LAUREA
Docente: Luca Milasi
Lingua e traduzione giapponese II
a.a.: 2021/2022 - anno di corso: 2
Settore L-OR/22 - CFU 12 - Semestre I+II - Codice 1055390
Note insegnamento:
Cdl associati Visualizza
Programma

Programma dell'insegnamento:

Apprendimento di strutture grammaticali e di sinogrammi (kanji) utili a un avanzamento del livello di abilità linguistica del discente dal livello elementare a quello intermedio-avanzato (corrispondente circa all’N3). Corretta formulazione e gestione della frase attributiva nel parlato e nello scritto.

Esercitazioni con il docente italiano e con i docenti madrelingua. Verifiche periodiche (non valide agli effetti della votazione finale) attraverso test scritti e prove orali al fine di valutare i risultati e l’andamento dell’apprendimento.

Programma inglese
n.d.
Obiettivi

 

Il corso triennale ha come obiettivi formativi l’apprendimento della lingua giapponese nella componente scritta e orale e lo sviluppo delle capacità comunicative dal livello elementare a quello avanzato, con gradi di formazione diversi per ogni annualità.

Il secondo anno mira a portare lo studente alla conoscenza delle strutture di livello intermedio della grammatica e della conoscenza degli ideogrammi. Le lezioni frontali introducono la scrittura e la sintassi, con ampio spazio dedicato allo sviluppo delle capacità comunicative, alla sistematizzazione e fissazione dei concetti appresi attraverso esercizi in classe e prove di traduzione, secondo aggiornate tecniche di didattica della lingua. Le lezioni con i madrelingua supportano ulteriormente l’esercizio di scrittura e di conversazione. Alla fine del secondo anno lo studente è in grado di esprimere, oralmente e tramite produzioni scritte, esperienze, avvenimenti, oltre che spiegare in maniera semplice le proprie opinioni e ambizioni; sarà quindi nelle condizioni di affrontare il livello N4 del JLPT.

 

Valutazione
- Prova scritta
- Prova orale
Descrizione valutazione
Rich text editor, valutazione_m, press ALT 0 for help.

Modalità di svolgimento dell'esame:

Tradizionale - A distanza (in base alle vigenti norme sanitarie)

Esame bipartito, suddiviso in uno scritto propedeutico all’accesso a una verifica di comprensione e produzione orale. Lo scritto si comporrà di due parti comprendenti esercizi di grammatica e di traduzione, relativi al programma spiegato nel corso, propedeutico alla prova orale; valutazione finale nel contesto di un esame orale.

La parte di grammatica prevede: esercizi relativi al riconoscimento e alla scrittura dei kanji; esercizi in cui si completano le frasi con le particelle agglutinanti; esercizi a scelta multipla atti a verificare la conoscenza delle strutture grammaticali; lettura e comprensione; elaborazione di una breve composizione utilizzando le strutture studiate.

La parte di traduzione consiste in un brano di circa 400 parole (per l’esame sostenuto in presenza; considerazioni di contingenza logistica possono determinare variazioni in caso di esame somministrato a distanza per evidenti necessità) da tradurre dal giapponese all’italiano, senza l’uso dei dizionari, per verificare la comprensione e la capacità di resa in italiano delle strutture grammaticali.

Entrambe le prove devono essere superate con la sufficienza.

La prova scritta, propedeutica all’ammissione all’orale, non fa media con il voto che lo studente ottiene all’orale.

Nella prova orale viene chiesto allo studente di leggere un brano, tra quelli studiati in classe, e di rispondere a delle domande sui contenuti letti; di sostenere una conversazione a solo (‘nagaku hanasu’ o ‘dokuwa’) seguita da domande contestuali, e di proseguire lo scrutinio con una seconda conversazione basata su domande finalizzate a verificare la comprensione e la capacità di utilizzo delle strutture grammaticali; eventualmente di svolgere alcuni esercizi del libro; eventualmente di scrivere, facendo uso anche dei sinogrammi studiati, una frase dettata dall’insegnante in giapponese. Nella prova orale si valuterà prettamente la capacità dello studente di applicare correttamente le strutture grammaticali studiate in diversi contesti di conversazione.

Modalità di valutazione:

-prova scritta

-prova orale

Punteggio 30/30 alla prova finale.

Testi

Testi adottati:

Mastrangelo M., Oue J., Impariamo il giapponese, Hoepli, Milano, 2019, II volume;

Mastrangelo M., Ozawa N., Saito M., Grammatica giapponese (nuova edizione), Hoepli, 2016.

Si consiglia anche di consultare JUNICHI OUE; ANTONIO MANIERI. 2020. GRAMMATICA D'USO DELLA LINGUA GIAPPONESE;TEORIA ED ESERCIZI. LIVELLI N5N3 DEL JAPANESE LANGUAGE PROFICIENCY TEST. [S.l.]: HOEPLI.

 

Note
n.d.
Orario Lezioni
Giovedì 11.00 - 13.00 (RM021 Aula 203 - II PIANO)
Inizio lezioni: Giovedì 30 Settembre 2021

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma