LAUREA
Docente: Giulia Fanara
Teorie del cinema
a.a.: 2020/2021 - anno di corso: 3
Settore L-ART/06 - CFU 12 - Semestre - Codice 1047811
Note insegnamento: Integrato da 6 CFU
Cdl associati Visualizza
Programma

TEORIE DEL CINEMA CINEMA E STUDI DI GENERE

Le teorie femministe e le intensità del melodramma.
Il corso si propone di ripercorrere gli snodi principali di una riflessione teorica generata sul cinema a partire dai contributi della Feminist Film Theory anni Settanta sulla Hollywood classica, e dal suo dialogo con la semiotica, il poststrutturalismo e la psicanalisi, per giungere a una mappatura degli studi di genere nelle loro diverse articolazioni. Nella prima e nella seconda parte del corso si mostrerà, proponendo i contributi e i concetti delle studiose e delle pensatrici, come il cinema abbia non solo contribuito a riflettere, consolidare, costruire i generi secondo le norme di una società patriarcale, eterosessuale, capitalista e bianca, ma anche dato voce in modo più o meno esplicito a bisogni, desideri, figure e performance conflittuali rispetto alle stesse, in una tensione che ha attraversato e attraversa l'industria, le narrazioni, lo stardom, i contesti, le audience. Nella terza parte prenderemo in esame, attraverso la scelta di casi di studio, il melodramma hollywoodiano quale genere corporeo la cui forma segnata da intensità ed eccesso si offre come luogo privilegiato e sovversivo dell'iscrizione di soggettività femminili protese tra imprigionamento e desiderio.

TEORIE DEL CINEMA - FILM E CULTURA VISUALE

Cinema e trauma studies

A partire dagli anni Novanta si è sviluppato un crescente interesse intorno alla nozione di trauma, che ha cominciato a godere di forte risonanza e ad avere un notevole impatto anche all’interno degli studi di ambito umanistico, facendo fiorire un intenso dibattito teorico che ha coinvolto molteplici discipline e campi di ricerca. Questa particolare attenzione inizia ad emergere già nel contesto politico e culturale degli anni Ottanta, dal momento che la nozione di trauma acquisisce una prima consolidazione e codificazione con il riconoscimento del disturbo da stress post-traumatico da parte dell’American Psychiatric Association, così come attraverso una serie di pubblicazioni di psicologhe e psicologi che riflettono sui disturbi mentali provocati dalla Guerra in Vietnam e sull’abuso sessuale infantile.
La nascita della trauma theory, nella forma elaborata dalla scuola Yale, designata in riferimento alla pubblicazione di tre testi divenuti fondativi: Testimony, Crises of Witnessing in Literature (1992) di Shoshana Felman e Dori Laub, Trauma: Explorations in Memory (1995) e Unclaimed Experience: Trauma, Narrative and History (1996) di Cathy Caruth emerge sulla scia di un discorso, inizialmente estremamente frammentario, che coinvolge diverse prospettive, di natura psichiatrica, neurobiologica, psicoanalitica e sociologica. Nonostante l’Olocausto sia la base di partenza attorno alla quale si inaugurano gli studi sul trauma, nel corso degli anni la nozione è stata pluralizzata subendo riconcettualizzazioni e riconfigurazioni. A conferma di un’intrinseca vocazione interdisciplinare, i trauma studies hanno infatti maturato al loro interno differenti prospettive di ricerca, dall’approccio cognitivista (intrusive memories of trauma) a quello post-coloniale (decolonised trauma), dall’approccio critico-culturologico (critical trauma studies) a quello ecologista (eco-trauma). Il corso si propone di esplorare le differenti, molteplici e diversificate forme e modelli di ri-messa in scena dell’esperienza traumatica nel cinema documentario e di finzione. Nella prima parte si proporrà un’introduzione della trauma theory (disciplina, metodologia, ecc.) e del suo rapporto con i film studies. Nella seconda parte si focalizzerà l’attenzione su alcuni casi di studio che, seppur adottando molteplici e diversificate forme espressive, pongono una riflessione intorno alle modalità di figurazione per rendere conto di eventi traumatici, sviluppando una conoscenza storica post-traumatica.  

 
Programma inglese

TEORIE DEL CINEMA - CINEMA E STUDI DI GENERE



Feminist theories and melodrama intensities

The course aims to retrace the main points of a generated theoretical reflection on cinema, starting from the contributions of the Feminist Film Theory of the seventies on classical Hollywood, and its dialogue with semiotics, poststructuralism and psychoanalysis, to arrive at a mapping of the gender studies in their different joints. In the first and second part of the course it will be shown, proposing the contributions and concepts of the female scholars and thinkers, how cinema has not only contributed to reflect, consolidate, build genres according to the norms of a patriarchal, heterosexual, capitalist and white society, but also given a more or less explicit voice to needs, desires, figures and conflicting performances in relation to them, in a tension that has crossed and passes through industry, narratives, stardom, contexts, audiences. In the third part we will examine, through the choice of some case studies, the Hollywood melodrama as a body genre whose form marked by intensity and excess offers itself as a privileged and subversive place for the inscription of female subjectivities stretched between imprisonment and desire.
 
TEORIE DEL CINEMA - FILM E CULTURA VISUALE

Cinema and trauma studies
Since the 1990s, a growing interest has developed around the notion of trauma, which has begun to enjoy strong resonance and have a significant impact also within humanistic studies, making an intense theoretical debate flourish that involved multiple disciplines and research fields. This particular attention begins to emerge already in the political and cultural context of the eighties, since the notion of trauma acquires a first consolidation and codification with the recognition of post-traumatic stress disorder by the American Psychiatric Association, as well as through a series of publications by psychologists and female psychologists that reflect on the mental disorders caused by the Vietnam War and on child sexual abuse. The birth of trauma theory, in the form elaborated by the Yale school, designated in reference to the publication of three texts which have become foundational, Testimony, Crises of Witnessing in Literature (1992) by Shoshana Felman and Dori Laub, Trauma: Explorations in Memory (1995) and Cathy Caruth's Unclaimed Experience: Trauma, Narrative and History (1996), emerges in the wake of a discourse, initially extremely fragmented, which involves different perspectives, of a psychiatric, neurobiological, psychoanalytic and sociological nature. Although the Holocaust is the starting point around which studies on trauma are inaugurated, over the years the notion has been pluralized undergoing reconceptualizations and reconfigurations. In confirmation of an intrinsic interdisciplinary vocation, the trauma studies have in fact developed different research perspectives, from the cognitivist approach (intrusive memories of trauma) to the post-colonial approach (decolonised trauma), from the critical-cultural approach ( critical trauma studies) to the ecologist (eco-trauma). The course aims to explore the different, multiple and diverse forms and models of re-staging the traumatic experience in documentary and fiction cinema. In the first part, an introduction to trauma theory (discipline, methodology, etc.) and its relationship with film studies will be proposed. In the second part, attention will be focused on some case studies which, although adopting multiple and diversified forms of expression, reflect on the ways of figuration to account for traumatic events, developing post-traumatic historical knowledge.
 
Obiettivi
n.d.
Valutazione
Descrizione valutazione
Rich text editor, valutazione_m, press ALT 0 for help.
Testi

TEORIE DEL CINEMA - CINEMA E STUDI DI GENERE

Bibliografia:
Materiali in dispensa a cura dalla docente. Le dispense saranno rese disponibili a inizio corso.
Filmografia: la filmografia verrà resa nota a inizio corso
Bibliography:
Materials in booklet. The booklet will be supervised by the professor and made available at the beginning of course.
Filmography: The filmography will be made known at the beginning of course

TEORIE DEL CINEMA - FILM E CULTURA VISUALE

Bibliografia:
Dispense a cura della docente e il seguente volume: 
Samuel Antichi, The Black Hole of Meaning. Ri-mettere in scena il trauma nel cinema documentario, Bulzoni, in corso di pubblicazione. 
Filmografia: 
La filmografia verrà resa nota a inizio corso
Bibliography:
For the first and the second part we will refer to the materials in booklet. The booklet will be supervised by the professor and made available at the beginning of course. For the third part the following book: Samuel Antichi, The Black Hole of Meaning. Ri-mettere in scena il trauma nel cinema documentario, Bulzoni, forthcoming
Filmography: 
The filmography will be made known at the beginning of course 
 
Note
n.d.
Orario Lezioni
Mercoledì 17.00 - 20.00 (RM021 Aula 102 - I PIANO)
Giovedì 17.00 - 20.00 (RM021 Aula 102 - I PIANO)
Inizio lezioni: Mercoledì 17 Marzo 2021

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma