Letizia Gioia Monda

Docente a contratto
L-ART/05 ( Discipline dello spettacolo )
Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo
Telefono (+39) 06 49911
Visualizza programmi a.a.  2018-2019
Ricevimento

Per il ricevimento degli studenti nei mesi ottobre, novembre e dicembre si prega di inviare un'email per prendere appuntamento all'indirizzo: letiziagioia.monda@uniroma1.it

Nessun avviso presente.

Italiano

Letizia Gioia Monda è performer, coreografa e ricercatrice. Sotto la guida del Prof. Luciano Mariti, nel 2011 si laurea con lode in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Teatrale, Cinematografico e Digitale presso La Sapienza Università di Roma, discutendo una tesi sperimentale dal titolo "Viaggio in Europa: Alla Ricerca del Performer". Nel febbraio 2012, dopo aver vinto presso la stessa Università il concorso per accedere al Dottorato di ricerca in  Tecnologie Digitali e Metodologie per la Ricerca sullo Spettacolo, si trasferisce  a Frankfurt am Main per portare avanti sul campo una ricerca pragmatica sulla Body Knowledge nella danza e nella coreografia attraverso il contesto Motion Bank, un progetto multidisciplinare del rinomato coreografo William Forsythe, diretto da Scott deLahunta, che ha provveduto dal 2012 al 2014 a creare uno spazio d’indagine all’interno della pratica coreutica. Consegue così nel 2014 il titolo di Dottore di Ricerca discutendo una tesi dal titolo: “La Comunità Motion Bank. La Body Knowledge nella danza e nella coreografia”. I suoi studi interessano: il cambiamento neurofisiologico che subisce il corpo umano durante la formazione in una tecnica coreutica e successivamente nel training fisico; il contrappunto coreografico; la coreografia digitale; la connessione tra danza e tecnologie digitali; la coreografia come oggetto di confine.Oggi continua la sua collaborazione con la Comunità Motion Bank, ed è Regular Guest del Dance Engaging Science Workgroup (gruppo di ricerca interdisciplinare di Motion Bank). Membro della CUT (Consulta Universitaria del Teatro). Ha preso parte come membro del comitato organizzativo a convegni di studi internazionali quali: "Immaginare la danza. Corpi e visioni nell'era digitale" (La Sapienza, Roma, 3-4 dicembre 2015); "Danza e ballo a Napoli: un dialogo con l'Europa (1806-1861) (Napoli 9-11 dicembre 2017). Per il corso di dottorato in Musica e Spettacolo (indirizzo spettacolo) ha organizzato e curato con i Proff. Vito Di Bernardi e Aleksandrea Jovicevic la giornata di studi internazionale "Dancing Data. Digital Philosophy in Movement" (La Sapienza, Roma, 16 marzo 2017). 
Nel corso degli ultimi anni ha partecipato come relatrice a diversi convegni internazionali, tra cui il PSi19, tenutosi presso la Stanford University nel giugno 2013.
Nel 2015 il DAMS dell’Università di Roma Tre le ha commissionato un progetto di ricerca coreografico nel contesto di “Laboratori in Scena”. Il processo creativo del laboratorio coreografico da lei guidato ha dato vita ad It is Metaphor: una performance coreografica dal vivo presentata il 23 maggio 2015 presso il Teatro Palladium di Roma. 
Pubblicazioni
Curatela - Di Bernardi Vito e Monda Letizia Gioia (a cura di), Atti del convegno Immaginare la danza. Corpi e visioni nell’era digitale, “ vol. 2 "Studi di Danza", AIRDanza, Massimiliano Piretti Editore, Bologna, 2018.
Monografia – Monda Letizia Gioia, Choreographic Bodies. L’esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsythe, Dino Audino Editore, Roma 2016. 
Monografia – Monda Letizia Gioia, Viaggio in Europa alla Ricerca del PerformerAnalisi, Fonti e Documenti di un Viaggio di Ricerca sul Lavoro d’Arte del Performer tra Germania, Spagna e Italia, Edizioni Accademiche Italiane, Saarbrücken 2014.
Saggio  – Monda Letizia Gioia, Il processo di digitalizzazione del pensiero coreografico. Analisi e lettura di “Using the SkyAn Exploration of Deborah Hay's solo No Time to Fly(Motion Bank Digital Score), in Di Bernardi V. e Monda L.G. (a cura di), atti del convegno internazionale Immaginare la danza. Corpi e visioni nell’era digitale, vol. 2, "Studi di danza", AIRDanza, Massimiliano Piretti Editore, Bologna, 2018.
Saggio – Monda, Letizia Gioia, La body knowledge in Motion Bank. Il contrappunto coreografico tra sguardo e percezioneRecherches en danse [En ligne], 5 | 2016, mis en ligne le 15 décembre 2016, consulté le 07 février 2017. URL : http://danse.revues.org/1356 ; DOI : 10.4000/danse.1356
Saggio – Monda, Letizia Gioia,Lo Score: Un Algoritmo per Investigare la Body Knowledge, in Dossier La danza nei dottorati di ricerca italiani: metodologie, saperi, storie. Giornate di studio, in “Danza e Ricerca. Laboratorio di studi, scritture e visioni”, anno VII, numero 6, Marzo 2015.
Traduzioni
(dall’inglese) William Forsythe, Oggetti coreografici, in Monda L. G., Choreographic Bodies. L’esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsythe, Dino Audino Editore, Roma 2016.
(dall’inglese) Scott deLahunta, Motion Bank: un ambiente per la ricerca unico e interdisciplinare, in Monda L. G., Choreographic Bodies. L’esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsythe, Dino Audino Editore, Roma 2016.


Inglese

Letizia Gioia Monda works as performer, choreographer and scholar. In 2014, she completed her PhD in Digital Technologies and Methodologies for Research in Performing Arts at the Department of Art History and Performing Arts, at the School of Humanities “La Sapienza” – University of Rome, with Honours, by defending her PhD thesis in front of a National Scientific Committee. As a scholar, she has always been interested in researching the human communication in theatre. Her PhD research project – titled “The Motion Bank Community. The Body Knowledge in Dance and Choreography” (Original Title: “La Comunità Motion Bank.LaBody Knowledge nella Danza e nella Coreografia”) – aimed at analysing and explaining some aspects of the Body Knowledge that the contemporary performer experiences throughout the art of dancing and choreography. She carried on her practical work in Frankfurt am Main, thanks to the support and the activity of Motion Bank Community (Motion Bank has been the last project by William Forsythe which directed by Scott deLahunta provided - from 2010 to 2014 - a broad context for research into choreographic practice) in a dialogue with performers, choreographers, graphic designers, scientists, who were involved in this four years project. By adopting a method of research with an interdisciplinary approach, and with a work of three years carried forward on field, the aim of her project has been to analyse theatre communication, focusing on the synchronous movement between performers during the choreographic live performance. Cases Study of her work are: Performer’s development of cognitive abilities from the education in dance over the training period to the creative process of implementing a new piece; the choreographic counterpoint between perception and proprioception; the synchronous movement as communication process between performers during a choreographic live performance based on system of communication; the dance scores and principle-that-return in choreographic methods; Digital Choreography, and Digital Dance Scores; Choreography as “Boundary Object”.  During her PhD research in Frankfurt, she also worked as a dance teacher and freelance performer, being involved in several choreographic projects. Besides, she collaborated in Italy with the “Department of Art History and Performing Arts” of “La Sapienza”-University of Rome, as a graduate assistant to her mentor professor Luciano Mariti.  In April 2015, she moved back to Italy to carry on her own choreographic research project It is Metaphor, commissioned by the D.A.M.S. (“Department of Drama. Arts. Music and Performance”) of University of Rome TRE for which I was the artistic director. The project was developed in the context of a choreographic live performance, which took place at Teatro Palladium in Rome, on 23rd May 2015 during the Festival of Performing Arts organized by D.A.M.S. – University of Roma Tre. She attended several international conferences as a speaker, as for example the  PSi19 which took place at Stanford University on June 2013. As memeber of organizing committe, she organized several international confenrence as:  Immaginare la danza. Corpi e visioni nell'era digitale ("Imagining Dance. Bodies and Vision in the Digital Era", La Sapienza, University of Rome 3-4 December 2015); "Danza e ballo a Napoli: un dialogo con l'Europa (1806-1861) (Napoli 9-11 dicembre 2017). With Proff. Vito Di Bernardi and Aleksandra Jovicevic, she organized and curated for the PhD program in Music and Performing Arts of La Sapienza University of Rome, the International Conference "Dancing Data. Digital Philosophy in Movement" (La Sapienza, University of Rome,16 March 2017). In the last years, thanks to the Motion Bank, she has been involved with a wide range of performing artists, interdisciplinary thinkers and digital media experts. She is Regular Guest of Dance Engaging Science (Interdisciplinary Research Workgroup working with Motion Bank); Member of CUT (Consulta Universitaria del Teatro).

PUBLICATION
Books
Di Bernardi Vito e Monda Letizia Gioia (Edited by), "Immaginare la danza. Corpi e visioni nell'era digitale", (Proceeding International Conference "Imaginging Dance. Bodies and Visions in the Digital Era"), “ vol. 2, Studi di danza, Massimiliano Piretti Ed, Bologna, 2018, pp. 206-
Monda Letizia Gioia, Choreographic Bodies. L’esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsythe, Dino Audino Editore, Roma 2016, pp. 199.
Monda Letizia Gioia, Viaggio in Europa alla Ricerca del PerformerAnalisi, Fonti e Documenti di un Viaggio di Ricerca sul Lavoro d’Arte del Performer tra Germania, Spagna e Italia, Edizioni Accademiche Italiane, Saarbrücken 2014.
Other Publication:
Monda Letizia Gioia, Il processo di digitalizzazione del pensiero coreografico. Analisi e lettura di “Using the SkyAn Exploration of Deborah Hay's solo No Time to Fly(Motion Bank Digital Score), in Di Bernardi V. e Monda L.G. (a cura di), atti del convegno internazionale Immaginare la danza. Corpi e visioni nell’era digitale, vol. 2, Studi di danza, AIRDanza, Massimiliano Piretti Ed, Bologna, 2018, pp. 143-156.
Monda, Letizia Gioia, La body knowledge in Motion Bank. Il contrappunto coreografico tra sguardo e percezioneRecherches en danse [En ligne], 5 | 2016, mis en ligne le 15 décembre 2016, consulté le 07 février 2017. URL : http://danse.revues.org/1356 ; DOI : 10.4000/danse.1356
Monda, Letizia Gioia,Lo Score: Un Algoritmo per Investigare la Body Knowledge, in Dossier La danza nei dottorati di ricerca italiani: metodologie, saperi, storie. Giornate di studio, in “Danza e Ricerca. Laboratorio di studi, scritture e visioni”, anno VII, numero 6, Marzo 2015.
 
Translation
(From English) William Forsythe, Oggetti coreografici, in Monda L. G., Choreographic Bodies. L’esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsythe, Dino Audino Editore, Roma 2016.
(From English) Scott deLahunta, Motion Bank: un ambiente per la ricerca unico e interdisciplinare, in Monda L. G., Choreographic Bodies. L’esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsythe, Dino Audino Editore, Roma 2016.


Nessuna pubblicazione disponibile.

Nessuna dispensa disponibile.

Appello straordinario: 12 dicembre 2018

Sessione Invernale
Primo appello: 23 gennaio 2019