Corso Storia della filosofia medievale I semestre: L 12 cfu

Docente: Luisa Valente
 
Titolo dell’insegnamento: Storia della filosofia medievale I.II
 
Livello: L
 
CFU: 12
 
ORARIO:
 
Lunedì, ore 16:30-19:30, aula XII
Giovedì, ore 12:30-14:30, aula XII
Venerdì, ore 10:30-12:30, aula VIII
 
INIZIO LEZIONI:
 
Giovedì 29 settembre 2022
 
 
OBIETTIVI FORMATIVI
 
Italiano: Fatta salva una serie di obiettivi di fondo (conoscenza e comprensione della disciplina; capacità di applicare conoscenza e comprensione; capacità critica e di giudizio; capacità di comunicare quanto si è appreso; capacità di proseguire lo studio in modo autonomo), il corso si propone di raggiungere più specificamente i seguenti ulteriori obiettivi: acquisizione di alcune nozioni chiave della filosofia della religione attraverso la lettura alcuni classici della disciplina; capacità di lettura critica e contestualizzazione storico-teorica di testi filosofici; capacità di utilizzazione di un lessico filosofico specializzato in forma scritta e orale; capacità argomentativa personale.
 
Inglese: Given for granted some basic and indispensable goals (knowledge and understanding in the field of studies; ability to apply knowledge and understanding; capability of critical analysis; communication skills on that which has been learned; capacity to undertake further studies with some autonomy), the course intends to attain the following specific objectives: knowledge of key notions of philosophy of religion by means of an analysis of some classics of the discipline; improvement of: capacity of critical reading and historical-theoretical framing of philosophical texts; mastery of philosophical terminology in oral and written communication; argumentative skills.
 
 
 
 
PREREQUISITI
 
Italiano: Il corso richiede che si sia già acquisita una preparazione di base a livello di scuola secondaria di secondo grado nelle discipline filosofiche. È richiesta in modo particolare una padronanza del lessico filosofico elementare.
 
 
Inglese:
A basic knowledge of philosophical disciplines (corresponding to the level of the upper secondary school) is required. In particular, it is needed a mastery of the basic philosophical terminology.
 
 
PROGRAMMA DELL’INSEGNAMENTO (minimo 700 caratteri, spazi inclusi)
 
Italiano:
 
Introduzione alla Storia della filosofia medievale. I commenti di Gilberto di Poitiers (m. 1154) agli Opuscoli teologici di Boezio
Il corso si dividerà in due parti. Nella prima parte verrà presentata una sintesi della storia della filosofia medievale da Agostino al XIV secolo, attraverso la lettura e il commento in aula di estratti di testi filosofici e teologici. La seconda parte sarà dedicata al pensiero del grande metafisico e teologo Gilberto di Poitiers, morto nel 1154. L’opera principale di Gilberto è costituita da commenti a quattro dei cinque Opuscoli teologici di Severino Boezio (m. 525). In questi commenti, Gilberto sviluppa una originale e ardita visione della costituzione ontologica del mondo, basata sull’idea che gli enti siano aggregati (“concrezioni”) di un altissimo numero di forme, tutte singolari: per cui nulla esiste di universale. All’ontologia singolarista gilbertina si accompagna una precisa rappresentazione del funzionamento del linguaggio, secondo la quale la proposizione standard rappresenta l’inerenza di una forma, significata dal predicato, in un sostrato, rappresentato dal soggetto. Durante la seconda parte del corso verranno letti e analizzati insieme in aula alcuni passi dei commenti di Gilberto al De trinitate e al De hebdomadibus di Boezio.
 
Inglese:
 
Introduction to the History of Medieval Philosophy. The comments of Gilbert of Poitiers (d. 1154) on the Theological Treatises of Boethius.
The course will be divided into two parts. In the first part, a synthesis of the history of medieval philosophy from Augustine to the 14th century will be presented through the reading and classroom commentary of extracts from philosophical and theological texts. The second part will be devoted to the thought of the great metaphysician and theologian Gilbert of Poitiers, who died in 1154. Gilbert's main work consists of commentaries on four of the five Theological Treatises of Severinus Boethius (d. 525). In these commentaries, Gilbert develops an original and daring vision of the ontological constitution of the world, based on the idea that subsistent entities are aggregates ('concretions') of a very high number of forms, all of them being singular: hence nothing universal exists. Gilbert's singularist ontology is accompanied by a precise representation of the functioning of language, according to which the standard proposition represents the inherence of a form, signified by the predicate, in a substratum, represented by the subject. During the second part of the course, some passages from Gilbert's commentaries on Boethius' De trinitate and De hebdomadibus will be read and analysed together in class.
 
MODALITA’ DI SVOLGIMENTO
 
Italiano: Didattica frontale e discussione seminariale del testo e degli argomenti trattati.
 
 
Inglese: Frontal lessons and seminar discussions of the text and the issues treated in the course.
 
 
Frequenza:
 
Italiano: la frequenza è altamente raccomandabile
 
Inglese: attending the course is highly recommended
 
 
 
MODALITA’ DI VALUTAZIONE
 
Italiano:
La valutazione sarà effettuata sulla base di una prova orale finale e, per gli studenti che lo richiederanno, su una prova scritta in itinere verso la metà del corso riguardante solo la parte generale.
L'esame orale consisterà di due colloqui, svolti nello stesso giorno. Nel primo lo studente sarà interrogato sulla parte generale del programma, nella seconda sulla parte monografica. Il superamento della prima parte dell'esame è necessario per accedere alla seconda. Chi usufruirà della prova scritta in itinere sulla parte generale, all'esame orale sosterrà solo un colloquio sulla parte monografica e il voto preso nella prova scritta in itinere farà media con quello preso nel colloquio orale sulla parte monografica.
Per superare la prova orale lo studente dovrà dimostrare di: 1. conoscere il contenuto del testo trattato; 2. saperlo restituire in modo chiaro, padroneggiando in modo corretto il lessico specialistico utilizzato dai vari autori; 3. saper individuare gli snodi storico-teorici più rilevanti e saperli discutere criticamente; 4. saper elaborare autonomamente un’argomentazione relativa ai contenuti trattati. Il soddisfacimento dei punti 1 e 2 è condizione necessaria al superamento dell’esame. I voti superiori al 27 saranno attribuiti agli studenti la cui prova soddisfa tutti e quattro i punti indicati.
 
Inglese:
The evaluation will be based on a final oral examination and, for those students who desire it, on an ongoing written examination towards the middle of the course covering only the general part.
The oral examination will consist of two interviews, held on the same day. In the first one the student will be asked about the general part of the course, in the second one about the monographic part. Passing the first part of the examination is necessary for access to the second part. Those who take advantage of the written test on the general part of the syllabus, will only be interviewed on the monographic part of the syllabus in the oral examination and the mark taken in the written test will be averaged with that taken in the oral interview on the monographic part.
In order to pass the oral examination the student must demonstrate that he/she 1. know the content of the text dealt with; 2. be able to give a clear account of it, correctly mastering the specialist vocabulary used by the various authors; 3. be able to identify the most relevant historical-theoretical points and be able to discuss them critically; 4. be able to independently develop an argument relating to the content dealt with. The fulfillment of points 1 and 2 is a necessary condition for passing the examination. Grades of over 27 will be awarded to students whose paper satisfies all four points.
 
 
TESTI ADOTTATI E BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO
 
Testi adottati
 
Italiano:
 
Parte generale:
•     P. Porro - C. Esposito, Filosofia antica e medievale, Bari, Laterza 2008 (dal cap. IX in poi, compresi i ‘percorsi tematici’). Oppure P. Porro, C. Esposito, I mondi della filosofia. Volume 1. Dalle origini alla Scolastica, Bari, Laterza 2016 (dal cap. IX in poi).
•     L. Valente,Il secolo delle scuole cittadine, in G. Cambiano, L. Fonnesu, M. Mori edd., Storia della filosofia occidentale / 2 Medioevo e Rinascimento, Bologna, il Mulino 2014, pp. 67-109.
•      Un dossier di testi e altri materiali sulla parte generale del corso messi a disposizione, presentati e discussi durante le lezioni. 
 
Parte monografica:
•      Forme, contesti e interpretazioni. La filosofia di Gilberto di Poitiers († 1154), “Medioevo” 39 (2014), pp. 89-134.
•      Un dossier di testi estratti dai commenti di Gilberto che sarà approntato e messo a disposizione durante il corso.
 
Bibliografia per approfondimento:
•      B. Maioli, Gilberto Porretano. Dalla grammatica speculativa alla metafisica del concreto, Roma, Bulzoni, 1979.
•      L.O. Nielsen, Theology and Philosophy in the Twelfth Century. A Study of Gilbert Porreta’s Thinking and the Theological Expositions of the Doctrine of the Incarnation during the Period 1130-1180, Leiden, Brill, 1982
•      L. Valente, Concreti e dividui. Il lessico filosofico di Gilberto di Poitiers, con una traduzione in italiano e il testo latino dei commenti di Gilberto agli opuscoli di Boezio dedicati alla trinità e dell’anonimo Invisibilia Dei, Roma, ILIESI, 2022.
 
NB 1: Chi lo desideri può studiare, in alternativa al manuale Porro-Esposito: E. Gilson, La filosofia nel medioevo dalle origini patristiche alla fine del XIV secolo, Firenze, La Nuova Italia 1973 ed edizioni successive. Chi ha già studiato in precedenza l’uno o l’altro di questi manuali per un esame di Storia della filosofia medievale li potrà sostituire con una lettura da concordare con la docente.
 
NB 2: Gli studenti che volessero sostenere un esame da solo sei crediti possono limitarsi a seguire la prima parte del corso e porteranno all’esame solo il programma riguardante la ‘parte generale’.
 
 
Inglese:
 
First part:
•     P. Porro - C. Esposito, Filosofia antica e medievale, Bari, Laterza 2008 (dal cap. IX in poi, compresi i ‘percorsi tematici’). Oppure P. Porro, C. Esposito, I mondi della filosofia. Volume 1. Dalle origini alla Scolastica, Bari, Laterza 2016 (dal cap. IX in poi).
•     L. Valente,Il secolo delle scuole cittadine, in G. Cambiano, L. Fonnesu, M. Mori edd., Storia della filosofia occidentale / 2 Medioevo e Rinascimento, Bologna, il Mulino 2014, pp. 67-109.
•      Un dossier di testi e altri materiali sulla parte generale del corso messi a disposizione, presentati e discussi durante le lezioni. 
 
Second part:
•      Forme, contesti e interpretazioni. La filosofia di Gilberto di Poitiers († 1154), “Medioevo” 39 (2014), pp. 89-134.
•      Un dossier di testi estratti dai commenti di Gilberto che sarà approntato e messo a disposizione durante il corso.
 
Bibliography for further study:
•      B. Maioli, Gilberto Porretano. Dalla grammatica speculativa alla metafisica del concreto, Roma, Bulzoni, 1979.
•      L.O. Nielsen, Theology and Philosophy in the Twelfth Century. A Study of Gilbert Porreta’s Thinking and the Theological Expositions of the Doctrine of the Incarnation during the Period 1130-1180, Leiden, Brill, 1982
•      L. Valente, Concreti e dividui. Il lessico filosofico di Gilberto di Poitiers, con una traduzione in italiano e il testo latino dei commenti di Gilberto agli opuscoli di Boezio dedicati alla trinità e dell’anonimo Invisibilia Dei, Roma, ILIESI, in corso di stampa (pubblicazione digitale)
 
NB 1: Those who wish may study, as an alternative to the Porro-Esposito textbook: E. Gilson, La filosofia nel medioevo dalle origini patristiche alla fine del XIV secolo, Firenze, La Nuova Italia 1973 and subsequent editions. Those who have previously studied one or other of these textbooks for a History of Medieval Philosophy examination may substitute them with a reading to be agreed upon with the teacher.
 
NB 2: Students who wish to take a six-credit exam may limit themselves to the first part of the course and will only take the 'general part' of the syllabus for the exam.
 
 
Bibliografia di riferimento
 
Italiano: vedi i testi in programma
 
Inglese: see the text to be studied

Data inizio: 
Giovedì, 15 Settembre, 2022
Data fine: 
Mercoledì, 15 Febbraio, 2023

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma