Enzo Lippolis

Deceduto
L-ANT/07 ( Archeologia classica )
Scienze dell'Antichità
Ricevimento

Nessun avviso presente.

Italiano

 Laureato presso l’Università di Perugia (1978), specializzato a Napoli in Archeologia (1982), Dottore di Ricerca in Archeologia (1987, I ciclo), allievo e borsista della Scuola Archeologica Italiana di Atene (1987, 1991); borsista dell’Istituto Archeologico Germanico (1982, 1988); Funzionario Archeologo del Ministero per i Beni Culturali (1986-2000), Direttore del Museo Nazionale Archeologico di Taranto (1989-1995), Direttore del Museo Nazionale Etrusco di Marzabotto (1995-2000), docente incaricato presso le Università della Basilicata (1992-1995) e di Lecce (1994-1999); Professore ordinario di Archeologia Classica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università “La Sapienza” di Roma dal 2001; Socio Corrispondente dell’Istituto Archeologico Germanico (dal 2002); membro del progetto della Comunità Europea “Museums” (1998-2000), consulente del progetto della Comunità Europea “Jewelmed” (2001-2003). Coordinatore della sezione di Archeologia Classica del Dipartimento di Scienze Archeologiche dell’Università ‘La Sapienza’ (dal 2003 al 2011). Vincitore del premio alla carriera dell’Accademia dei Lincei per l’anno 2005. Direttore del Dipartimento di Scienze dell’Antichità dell’Ateneo di Roma ‘La Sapienza’ dal 2012.
Direttore delle campagne di scavo: 1988: Mondo Nuovo, Nardò (LE), Vaste (LE), Padulano, Castrignano del Capo (LE), chiesa di S. Pietro a Giuliano del Capo (LE), chiesa di S. Giovanni a Patù (LE); 1989: Gortyna, Pretorio, area C (Creta, Grecia); 1990: Gortyna, Pretorio, area C (Creta, Grecia); 1991: Gortyna, Pretorio, area C (Creta, Grecia); 1992: Gortyna, Pretorio, area C (Creta, Grecia); 1993: Egnazia, Fasano (BR), basilica forense e sacello della Magna Mater, Gortyna, Pretorio, area C (Creta, Grecia); 1994: Gortyna, Pretorio, area C (Creta, Grecia), Taranto, v. Cavour, v. Dante, v. Marche, etc.; Egnazia, Fasano (BR); 1995: Fogliano (RE), Marzabotto (BO), Luceria (Canossa, RE); 1996: Marzabotto (BO), Luceria (Canossa, RE), Pontenovo (S. Polo, RE), Reggio Emilia, convento di San Prospero, Reggio Emilia, palazzo Da Mosso, v. Due Torri e chiesa di S. Francesco; 1997: Gortyna, Pretorio, saggio IX (Creta), Montecchio Emilia (RE), Montecchio Emilia (BO), loc. Spalletti, Marzabotto (BO), Reggio Emilia, v. dell’Abbadessa, S. Domenico, Mari, Grizzana Morandi (BO), loc. Monteacuto Ragazza, Casina (RE), loc. Cortogno; 1998: Reggio Emilia, v. Guido da Castello, piazza Scapinelli, v. S. Lorenzo, piazza S. Lorenzo, Carpineti (RE), castello, Montecchio Emilia (RE), castello, Luceria (Canossa, RE), Gortyna, stadio (Creta, Grecia), Brescello, chiesa delle Benedettine, Reggio Emilia, loc. S. Maria, Monte Acuto Ragazza (BO); 1999: Gortyna, stadio (Creta, Grecia), Marzabotto (BO), Borzano (Albinea, RE), Campegine-Poviglio (RE), tracciato dell’acquedotto romano; 2000: Gortyna, stadio (Creta, Grecia), Marzabotto (BO), Luzzara (RE), Guastalla (RE); 2001: Gortyna, stadio (Creta, Grecia), Marzabotto (BO), Guastalla (RE); 2002: Gortyna, stadio (Creta, Grecia); 2003: Gortyna, stadio, tempio ellenistico (Creta, Grecia); 2005: Gortyna, tempio ellenistico (Creta, Grecia); 2006: Gortina, tempio ellenistico; Crotone, area ex-Montedison; 2007: Gortina, tempio ellenistico e area contermine; Larino (Campobasso, Molise), settore occidentale del foro; Saturo (Taranto, Puglia), santuario della sorgente; 2008: Gortina, tempio ellenistico; Crotone, area ex-Montedison; 2009-2012: Gortina, tempio ellenistico e area contermine; Larino (Campobasso, Molise), settore occidentale del foro; Saturo (Taranto, Puglia), santuario della sorgente.
Autore di oltre duecento pubblicazioni scientifiche, fondatore di riviste specialistiche (“Taras”, “Archeologia dell’Emilia Romagna”, “Thiasos”) e redattore di altre (“Apollo”, “Archeologia Classica”, “Workshop di Archeologia”, “Siris. Rivista della Scuola si Specializzazione dell’Università di Basilicata”, “Archaeologischer Anzeiger”, ?Bollettino d’Arte”); autore di numerose mostre archeologiche (tra le quali: “Gli Ori di Taranto”, Taranto 1984; “Greci in Occidente, Arte e Artigianato”, Taranto 1996; “Aemilia”, Bologna 2000).
Il percorso professionale ha compreso un’attività di ricerca diversificata, connessa principalmente alla costruzione di una conoscenza storica impostata sull’esame del territorio e della sua stratificazione culturale e sociale, con una attenzione metodologica particolare per l’analisi dei sistemi contestuali. L’approfondimento critico si è concentrato soprattutto su temi omogenei, come lo studio delle manifestazioni del culto in quanto strumento interpretativo della realtà sociale antica, problemi di cronologia e di lettura delle produzioni ceramiche, temi di architettura, la topografia di Atene, Taranto e l’area apula, lo sviluppo insediativo dell’Emilia centrale, la romanizzazione dell’Italia (in particolare nelle aree padane, umbre ed apule), l’edizione delle aree archeologiche oggetto di scavo.


Inglese

Graduated at the University of Perugia (1978), Archaeology specialization degree at the University of Naples (1982), PhD in Archaeology (1987, I ciclo), scholar and fellowship at the Italian Archaeological School in Athens (1987, 1991);  fellowship at the German Archaeological Institute (1982, 1988); Archaeologist of the ‘Ministero per i Beni Culturali’ (1986-2000), Director of the National Archaelogical Museum in Taranto (1989-1995), Director of the Etruscan National Museum in Marzabotto (1995-2000), lecturer at the Universities of Basilicata (1992-1995) and Lecce (1994-1999), full professor of Classical Archaeology at the ‘ Facoltà di Lettere e Filosofia’ of the University of Rome ‘La Sapienza’ since 2001; Corresponding partner of the German Archaeological Institute (since 2002); member of the EU project ‘Museums’ (1998-2000), consultant of the EU project ‘Jewelmed’ (2001-2003). Classical Archaeology Section coordinator at the ‘Dipartimento di Scienze Archeologiche dell’Università ‘La Sapienza’ (2003-2011). In 2005 national prize of the ‘Accademia dei Lincei. Classical Archaeology Department Director (since 2012)
 
Author of more than a hundred sixty scientific publications, director for several excavations in Italy (Tarquinia, Orvieto, Sepino, Fregelle, Taranto, Arpi, Siponto, Egnazia, Vaste, Reggio Emilia, Marzabotto, Monte Acuto Ragazza, Modena, Brescello, Larino, Saturo, etc..) and in Grece (Gortina, Creta, dal 1987), founder of some scientific magazines (“Taras”, “Archeologia dell’Emilia Romagna”) and member of the editorial staff of other magazines (“Apollo”, “Archeologia Classica”, “Workshop di Archeologia”, “Siris. Rivista della Scuola di Specializzazione dell’Università di Basilicata”, “Archaeologischer Anzeiger”, “Thiasos”); author of several archaeological exhibitions (among those: “Gli Ori di Taranto”, Taranto 1984; “Greci in Occidente, Arte e Artigianato”, Taranto 1996; “Aemilia”, Bologna 2000).


Nessuna pubblicazione disponibile.

Nessuna dispensa disponibile.

Nessun appello di esame disponibile.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma