LAUREA MAGISTRALE
MUSEOLOGIA - STORIA DEL COLLEZIONISMO
a.a.: 2021/2022 - anno di corso: 1
Settore L-ART/04 - CFU 6 - Semestre II - Codice 10600480
Note insegnamento:
Cdl associati Visualizza
Programma
Il corso intende analizzare l’ampio fenomeno del collezionismo a Roma nel Seicento, a partire dalla devoluzione di Ferrara (1598), che portò in città i capolavori delle collezioni estensi, e fino alla formazione (e dispersione) della collezione del marchese Niccolò Maria Pallavicini (inventario post mortem 1714). L’analisi delle maggiori quadrerie romane ancora oggi esistenti (Borghese, Pamphilj, Spada) sarà integrata con quelle delle collezioni disperse (Patrizi, Mattei, Pallavicini), in un continuo confronto con il più ampio quadro italiano ed europeo (dalle raccolte veneziane dei fratelli Correggio, fino a quelle francesi di La Vrillière e  quelle della corona spagnola). L’obiettivo sarà quello di individuare criteri museologici ante litteram nelle scelte di allestimento da parte dei principi e dei cardinali del Seicento (disposizione dei dipinti per generi, o per scuole, epoche, importanza, etc.), attraverso l’analisi dettagliata degli inventari e delle fonti della letteratura artistica. Il corso sarà integrato da esercitazioni e sopralluoghi nelle gallerie romane.
Programma inglese
n.d.
Obiettivi
n.d.
Valutazione
Descrizione valutazione
Rich text editor, valutazione_m, press ALT 0 for help.
Testi
n.d.
Note
n.d.
Orario Lezioni
Lunedì 17.00 - 19.00 (CU003 Aula III Carlotta Nobile - I PIANO)
Mercoledì 9.00 - 11.00 (CU003 Aula III Carlotta Nobile - I PIANO)
Inizio lezioni: Lunedì 28 Febbraio 2022

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma