LAUREA MAGISTRALE
Storia e funzioni del documento diplomatico
a.a.: 2020/2021 - anno di corso: 2
Settore M-STO/09 - CFU 6 - Semestre I - Codice 1047955
Note insegnamento:
Cdl associati Visualizza
Programma
Il corso sarà articolato in quattro parti:
- la prima parte sarà di carattere generale e servirà ad illustrare le diverse funzioni giuridiche riconoscibili nei documenti contemporanei; in seguito si procederà con l’applicazione di tali categorie alla documentazione di epoca antica e medievale;
- la seconda parte sarà dedicata ad una più puntuale analisi critica di alcuni casi particolari riconducibili al documento di cancelleria imperiale di età carolingia; 
- la terza parte sarà dedicata ad una più puntuale analisi critica di alcuni casi particolari riconducibili al documento giudiziario italiano nell’VIII-XI secolo; 
- la quarta parte sarà dedicata ad una più puntuale analisi critica di alcuni casi particolari riconducibili al documento dei privati nell'Italia longobarda e romanica dell’VIII-XII secolo.
Programma inglese
The course will be divided into four unit:
- first unit will give a general introduction and will explain the various legal functions recognisable in contemporary records; afterwards, these categories will be applied to the documentation of the Antiquity and Middle age;
- second unit will be dedicated to deep and more critical analysis of specific cases traced back to the imperial chancery record of the Carolingian age (IX century);
- third unit will be dedicated to deep and more critical analysis of specific cases traced back to the Italian judicial record (VIII-XI centuries);
- fourth unit will be dedicated to deep and more critical analysis of specific cases traced back to the Italian private document (VIII-XII centuries).
Obiettivi
Il corso si propone di fornire agli studenti una più completa e approfondita conoscenza in tema di documento diplomatico di età tardoantica e medievale offrendo loro gli strumenti necessari alla sua interpretazione critica. Durante lezioni interattive, gli studenti potranno acquisire la capacità di riconoscere forme documentarie, funzioni e valore giuridico del documento in rapporto all’ordinamento dell’epoca di produzione. Alla fine del corso, saranno in grado di analizzare criticamente ogni tipologia di documento diplomatico, indipendentemente dal contesto storico-giuridico in cui è stato prodotto.
Valutazione
- Prova orale
Descrizione valutazione
Rich text editor, valutazione_m, press ALT 0 for help. Alla fine del corso, la valutazione sarà basata su una prova orale con risposta aperta. Lo studente dovrà dimostrare di avere acquisito piena proprietà di linguaggio e di padroneggiare il lessico disciplinare di riferimento. Dovrà inoltre dimostrare di avere acquisito la capacità di riconoscere e analizzare criticamente forme e funzioni tipiche dei documenti pubblici e dei documenti privati di età medievale, in particolare. La frequenza e la partecipazione attiva alle lezioni concorreranno alla valutazione complessiva. La votazione rifletterà il grado di padronanza di tutti questi elementi.
Testi
G. Nicolaj, Lezioni di diplomatica generale. I. Istituzioni, Roma 2007 (pp. 51-88, escluso par. 6);
R.-H. Bautier, La chancellerie et les actes royaux dans les royaumes carolingiens, in «Bibliothèque de l’Ecole des chartes», 142 (1984), pp. 5-80 (con particolare attenzione pp. 5-67);
W. Huschner, L’idea della ‘cancelleria imperiale’ nella ricerca diplomatica. Diplomi ottoniani per destinatari in Toscana, in La Tuscia nell’alto e pieno medioevo. Fonti e temi storiografici ‘territoriali’ e ‘generali’ in memoria di Wilhelm Kurze. Atti dell’Incontro di studio (Siena-Abbadia San Salvatore, 6-7 giugno 2003), a cura di M. Marrocchi e C. Prezzolini, Firenze 2007, pp. 183-197;
G. Nicolaj, Formulari e nuovo formalismo nei processi del Regnum Italiae, in La giustizia nell’alto medioevo (secoli IX-XI), Spoleto 1997 (Settimane di studio del Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo, XLIV), pp. 347-379, ora anche in Id., Storie di documenti. Storie di libri. Quarant’anni di studi, ricerche e vagabondaggi nell’eta antica e medievale, a cura di C. Mantegna, Dietikon-Zürich 2013, pp. 230-246;
Padoa Schioppa, Le rôle du droit savant dans quelques actes judiciaires italiens des XIe et XIIe siècles, in Confluences des droits savants et des pratiques judiciaries. Actes du Colloque de Montpellier, Milano 1979, pp. 341-371 (pubbl. anche in trad. it. come Il ruolo della cultura giuridica in alcuni atti giudiziari italiani dei secoli XI e XII, in «Nuova rivista storica», 64 (1980), pp. 265-289);
G. Nicolaj, Originale, authenticum, publicum: una sciarada per il documento diplomatico, in Charters, Cartularies, and Archives. The Preservation and Transmission of Documents in the Medieval West.Proceedings of a Colloquium of the Commission Internationale de Diplomatique (Princeton and New York, 16-18 September 1999), ed. by A.J. Kosto and A. Winroth, Toronto 2002, pp. 8-21, ora anche in Id., Storie di documenti. Storie di libri. Quarant’anni di studi, ricerche e vagabondaggi nell’eta antica e medievale, a cura di C. Mantegna, Dietikon-Zürich 2013, pp. 113-120.
C. Mantegna, Il documento privato di area longobarda in età carolingia, in Die Privaturkunden der Karolingerzeit, hrsg. P. Erhart, K. Heidecker, B. Zeller, Dieitkon-Zurich 2009, pp. 57-72.
F. Santoni, Il documento privato di area romanica in età carolingia, ibid., pp. 73-83.
Note
È richiesta la conoscenza, anche elementare, della lingua latina e una conoscenza di base della Diplomatica.
Orario Lezioni
Martedì 9.00 - 11.00 (CU003 Aula B Ciasca - II PIANO)
Mercoledì 9.00 - 11.00 (CU003 Aula B Ciasca - II PIANO)
Inizio lezioni: Martedì 13 Ottobre 2020

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma