LAUREA
Storia della filosofia moderna III.IV
a.a.: 2020/2021 - anno di corso: 2
Settore M-FIL/06 - CFU 6 - Semestre II - Codice 1023607
Note insegnamento:
Dispense: Sono presenti 2 dispense associate all'insegnamento. Visualizza
Cdl associati Visualizza
Programma
‘Or qua te voglio, dolce Mafelina, che sei la musa di Merlin Cocaio’. Bruno e le opere italiane: la lingua, lo stile, le fonti.
Giordano Bruno, come molti suoi contemporanei, adottò il vernacolo e il latino a seconda dei contenuti, delle finalità e del pubblico a cui andava destinando i testi che pubblicava. Nella commedia parigina e nei sei dialoghi italiani pubblicati a Londra, Giordano Bruno usò il vernacolo italiano per veicolare sia una visione disincantata della condizione umana, sia un intero sistema filosofico, che proponeva una visione infinitista e vitalistica del cosmo, una metafisica infinitista e immanentista, l’esigenza di una profonda renovatio morale e una gnoseologia erotica ed eroica. Il corso analizzerà alcune peculiarità dello stile e del lessico italiano di Bruno, alcuni registri stilistici adottati nella scrittura prosastica e poetica e le fonti predilette; con particolare riferimento alla letteratura oscena, comica, burlesca, antiaccademica, anticlassicista, antipetrarchista e antiumanista, cui il Nolano attinse in modo significativo nella scrittura filosofica. 
Programma inglese
n.d.
Obiettivi
Fatta salva una serie di obiettivi di fondo (conoscenza e comprensione della disciplina; capacità di applicare conoscenza e comprensione; capacità critica e di giudizio; capacità di comunicare quanto si è appreso; capacità di proseguire lo studio in modo autonomo), il corso si propone di raggiungere più specificamente i seguenti ulteriori obiettivi: acquisizione di alcune nozioni chiave della filosofia della religione attraverso la lettura alcuni classici della disciplina; capacità di lettura critica e contestualizzazione storico-teorica di testi filosofici; capacità di utilizzazione di un lessico filosofico specializzato in forma scritta e orale; capacità argomentativa personale.
Valutazione
- Prova orale
Descrizione valutazione
Rich text editor, valutazione_m, press ALT 0 for help. L’esame prevede un colloquio orale finale diviso in due parti: 1. la verifica della conoscenza manualistica di autori e temi della filosofia moderna da Cusano a Locke; 2. il colloquio sui testi letti e commentati a lezione.  Il colloquio verificherà il livello di conoscenze e competenze acquisite sull’intero programma svolto; gli studenti dovranno dimostrare di conoscere approfonditamente il contenuto dei testi analizzati, dovranno commentarli e dovranno essere in grado di individuare le questioni più rilevanti in merito al nesso tra lingua, stile e contenuti filosofici nelle opere italiane di Bruno.
Note
n.d.
Orario Lezioni
Lunedì 8.30 - 10.30 ( Aula da definire)
Mercoledì 8.30 - 10.30 ( Aula da definire)
Inizio lezioni: Lunedì 8 Marzo 2021

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma