LAUREA
DIPLOMATICA I
a.a.: 2020/2021 - anno di corso: 3
Settore M-STO/09 - CFU 6 - Semestre I - Codice 10589923
Note insegnamento:
Cdl associati Visualizza
Programma
Il modulo è concepito per la preparazione di primo livello di giovani storici dell'età medievale ed è suddiviso in due parti. Nella prima parte (36 ore) sarà trattata una una storia delle pratiche documentarie nell'Occidente medievale presentando in diacronia le tipologie più significative di 'documenti' come fonti per la storia dei secoli VI-XVI, con attenzione particolare alla tradizione documentaria italiana. La seconda parte (12 ore) servirà a introdurre gli studenti alla disciplina – alla sua storia e ai suoi metodi – direttamente attraverso l'esercizio della critica diplomatistica (lettura, analisi e interpretazione del testo e della sua tradizione, datazione, edizione) applicato ad alcuni casi selezionati.

Programma inglese

This module, designed for students of bachelor's degree programs in history (medieval history), is divided into two main parts. The first part (36 hours) deals with the history of the documentary practice in the medieval West focusing on the most significant typologies of written records as documentary sources for the period from 6th to 16th centuries with specific attention to the italian medieval documents. The second part (12 hours) is devoted to the criticism (reading, analysis, intepretation of the text and it transmission, dating and critical edition) of a selection of documents.
Obiettivi
In applicazione dei descrittori di Dublino, il corso
-    fornisce allo studente conoscenza e comprensione degli aspetti metodologici, critico-problematici e applicativi della Disciplina propone prospettive areali e settoriali nelle quali sono attivi o si possono attivare progetti di ricerca attinenti la Disciplina; mostra la variabilità dei campi di interesse entro i quali si possono applicare le competenze disciplinari (descrittore 1);
-    sviluppa l’autonoma capacità dello studente di porre in relazione quanto appreso con altri SSD: storici, letterari, artistici, dei beni culturali, economici, politici, storico-religiosi ecc. (descrittore 2);
-    mette lo studente in grado di utilizzare le conoscenze acquisite e il linguaggio specifico appreso per le cosiddette “competenze trasversali” (autonomia di giudizio, abilità comunicative, descrittori 3-5).
Valutazione
- Prova scritta e orale separate
Descrizione valutazione
La valutazione avverrà con una prova finale orale, nella quale sarà accertato il livello di conoscenza della storia della documentazione medievale e dei principi di base per la critica dei documenti. Concorre alla valutazione finale dell'insegnamento la consegna, durante il corso, dell'abstract di un saggio critico in lingua straniera scelto dallo studente entro una rosa di titoli discussi con la docente.
Testi
1.    Harry Bresslau, Manuale di diplomatica per la Germania e l'Italia, Ministero per i beni culturali e ambientali, Ufficio Centrale per i beni archivistici, Roma, 1998 (Pubblicazioni degli archivi di Stato; Sussidi 10), soltanto i seguenti capitoli: cap. I (Nozioni fondamentali e definizioni), pp. 9-17; cap. II (Storia della diplomatica), pp. 18-47; cap. III (Partizione e classificazione dei documenti), da p. 48 fino a p. 70 (non è il termine del capitolo); cap. V (Gli Archivi), pp. 137-167.
2.    Thomas Frenz, I documenti pontifici nel medioevo e nell'età moderna, ed. it. a cura di S. Pagano, Città del Vaticano, 1989 (e ristampe successive)
3.    Alessando Pratesi, Genesi e forme del documento medievale, Roma, Jouvence, 1979 (e rist. succ.), soltanto il cap. XIII: "Gli usi cronologici nei documenti latini medievali", pp. 111-123.

Avvertenze.
1. L'elenco non esaurisce la bibliografia dell'esame. Ulteriore bibliografia sarà indicata e discussa a lezione. Registrata mano a mano con ogni dettaglio in un elenco di cui disporranno alla fine gli studenti frequentanti, tale ulteriore bibliografia  è da considerarsi parte integrante del programma d'esame, insieme ai facsmili digitali di documenti e ad altro materiale che sarà distribuito a lezione.

2. Per coloro che non potessero frequentare con assiduità le lezioni, si consiglia la lettura del seguente volume:
Olivier GUYOTJEANNIN, Jacques PYCKE, Benoît-Michel TOCK, Diplomatique médiévale, Turnhout, 1993, 3e éd. augmentée, 2006, 486 p. (L’atelier du médiéviste, 2).
Note
È indispensabile la conoscenza, tra le lingue antiche, almeno del latino e la buona conoscenza (capacità di lettura e comprensione) di almeno una lingua straniera moderna delle quattro principali in questo ambito di ricerca, ovvero: tedesco, francese, inglese, spagnolo.
Orario Lezioni
Lunedì 15.00 - 17.00 (CU003 Aula B ex Dip.to Storia Medievale III PIANO)
Martedì 15.00 - 17.00 (CU003 Aula C ex. Dip.to Studi Storico Religiosi - III PIANO)
Mercoledì 15.00 - 17.00 (CU003 Aula B ex Dip.to Storia Medievale III PIANO)
Inizio lezioni: Lunedì 12 Ottobre 2020

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma