LAUREA
Docente: Cecilia Bello
Letteratura italiana contemporanea
a.a.: 2021/2022 - anno di corso: 1
Settore L-FIL-LET/11 - CFU 12 - Semestre I - Codice 1027066
Note insegnamento:
Cdl associati Visualizza
Programma
La poesia italiana del Novecento
 
Il programma ha due finalità didattiche. La prima è una solida, non manualistica, conoscenza della storia della letteratura italiana tra il 1900 e il 1980 circa (accompagnata dalla lettura di un romanzo a scelta tra quelli proposti). La seconda finalità, monografica, è un approfondimento focalizzato sulla poesia italiana del Novecento (antologia e tre raccolte integrali a scelta tra quelle proposte) e sugli strumenti che ne consentono lettura, analisi e interpretazione critica.
La prima parte del corso, infatti, intende illustrare la specificità del testo poetico per poi introdurre gli aspetti peculiari della poesia contemporanea. Con basilari riferimenti storico-letterari alle opere, agli autori, ai dibattiti letterari e alle teorie estetiche che hanno caratterizzato il Novecento italiano, le lezioni saranno dedicate all’analisi, alla contestualizzazione e al commento filologico e critico dei testi poetici.
 
Programma inglese
Twentieth century's Italian poetry
 
The program has two main didactic purposes. The first is a solid, non-manual knowledge of the history of Italian literature between 1900 and 1980 (accompanied by the reading of a novel chosen from those proposed). The second purpose, monographic, is an in-depth study focused on Italian poetry of the twentieth century (anthology and three collections chosen from those proposed) and on the tools that allow reading, analysis and critical interpretation. The first part of the course, in fact, intends to illustrate the specificity of the poetic text and then introduce the peculiar aspects of contemporary poetry. With basic historical-literary references to the works, authors, literary debates and aesthetic theories that characterized the Italian twentieth century, the lessons will be dedicated to the analysis, contextualization and philological and critical commentary of poetic texts.
 
Obiettivi
Lo studente dovrà acquisire una solida conoscenza dei principali autori e delle più significative questioni storico-culturali della letteratura italiana dell’Otto-Novecento; nonché una proficua capacità di comprensione, analisi e interpretazione dei testi letterari in prosa e in versi, anche sulla base di un uso consapevole della bibliografia critica. Lo studente dovrà, inoltre, saper individuare e affrontare con spirito critico i nodi problematici più rilevanti, e saper utilizzare le conoscenze acquisite per esporre e argomentare informazioni, interpretazioni e risultati di ricerca a interlocutori specialisti e non specialisti. Lo studente dovrà, infine, raggiungere un metodo di studio maturo e autonomo, anche in vista di ulteriori futuri esami di Letteratura italiana contemporanea.
Valutazione
- Prova orale
Descrizione valutazione
Il colloquio orale accerterà le conoscenze storico-letterarie acquisite, la capacità di analisi retorico-metrica, stilistica dei testi poetici e narrativi in programma (sia obbligatori sia a scelta), la formulazione di commenti, di interpretazioni autonome e di giudizi critici fondati sulle evidenze testuali. Le valutazioni delle prove orali saranno adeguate al livello della laurea triennale nella quale è inserito il corso.
Per avere valutazione sufficiente (18/30) gli studenti dovranno esprimersi fluentemente e correttamente in lingua italiana, sia pure con un semplice o limitato vocabolario, dovranno leggere con ragionevole competenza i testi letterari e dovranno avere sufficiente conoscenza della storia letteraria secondo chiare coordinate cronologiche, dovranno inoltre dimostrare una dignitosa capacità di analisi e di commento del testo.
Per avere una valutazione medio-bassa (tra 20/30 e 23/30) gli studenti dovranno conoscere abbastanza bene gli argomenti del corso mostrando al massimo lacune di piccola entità e tenere abbastanza sotto controllo la correttezza e la fluidità dell'esposizione in lingua italiana.
Per avere una valutazione medio-alta (tra 24/30 e 28/30) gli studenti dovranno conoscere con sicurezza gli argomenti del corso, dovranno essere in grado di argomentare giudizi critici fondati su dati testuali e non su impressioni o gusti personali, e dovranno tenere sotto controllo la correttezza e la fluidità dell'esposizione in lingua italiana.
Per avere il massimo della valutazione (30/30 o 30 e lode) gli studenti dovranno possedere ricca padronanza lessicale della lingua italiana, correttezza grammaticale e solido controllo delle strutture sintattiche. Dovranno inoltre dimostrare un'ottima (non solo manualistica) conoscenza della storia letteraria, senza incertezze o lacune, dovranno essere in grado di analizzare, commentare e interpretare criticamente i testi poetici e narrativi (obbligatori o a scelta), ma soprattutto dovranno saper individuare corrispondenze tra autori e costruendo riflessioni critiche fondate su verificabili dati testuali.
Nota Bene: Si intende che il docente si riserva di integrare o di sostituire la prova orale con una prova scritta qualora condizioni di emergenza o di opportunità didattica rendessero indemandabile tale provvedimento.
Testi
Testi
I cinque punti in cui è articolata la bibliografia sono tutti obbligatori; è indispensabile che gli studenti portino all’esame i testi letti (antologia della poesia del Novecento e le altre opere a scelta): l’analisi e il commento critico dei testi in prosa e in versi sono parte sostanziale della prova d’esame.
 
1) Romano Luperini, Pietro Cataldi e Marianna Marrucci, Storia della Letteratura italiana contemporanea, Palermo, Palumbo, 2012.
 
2) Lettura di un romanzo a scelta tra i seguenti:
 
-Gabriele D’Annunzio, Il fuoco [1900], a cura di Pietro Gibellini, Milano, BUR, Rizzoli, 2009
-Aldo Palazzeschi, Il Codice di Perelà. Romanzo futurista [1911], a cura di Marco Marchi, Milano, Mondadori, 2014
-Federigo Tozzi, Il podere [1921], a cura di Luigi Baldacci, Milano, Garzanti, 2007
-Italo Svevo, La coscienza di Zeno [1923], a cura di Cristina Benussi, Milano, Feltrinelli, 2014
-Luigi Pirandello, I quaderni di Serafino Gubbio operatore [1925], a cura di Simona Costa, Oscar Mondadori, 2013
-Alberto Moravia, Gli indifferenti [1929], introduzione di Edoardo Sanguineti, bibliografia di Tonino Tornitore, cronologia di Eileen Romano, Milano, Bompiani, 2012
-Elio Vittorini, Conversazione in Sicilia [1941], nuova edizione aggiornata a cura di Giovanni Falaschi, Milano, BUR Contemporanea, 2014.
-Cesare Pavese, La luna e i falò [1950], introduzione di Gian Luigi Beccaria, Torino, Einaudi, 2014.
-Italo Calvino, Le città invisibili [1972], presentazione dell’autore, con uno scritto di Pier Paolo Pasolini, Oscar Mondadori, 2016.
-Curzio Malaparte, La pelle [1949], a cura di Caterina Guagni e Giorgio Pinotti, Milano, Adelphi, 2016.
-Pier Paolo Pasolini, Ragazzi di vita [1955], Prefazione di Vincenzo Cerami, Milano, Garzanti, 2014.
-Carlo Emilio Gadda, Quer pasticciaccio brutto de via Merulana [1957], prefazione di Pietro Citati, nota di Giorgio Pinotti, Milano, Garzanti, 2011.
-Alberto Arbasino, L’Anonimo lombardo [1959], Milano, Adelphi, 1996.
-Luigi Malerba, Il serpente [1966], Milano, Mondadori, 1999.
-Nanni Balestrini, Vogliamo tutto [1971], Milano, Mondadori, 2013.
 
3) Poesia italiana del Novecento, a cura di Edoardo Sanguineti, Torino, Einaudi, 2007 [I ed. 1969], I e II volume con l’esclusione dei seguenti autori: Vallini, Oxilia, Martini, Chiaves, Cavacchioli, Farfa, Fillia, Sinisgalli, De Libero, Erba.
 
4) Eventuali testi poetici o critici forniti a lezione come materiale didattico.
 
5) Tre opere poetiche in lettura integrale a scelta tra le seguenti:
 
-Guido Gozzano, I colloqui, in Id., Le poesie, a cura di Edoardo Sanguineti, Torino, Einaudi, 2016.
-Aldo Palazzeschi, L’incendiario [1911], Milano, Mondadori, 2021.
-Dino Campana, Canti Orfici [1914], a cura di Fiorenza Ceragioli, Milano, BUR, 1989.
-Giuseppe Ungaretti, L’Allegria [1931], in Id., Vita d’un uomo, Milano, Mondadori, 2016.
-Eugenio Montale,Ossi di seppia, a cura di Pietro Cataldi e Floriana D’Amely, Milano, Mondadori, 2016.
-Cesare Pavese, Lavorare stanca [1936 poi 1943], a cura di Mariarosa Masoero, Torino, Einaudi, 2001
-Vittorio Sereni, Diario d’Algeria [1947],Torino, Einaudi, 1996.
-Edoardo Sanguineti, Laborintus [1956], in Erminio Risso, Laborintus di Edoardo Sanguineti, Testo e commento, nuova edizione accresciuta, Lecce, Manni, 2020.
-Elio Pagliarani, La ragazza Carla [1960] e Lezione di fisica [1964], in Id., Tutte le poesie (1946-2011), a cura di Andrea Cortellessa, Milano, Il Saggiatore, 2019.
-Mario Luzi, Nel magma [1963], in Id., Poesie, Milano, Garzanti, 2014.
-Pier Paolo Pasolini, Poesia in forma di rosa [1964], Milano Garzanti, 2015.
-Nanni Balestrini,Le avventure della signorina Richmond e Blackout. Poesie complete, volume secondo (1972-1989), Roma, DeriveApprodi, 2016.
 
Gli studenti non frequentanti troveranno sostegno allo studio e all’analisi dei testi poetici in Niva Lorenzini, Poesia del Novecento italiano, Roma, Carocci, 2015 [I ed. 2002]
 
Bibliografia di approfondimento (facoltativa)
 
Strumenti teorici e manuali consigliati (sempre facoltativi)
 
-Pietro G. Beltrami, Gli strumenti della poesia, Bologna, il Mulino, 2012.
-Paolo Giovannetti e Gianfranca Lavezzi, La metrica italiana contemporanea, Roma, Carocci, 2020.
-Jurij Lotman, La struttura del testo poetico, a cura di Eridano Bazzarelli, traduzioni di Eridano Bazzarelli, Erika Klein, Gabriella Schiaffino, Milano, Mursia, 2019 – solo il capitolo 6. Elementi e livelli della paradigmatica del testo artistico, pp. 120-239.
-Bice Mortara Garavelli, Manuale di retorica, Milano, Bompiani, 2018.
-Uberto Motta, «Lingua mortal non dice». Guida alla lettura del testo poetico, Roma, Carocci, 2020.
-Francesco Muzzioli, L’analisi del testo letterario. Primi strumenti di metrica, retorica, tecnica narrativa e scritture alternative, Roma, Empirìa, 2012.
 
Saggi critici consigliati (sempre facoltativi)
 
-Stefano Colangelo, Il soggetto nella poesia del Novecento italiano, Milano, Bruno Mondadori, 2009.
-Fausto Curi, Tra mimesi e metafora. Studi su Marinetti e il futurismo, Bologna, Pendragon, 1995, pp. 81-123.
-Id., La poesia italiana nel Novecento, Roma-Bari, Laterza, 1999.
-Giacomo Debenedetti, Poesia italiana del Novecento. Quaderni inediti, Milano, Garzanti, 2000
-Niva Lorenzini, Corpo e poesia nel Novecento italiano, Milano, Bruno Mondadori, 2009.
-Aldo Mastropasqua, Opposizione e ricerca. Saggi di teoria e critica letteraria, Roma, Lithos, 2021.
-Francesco Muzzioli, Il gruppo ’63. Istruzioni per la lettura, Roma, Odradek, 2013.
-Edoardo Sanguineti, Tra liberty e crepuscolarismo, Milano, Mursia, 1990 [I ed. 1965].
Note
Prerequisiti

I prerequisiti per la preparazione del corso di Letteratura italiana contemporanea (canale I - cognomi A-L), in special modo per gli studenti che non frequenteranno le lezioni, sono i seguenti:
1) buona (o molto buona) conoscenza della retorica, della metrica e delle procedure di analisi del testo e di interpretazione critica;
2) buone conoscenze storiche del periodo letterario oggetto di studio: 1880-1980;
3) sufficienti conoscenze linguistiche e storico-letterarie di culture non italiane nel periodo oggetto di studio: 1880-1980.
Orario Lezioni
Martedì 17.00 - 20.00 (RM021 Aula 201 - II PIANO)
Mercoledì 15.00 - 17.00 (RM021 Aula 110 - I PIANO)
Giovedì 8.00 - 11.00 (RM021 Aula 201 - II PIANO)
Inizio lezioni: Martedì 28 Settembre 2021

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma