:

Paesi tuoi (1941), Il compagno (1947), Il carcere (1948), La casa in collina (1948), La luna e i falò (1950).

B4) Un libro a scelta tra i seguenti:

- Alberto Comparini, La poetica dei Dialoghi con Leucò di Cesare Pavese, Milano, Mimesis, 2017.

- Roberto Gigliucci, Cesare Pavese, Milano, Bruno Mondadori, 2001 [ristampato per «La Repubblica», 2017].

- Anco Marzio Mutterle, I fioretti del diavolo. Nuovi studi su Cesare Pavese, Edizioni dell’Orso, 2003.

- Cesare Pavese, La letteratura americana e altri saggi, Torino, Einaudi, 2014 [I ed. 1951]

 

5) Uno dei due percorsi di approfondimento qui di seguito offerti, a libera scelta (C o D), ciascuno comprensivo di tutti i punti numerati e in neretto:

Percorso C: Nanni Balestrini

C1) Una delle seguenti raccolte (unitamente ai saggi critici e alle Antologie della critica presenti nel volume scelto):

- Come si agisce e altri procedimenti. Poesie complete, volume primo (1954-1969), Roma, DeriveApprodi, 2015.

- Le avventure della signorina Richmond e Blackout. Poesie complete, volume secondo (1972-1989), Roma, DeriveApprodi, 2016.

- Caosmogonia e altro. Poesie complete, volume terzo (1990-2017), Roma, DeriveApprodi, 2018.

C2) Un romanzo a scelta tra i seguenti:

Vogliamo tutto (1971), Gli invisibili (1987), L’editore (1989), Sandokan. Storia di camorra (2004).

C3) Cecilia Bello Minciacchi, Come agisce Balestrini. L’opera in versi e in prosa, Roma, Carocci, 2021 [in corso di stampa].

N.B. L’uscita del volume è prevista per marzo 2021; chi volesse seguire questo percorso e sostenere l’esame prima dell’uscita del libro, non più dopo la sua pubblicazione, potrà studiare o il volume di Nanni Balestrini, La nuova violenza illustrata, a cura di Andrea Cortellessa, Milano, Bollati Boringhieri, 2019, o i seguenti saggi critici:

- Cecilia Bello Minciacchi, L’oggetto appeso, la parola incollata, il sasso. Su alcuni montaggi di Nanni Balestrini (1961-1967), in Ead., La distruzione da vicino. Forme e figure delle avanguardie del secondo Novecento, Salerno/Milano, Oèdipus, 2012, pp. 9-32.

- Ead., «Il montaggio vuol dire vedere la vita». La poesia di Nanni Balestrini dal Duemila a oggi, in «Avanguardia», n. 71, a. XXIV, 2019, pp. 47-64.

Claudio Brancaleoni, Il giorno dell’impazienza. Avanguardia e realismo nell’opera di Nanni Balestrini, San Cesario di Lecce, Manni, 2009, pp. 79-170 e 178-211.

- Sezione monografica dedicata a Balestrini dal titolo “Come si agisce” nel 2015, con saggi di Fausto Curi, Cecilia Bello Minciacchi, Paolo Fabbri, Niva Lorenzini, in «Poetiche», pp. 209-252.

 

Percorso D: Edoardo Sanguineti

D1) Ideologia e linguaggio, a cura di Erminio Risso, Milano, Feltrinelli, 2001 [I ed. 1965].

N.B. In alternativa al testo critico previsto qui (punto D1), è consentito scegliere uno dei due romanzi di Sanguineti: Capriccio italiano o Il giuoco dell’oca attualmente non reperibili, salvo sul mercato dell'usato o del modernariato, e da leggersi, quindi, in biblioteca].

D2) Una delle raccolte seguenti:

- Laborintus. Testo e commento, a cura di Erminio Risso, Lecce, Manni, 2006 [I ed. 1956].

- Segnalibro. Poesie 1951-1981, Milano, Feltrinelli, 2010 [edizione non commentata].

D3) Edoardo Sanguineti: ritratto in pubblico, a cura di Luigi Weber, Milano, Mimesis, 2017.
 

Gli studenti non frequentanti potranno trovare sostegno allo studio e all’analisi dei testi poetici in Niva Lorenzini, Poesia del Novecento italiano. Dal secondo dopoguerra a oggi, Roma, Carocci, 2015 [I ed. 2002].
 

Note
Bibliografia di approfondimento (facoltativa)
Stefano Colangelo, Il soggetto nella poesia del Novecento italiano, Milano, Bruno Mondadori, 2009.
Fausto Curi, Tra mimesi e metafora. Studi su Marinetti e il futurismo, Bologna, Pendragon, 1995, pp. 81-123.
Id., La poesia italiana nel Novecento, Roma-Bari, Laterza, 1999, cap. XIII «Laborintus», pp. 260-284.
Giacomo Debenedetti, Il romanzo del Novecento. La letteratura del Novecento in un grande racconto critico, Milano, Garzanti, 1998
Id., Poesia italiana del Novecento. Quaderni inediti, Milano, Garzanti, 2000
Luciano De Maria, Introduzione al volume di Filippo Tommaso Marinetti, Teoria e invenzione futurista, Milano, Mondadori, 1969.
Niva Lorenzini, Corpo e poesia nel Novecento italiano, Milano, Bruno Mondadori, 2009, dall’inizio fino a p. 111.
Francesco Muzzioli, Il gruppo ’63. Istruzioni per la lettura, Roma, Odradek, 2013, cap. su Pagliarani (pp. 105-119) e cap. su Malerba (pp. 173-185).
Edoardo Sanguineti, Tra liberty e crepuscolarismo, Milano, Mursia, 1990 [I ed. 1965].
Orario Lezioni
Martedì 17.00 - 20.00 (RM021 Aula 110 - I PIANO)
Mercoledì 15.00 - 17.00 (RM021 Aula 205 - II PIANO)
Giovedì 8.00 - 11.00 (RM021 Aula 202 - II PIANO)
Inizio lezioni: Mercoledì 30 Settembre 2020

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma