LAUREA
Storia della filosofia II.II A
a.a.: 2020/2021 - anno di corso: 1
Settore M-FIL/06 - CFU 6 - Semestre I - Codice 1027329
Note insegnamento:
Cdl associati Visualizza
Programma
La fine della metafisica tra Jacques Derrida ed Emmanuel Levinas.

Discepoli eterodossi di Edmund Husserl e di Martin Heidegger, Derrida e Levinas si formano alla scuola della della fenomenologia. Da questo metodo traggono entrambi l’interesse per la filosofia prima, ma, allo stesso tempo, anche la messa in questione della metafisica impostata in modo tradizionale. Così, se Derrida rivolge la propria critica alla questione della presenza e al primato dell’espressione orale e del soliloquio, Levinas invece attacca l’ontologia e il concetto di totalità. I due autori entrano quindi in un dialogo che si protrae per diversi anni e che ispira le rispettive proposte teoriche, che sfociano da un lato nel metodo della decostruzione, dall’altro nella proposta dell’etica come filosofia prima. Il corso seguirà questo percorso attraverso l’analisi dei testi indicati in programma d’esame, che permetteranno anche di affrontare temi classici della storia della metafisica. Il corso si avvarrà altresì della presenza del Prof. Shmuel Wygoda (Yaakov Herzog College, Israele - Institut Universitaire Elie Wiesel, Francia), visiting professor presso la Sapienza, che si soffermerà sul retroterra ebraico dei due autori ed in particolare sull’interpretazione talmudica di Levinas. 
Programma inglese
The End of Metaphysics between Jacques Derrida and Emmanuel Levinas.

As unorthodox disciples of Edmund Husserl and Martin Heidegger, Derrida and Levinas grow up at the school of phenomenology. From this method they both draw a strong interest for first philosophy but, at the same time, also a critique to traditional metaphysics. While Derrida focuses his own critique on the question of the presence and on the primacy of oral expression and of soliloquy, Levinas attacks ontology and the concept of totality. The two Authors develops therefore a dialogue that goes on for several years, inspiring their theoretical perspectives: deconstruction on the one side, ethics as first philosophy on the other. The course will follow this path trough the analysis of the texts indicated this Syllabus, that will also allow to grasp some classical themes of the history of metaphysics. The course is also going to host Professor Shmuel Wygoda (Yaakov Herzog College, Israele - Institut Universitaire Elie Wiesel, Francia), as a visiting professor, who will focus his attention on the Hebrew background of both authors and especially on the talmudic interpretations by Levinas.
Obiettivi
Fatta salva l'acquisizione di una serie di obiettivi di fondo (conoscenza e comprensione della disciplina; capacità di applicare conoscenza e comprensione; capacità critiche e di giudizio; capacità di comunicare quanto si è appreso; capacità di proseguire lo studio in modo autonomo), il corso si propone di raggiungere più in dettaglio/più specificamente i seguenti ulteriori obiettivi: conoscenza di un problema filosofico in prospettiva storica; conoscenza approfondita di un periodo e contesto filosofico con attenzione alla lunga durata dei problemi trattati; conoscenza di concetti e termini chiave della filosofia in prospettiva storica; uso di un lessico tecnico; capacità di comprensione, ricostruzione ed ermeneutica di testi classici della disciplina; capacità di analisi storica e critica teorica di testi; capacità personale di argomentazione (mediante lo stimolo alla partecipazione attiva); capacità di approfondire le questioni in modo personale e autonomo (mediante l’apprendimento di un metodo, l’indicazione di bibliografia di riferimento etc…). 
Valutazione
- Prova orale
- In itinere
Descrizione valutazione
Rich text editor, valutazione_m, press ALT 0 for help. La valutazione consiste in un esame orale. Verranno valutate (anche durante il corso) 1. la conoscenza e la comprensione dei testi oggetti del corso, a partire dai loro aspetti più generali, sino ai dettagli; sarà valutata in particolare la capacità delle studentesse e degli studenti di confrontarsi con un testo filosofico e di analizzarne criticamente aspetti specifici (punti di valutazione 1-15). 2. le capacità espressive e di dominio del lessico (punti 1-10). 2. le conoscenze del contesto storico (rispetto al pensiero degli autori oggetto del corso e rispetto alla storia della filosofia in generale) (punti 1-5). 
Testi
E. Levinas, Metafisica e trascendenza e Separazione e discorso, sezioni A e B dal capitolo primo di Totalità e infinito (1961), Jaca Book. 
J. Derrida, La voce e il fenomeno (1967), Jaca Book.
J. Derrida, Violenza e metafisica, capitolo quarto in La scrittura e la differenza (1967), Jaca Book.
E. Levinas, Jacques Derrida. Tutt’altrimenti, capitolo sesto in Nomi propri (1976), Castelvecchi
E. Levinas, Giovinezza di Israele, capitolo secondo in Dal sacro al santo (1977), Città Nuova. 
J. Derrida, Addio, allocuzione in Addio a Emmanuel Levinas (1997), Jaca Book (pp. 55-73).


Bibliografia secondaria suggerita 
S. Petrosino, La verità nomade. Introduzione a Levinas, Jaca Book 1980 
S. Petrosino,   La  scena umana : grazie a Derrida e Lévinas, Jaca book, 2010.
M. Ferraris, Introduzione a Jacques Derrida, Laterza 20196.
Note
n.d.
Orario Lezioni
Martedì 10.30 - 12.30 (RM054 Aula III - PIANO TERRA)
Mercoledì 8.30 - 10.30 (RM054 Aula III - PIANO TERRA)
Inizio lezioni: Martedì 6 Ottobre 2020

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma