LAUREA
Docente: Luca Milasi
Filologia giapponese A
a.a.: 2021/2022 - anno di corso: 3
Settore L-OR/22 - CFU 6 - Semestre II - Codice 1055410
Note insegnamento:
Cdl associati Visualizza
Programma

Overview:

Il corso si propone di introdurre lo studente alle problematiche legate alla filologia della lingua giapponese, favorendo la maturazione degli strumenti critici propri della disciplina e lo sviluppo di capacità gestionali delle componenti semantiche della lingua giapponese classica in relazione ai diversi generi letterari. In particolare, si proporranno esercitazioni guidate con estratti originali di prosa e poesia di difficoltà variabile per mostrare sotto diversi aspetti l'evoluzione grammaticale, lessicale e sintattica della lingua giapponese tardo-antica e medievale, con particolare riferimento all'evoluzione del canone poetico del periodo Heian (794-1185) e Kamakura (1185-1333). Il corso prevede anche rudimenti di codicologia e archeologia del libro in Giappone, con particolare riferimento alla storia dei supporti e materiali scrittori, oltre che della scrittura nel succedersi delle diverse convenzioni e stili calligrafici. La conoscenza ottenuta mediante il corso nell’ambito della paleografia e codicologia giapponese sarà utile al fine di analizzare in maniera ragionata e obiettiva esemplari di valore letterario e documentaristico direttamente dagli originali in grafia corsiva, con una panoramica sull’archeologia del documento cartaceo comprendente tipo e formati di libro, materiali e supporti scrittori, studio dei manoscritti e delle edizioni a stampa storiche.

Al termine del corso, le verifiche finali riguarderanno una selezione antologica di testi (dettagliata sotto), e una verifica delle conoscenze teorico-pratiche acquisite durante lo svolgimento delle lezioni. La selezione antologica consisterà in una rosa di poesie scelte, comprese le loro eventuali introduzioni in prosa, per l’Anno Accademico di riferimento, tratte dall'antologia in adozione come

libro di testo, ossia C. Pallone (a cura di) Lingua Giapponese Classica: un'antologia dal IX al XIX secolo, ovvero le selezioni poetiche contenute nelle sezioni su Kokin waka shÅ«, e la centuria poetica Hyakunin isshu contenuta nella sezione su Teika. Per la codicologia, la prova consisterà nella lettura e trascrizione diplomatica di un segmento o porzione di testo in grafia corsiva scelto fra i materiali oggetto delle varie esercitazioni, e nella descrizione di uno o più esemplari di formato di libro antico.

Per la parte teorica i testi di riferimento sono i capitoli specificati del testo di P. Kornicki, The book in Japan: a cultural history (capitoli 1 e 2), e l'articolo di B. Ruperti sulla letteratura manoscritta: per dettagli si rimanda alla bibliografia d’esame.

Programma inglese
n.d.
Obiettivi

Obiettivi generali: il corso mira a sviluppare una conoscenza di base della filologia della lingua giapponese, variante tardo-antica e medievale (secoli IX-XVI), con l’obiettivo precipuo di mettere il discente in condizione di leggere, interpretare e tradurre testi classici, in prosa e poesia, dall’originale. Il corso mira al raggiungimento di detto obiettivo mediante un ciclo di lezioni di grammatica e sintassi, con esercitazioni su segmenti, frasi, e brani in lingua classica ordinati secondo un livello di difficoltà progressivo, comprendenti un congruo numero di esercitazioni nelle quali si prevede il coinvolgimento attivo degli apprendenti per individuare e risolvere le problematiche specifiche relative al campo di studio. Il corso prevede anche rudimenti di storia della lingua giapponese e delle sue evoluzioni attraverso i secoli, con particolare riferimento alla storia della scrittura, e mira a sviluppare una conoscenza base della paleografia della lingua giapponese utile ad analizzare in maniera ragionata e obiettiva esemplari di valore letterario e documentaristico direttamente dagli originali in grafia corsiva, con una panoramica sull’archeologia del documento cartaceo comprendente tipo e formati di libro, materiali e supporti scrittori, studio dei manoscritti e delle edizioni a stampa storiche.

 

Valutazione
- Prova scritta
- Prova orale
Descrizione valutazione
Rich text editor, valutazione_m, press ALT 0 for help.

Modalità di svolgimento:

Tradizionale/a distanza in base alle norme sanitarie vigenti contestualmente all'appello

Il corso si articola in un ciclo di lezioni di filologia della lingua giapponese e storia del libro incentrate sull'analisi di una selezione poetica antologizzata, comprendente esercitazioni guidate su segmenti sintattici, frasi e brani in lingua classica utili a una riflessione sull’evoluzione diacronica delle principali strutture sintattico-grammaticali della lingua giapponese nel periodo tardoantico (Ymatokotoba, ChÅ«kō nihongo), incluso l'occasionale confronto attivo con la lingua contemporanea, variante dialetto standard Tokyo-lingua nazionale (Kokugo). Le traduzioni guidate corredate saranno corredate da un’introduzione teorica storico-culturale e letteraria.

Le esercitazioni di lettura, interpretazione e traduzione saranno svolte in base a un criterio di difficoltà progressiva, per consentire anche a chi affronta per la prima volta lo studio della lingua classica di sviluppare un'ampia riflessione in relazione alle problematiche specifiche della morfologia della lingua giapponese scritta attraverso le sue varie evoluzioni storiche.

I materiali del corso di difficile reperibilità in Italia o fuori stampa saranno forniti in fotocopia nel corso delle lezioni, e potranno essere richiesti al docente, che renderà disponibili appositi moduli sul Google classroom del corso per l'apprendimento dei fondamenti della disciplina, in connessione con il contenuto del corso. Ulteriori materiali per esercitazioni e studio autonomo e tutte le informazioni necessarie per una proficua frequenza del corso, ivi incluso il calendario o prospetto delle varie lezioni, esercitazioni, esoneri, seminari e iniziative ad esso connesse saranno resi tempestivamente disponibili con avviso sul nuovo google Sites docente predisposto in base alle indicazioni di Sapienza, raggiungibile al seguente link: https://sites.google.com/uniroma1.it/lucamilasi/home, cui si consiglia di riferirsi almeno settimanalmente anche per gli avvisi (bacheca docente nella sezione ‘didattica’ ed eventuali avvisi a carattere di urgenza in calce alla home) i ricevimenti e i contatti aggiornati del docente e degli eventuali collaboratori del corso.

La frequenza al corso è facoltativa, ma è vivamente consigliata.

Modalità di valutazione:

Prova orale con eventuale prova scritta, valutaz. progett, valutazione in itinere (esonero)

L'esame si comporrà di una prova consistente in un'esercitazione di traduzione, analisi e commento filologico e linguistico di una selezione poetica antologizzata, comprensiva delle eventuali introduzioni in prosa alle liriche selezionate, e una prova di conoscenza dei testi teorici di storia culturale del libro indicati nel programma. Per la porzione della sezione antologica oggetto di studio paleografico e codicologico, gli esaminandi dovranno fornire la trascrizione o lettura a voce di liriche della selezione in esame direttamente da una variante corsiva riprodotta in un'edizione a stampa storica e commentare su formati di libro storici.

 

Lo studente deve pertanto completare lo studio della parte antologica (sezione I) e teorica (sezione II) ai fini dell’esame. Si può sostenere l’esame in forma solo orale (portando entrambe le sezioni, I e II, nella stessa sessione, direttamente a colloquio in un qualsiasi appello previsto), oppure, qualora consentito in base alla normativa vigente anche in materia sanitaria, in forma scritta, anticipando una o entrambe le parti (antologica e teorica) che compongono il corso. Il sostenimento dell'esame sulla parte antologica (I) verrà sommato alla prova teorica (II) sui testi in bibliografia e ambedue concorreranno allo sviluppo di un esito finale di valutazione della preparazione espresso in trentesimi. Il candidato può comunicare direttamente in un appello successivo la volontà di avvalersi o meno di una precedente prova valevole come esonero già sostenuta in forma scritta ai fini della valutazione finale.

Nello specifico della valutazione, maturare una conoscenza delle principali problematiche e metodi della filologia della lingua giapponese tale da consentire una interpretazione corretta e coerente dei brani in lingua oggetto della selezione, compresa una sufficiente capacità di leggerli direttamente in grafia corsiva, costituirà un sessanta percento della valutazione in merito al raggiungimento degli obiettivi formativi del corso. Detta valutazione sarà coniugata con un ulteriore vaglio della capacità di esposizione di tutti gli argomenti teorici individuati fra gli obiettivi formativi del corso, scelti in base alla bibliografia di testi teorici di riferimento, che concorre, in proporzione alla rilevanza e l’estensione della trattazione di detti argomenti nella bibliografia in programma, nella misura del restante quaranta percento alla valutazione finale del profitto, che sarà espressa in trentesimi. La principale modalità di valutazione delle conoscenze acquisite al termine del corso sarà in forma orale, con la possibilità di sostenere scritti valevoli anche come esoneri parziali.

Testi

Testi per la sezione antologica (I):

Selezione di brani per le esercitazioni: selezione antologica da KokinshÅ« dal testo di C. Pallone: Introduzione e avvertenze (pp. 5-20) nonché poesie dalla suddetta antologia con relativo commento, pp. 23-36. Per dette liriche si possono consultare le glosse relative, l'introduzione, e le appendici (compreso il glossario) in fondo al volume (pp. 200-251 più eventuale consultazione per approfondimenti dei testi in bibliografia finale).

Selezione di poesie di Fujiwara Teika dall’antologia Hyakunin Isshu (versione Ogura) dall'antologia di C. Pallone: introduzione all'autore (pp. 103-109) e alle liriche 1,2,3,4,9 a p. 111, nella seconda parte con le glosse relative, alle pp. 112-114; glossario e schede sintattiche in fondo al volume (pp. 200-251).

Riproduzioni di edizioni manoscritte e a stampa silografica di opere letterarie giapponesi fornite in dispensa all'inizio delle lezioni.

 

Testi per la parte teorica (II):

Peter Kornicki,The Book in Japan: A Cultural History from the Beginnings to the Nineteenth Century, Leiden, Brill, 1998, capitoli 1 e 2: disponibile presso la Biblioteca del Dipartimento Istituto Italiano di Studi Orientali

Bonaventura Ruperti, "Forme e materiali, scritture e stili: la letteratura giapponese in manoscritto" , in Scritture e codici nelle culture dell'Asia : Giappone, Cina,Tibet, India : prospettive di studio,Venezia, Cafoscarina, pp. 15-33, fornito in dispensa

Schede di paleografia fornite in dispensa all’inizio delle lezioni; i discenti potranno ottenere tutte le dispense del corso anche su piattaforma google classroom.

Note

Prerequisiti:

Aver superato con profitto l'esame di primo anno di lingua e traduzione giapponese è condizione necessaria per accedere all'esame finale del secondo anno di giapponese.

Orario Lezioni
Giovedì 15.00 - 17.00 ( Aula da definire)
Venerdì' 9.00 - 11.00 ( Aula da definire)
Inizio lezioni: Martedì 1 Marzo 2022

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma