LAUREA MAGISTRALE
Docente: Bruno Loturco
Religioni e filosofie dell'india B
a.a.: 2020/2021 - anno di corso: 1
Settore L-OR/17 - CFU 6 - Semestre I - Codice 1055417
Note insegnamento:
Cdl associati Visualizza
Programma
L’insegnamento fornisce un’ampia introduzione alla storia del confronto tra il pensiero dell'India e il pensiero occidentale.Primo nucleo didattico (24 ore) – Dal Medioevo al Settecento = 12 unità didattiche
 
    1. Marco Polo in India.
    2. Il colonialismo portoghese.
    3. Roberto Nobili.
    4. Voltaire.
    5. L’Ezour-Vedam.
    6. L’India come culla della civiltà: Bailly, Sonnerat, Michelet.
    7. Anquetil-Duperron.
    8. Il colonialismo britannico.
    9. William Jones.
    10. Il misticismo delle Upaniá¹£ad come idealismo “deviato”.
    11. India e Romanticismo.
    12. Cenni sul costume della satÄ«.
 
Secondo nucleo didattico (24 ore) – Dall’Ottocento all’India contemporanea = 12 unità didattiche
 
    1. I fratelli Schlegel.
    2. La fortuna della Åšakuntalā.
    3. I miti delle origini. 
    4. Schelling.
    5. Schopenhauer.
    6. Hegel.
    7. Il concetto di Induismo.
    8. Effetti del regime coloniale sull’India.
    9. Le religioni indiane e la scienza occidentale.
    10. Il paradigma eurocentrico. 
    11. Gandhi e la GÄ«tā.
    12. L’India e le controculture.
Programma inglese
The course gives the students an overview of the intellectual encounter between Indian thought and Western philosophy.
 
    1. Marco Polo in India.
    2. Portuguese colonialism.
    3. Roberto Nobili.
    4. Voltaire.
    5. The Ezour-Vedam.
    6. India as the cradle of civilization: Bailly, Sonnerat, Michelet.
    7. Anquetil-Duperron.
    8. British colonialism.
    9. William Jones.
    10. Upaniá¹£adic mysticism as a “twisted” idealism.
    11. India and Romanticism.
    12. The practice of satÄ«.
 
Part two (24 hours) – From 19th century to contemporary India = 12 teaching units
 
1. The Schlegel brothers.
2. Popularity of the Śakuntalā.
3. The origin myths. 
4. Schelling.
5. Schopenhauer.
6. Hegel.
7. The notion of Hinduism.
8. Effects of the colonial rule on India.
9. Indian religions and western science.
10. The Eurocentric paradigm. 
11. Gandhi and the Gītā.
12. India and countercultures.
Obiettivi
Obiettivo generale
Obiettivo generale dell’insegnamento è l’acquisizione di un quadro generale della storia dei rapporti tra pensiero indiano e pensiero occidentale. La competenza a riguardo del suddetto quadro sarà raggiunta principalmente attraverso lezioni di tipo frontale, nel corso delle quali sarà lasciato ampio spazio alla discussione, grazie alla quale gli studenti potranno porre a confronto le categorie concettuali del pensiero di tradizione occidentale, già in loro possesso, con quelle del pensiero indiano, allo scopo di evidenziare sia gli elementi consonanti sia gli elementi di alterità, e dunque arrivare a una migliore comprensione dell’evoluzione del rapporto tra i due ambiti. La padronanza della storia di tale interazione, ossia la competenza fondamentale che gli studenti dovranno aver sviluppato alla fine del ciclo di lezioni, potrà essere rafforzata dagli insegnamenti di Lingua e letteratura sanscrita e Indologia. La prospettiva storica, poi, potrà essere ulteriormente precisata grazie all’insegnamento di Society and culture in India, così da porre in rilievo come le interazioni filosofiche siano collegate a quelle storiche.
Valutazione
- Prova orale
- In itinere
Descrizione valutazione
Le modalità d’esame previste consistono in una prova orale finale (a stimolo aperto con risposta aperta), il cui obiettivo è determinare il grado di conoscenza dei rapporti tra pensiero indiano e pensiero occidentale, e in due valutazioni in itinere facoltative (prove scritte a stimolo chiuso con risposta aperta, durata novanta minuti), poste alla fine di ciascun nucleo didattico, atte anche a verificare la competenza con cui le fonti primarie sono accostate. Qualora lo studente abbia optato per le valutazioni in itinere, nel qual caso la prova orale finale consisterà in una breve discussione delle prove scritte, ciascuna prova contribuirà per un terzo al voto finale. Elementi presi in esame ai fini della valutazione saranno: la partecipazione attiva in termini di dibattito sul confronto tra le categorie filosofico-religiose indiane e quelle di tradizione occidentale, la capacità di studio autonomo che si manifesta nell’individuazione di collegamenti e analogie tra le due tradizioni.
Testi
    1. W. Halbfass, India and Europe, Albany, SUNY, 1988.
    2. M. Torri, Storia dell’India, Roma-Bari, Laterza, 2007.
    3. D. Smith, Induismo e modernità, Milano, Mondadori, 2008.
Note
link di Google Meet per seguire a distanzameet.google.com/rse-kvpy-xzj
Orario Lezioni
Lunedì 15.00 - 17.00 (RM021 Aula Riunioni 1 - III PIANO)
Mercoledì 15.00 - 17.00 (RM021 Laboratorio 1- III PIANO)
Inizio lezioni: Lunedì 12 Ottobre 2020

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma