Programma di Filosofia del linguaggio (A-L), triennale

Il corso viene erogato su due semestri (inizio il 28.9.2022, aula XII) 
 
Primo modulo: “Introduzione alla filosofia del linguaggio”
Questo modulo (erogato nel I semestre 2022-23) guida gli studenti all’oggetto della disciplina, ai problemi filosofici e linguistici che la caratterizzano e alla terminologia specifica. Esso ha pertanto carattere elementare e al tempo stesso tecnico, perché serve a formare la preparazione di base che metterà lo studente in grado di affrontare temi e problemi più specifici, sia in chiave storica sia in chiave teorica. I punti principali trattati nel primo modulo sono i seguenti: Basi biologiche e cognitive del linguaggio; Linguaggi umani e linguaggi delle altre specie animali; Proprietà semiotiche del linguaggio verbale (arbitrarietà, articolatezza, creatività ec.); Semantica e pragmatica; Stratificazione sociale delle capacità linguistiche.
 
Secondo modulo: “Scorribande nella storia della filosofia del linguaggio”
Questo modulo, a carattere avanzato, ed erogato nel II semestre 2022-23, ha come sfondo la storia della riflessione filosofica sul linguaggio dalle origini nel mondo greco antico fino al Novecento. Il manuale indicato in bibliografia (n. 3) è il repertorio di cui docente e studenti si serviranno per reperire sia i testi sia le principali informazioni sugli autori. Il modulo proporrà un approccio diacronico e per temi: si sceglieranno alcuni temi classici e ricorrenti della filosofia del linguaggio (ad es.: arbitrarietà vs. naturalità del linguaggio; rapporto linguaggio-pensiero; linguaggio umano e linguaggi animali) e si studierà il modo in cui essi sono stati elaborati nel corso delle diverse epoche. Lo studio richiesto agli studenti non ha dunque – in questo modulo - carattere “cumulativo”, ma “trasversale” e selettivo. L’obiettivo finale è comprendere la genesi e le ragioni storiche del metalinguaggio teorico di cui ancor oggi facciamo uso.
 
Modalità di valutazione
L’esame sul primo modulo avviene tramite uno scritto che verte sulle nozioni di base della disciplina, con riferimento ai testi 1 e 2 della bibliografia; il superamento dello scritto (voto pari o superiore a 18/30) consente di accedere al completamento dell’esame mediante una verifica orale consistente in una discussione dello scritto stesso e nell’approfondimento di singoli temi del programma  (testi 3 e 4). A richiesta degli studenti, alla fine del primo semestre è possibile organizzare una prova scritta (facoltativa) su questa sola parte del programma. L'esame deve essere in questo caso completato in una sessione compresa fra giugno 2023 e settembre 2023.
 
Testi da studiare per l'esame
 
1. S. Gensini, Elementi di semiotica, Roma, Carocci 2002 (e ristampe)
2. Filosofie della comunicazione, a c. di S. Gensini con la collab. di Luca Forgione, Roma, Carocci 2012 (e ristampe)
N.B. lo scritto verte sul testo n. 1 e sui primi 4 capp. del testo n 2; gli altri capp. del testo n. 2 sono oggetto  dell’orale.
3. I classici della filosofia del linguaggio. Testi scelti e presentati, a cura di Stefano Gensini e Michela Tardella.

Data inizio: 
Venerdì, 9 Settembre, 2022
Data fine: 
Mercoledì, 31 Maggio, 2023

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma