LAUREA
Docente: Paola Buzi
Egittologia e civilta' copta
a.a.: 2020/2021 - anno di corso: 3
Settore L-OR/02 - CFU 6 - Semestre I - Codice 1041855
Note insegnamento:
Cdl associati Visualizza
Programma
Il sistema religioso egiziano è estremamente complesso e non privo di incongruenze, soprattutto se lo si compara a quello di altre culture contemporanee. Privo di libri canonici, di sistematiche narrazioni mitologiche, e caratterizzato da un'apparentemente affollatissimo pantheon, suscitò l'attenzione già degli intellettuali greci: Platone, Erodoto, Plutarco, Diodoro Siculo e Strabone, tra gli altri, testimoniarono della singolarità dei culti egiziani. Erodoto, in particolare, definì gli egiziani come “i più religiosi tra tutti gli uomini”.
Attraverso l'uso delle fonti - letterarie, epigrafiche e archeologiche - il corso analizzerà i riti, i miti e i rapporti con il sacro che sono propri della religione egiziana a partire dalla “nascita dello Stato”, seguendone via via gli sviluppi durante l’Antico, il Medio e il Nuovo Regno fino all’Età Tarda e all’epoca tolemaico-romana.
 
Attraverso la religione, il corso mira a fornire un'introduzione generale alla storia della civiltà egiziana, costituendo un "corso di base".
 
Programma inglese
Egyptian Religion. Myths, rites and cults from the "birth of the State" to the Ptolemies
 
Egyptian Religion is extremely complex, above all if compared with other contemporary cultures. It did not have neither canonical books or a systematic mythological narrative. It is probably for these reasons that already in ancient times Egyptian religious traditions had a great reputation in whole the Mediterranean area. Plato, Herodotus, Plutarch, Diodorus Siculus and Strabo widely testify the peculiarities of Egyptian cults. Herodotus, in particular, qualified the Egyptians as “the most religious among all the other people”. The course - with the help of literary, epigraphic and archaeological sources - will focus on the rites and the myths of Egyptian religion starting from the “birth of the State”, through to the Old, Middle and New Kingdom, and till the Hellenistic period.
Obiettivi
n.d.
Valutazione
- Prova orale
Descrizione valutazione
Rich text editor, valutazione_m, press ALT 0 for help.
Testi
1) E. Hornung, Gli dèi dell’Antico Egitto, Salerno 1992
[disponibile sia presso la biblioteca di Studi Orientali, Circonvallazione Tiburtina, che presso la biblioteca di Storia Antropologia Religioni, II piano; pdf acquistabile ai "chioschi gialli" - le 2 pagine danneggiate sono scaricabili dalla sezione "materiale didattico"]
2) N. Grimal, Storia dell'Egitto antico, Bari 1998 (o edizioni precedenti).
3) dispense fornite durante il corso
 
I non frequentanti aggiungeranno ai due testi sopra elencati (ad eccezione delle dispense distribuite nel corso delle lezioni):
 
4) F. Dunand, C. Zivie-Coche, Dei e uomini nell’Egitto antico (3000 a.C. – 395 d.C.), Roma 2003 (esclusa la parte tolemaica)
[disponibile presso la biblioteca di Studi Orientali, Circonvallazione Tiburtina]
 
Note
La data di inzio del corso e l'aula sono da confermare.
Orario Lezioni
Lunedì 9.00 - 11.00 (CU003 Aula A ex Dip.to Studi Storico Religiosi - III PIANO)
Martedì 9.00 - 11.00 (CU003 Aula A ex Dip.to Studi Storico Religiosi - III PIANO)
Giovedì 11.00 - 13.00 (CU003 Aula A ex Dip.to Studi Storico Religiosi - III PIANO)
Inizio lezioni: Lunedì 12 Ottobre 2020

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma