Luca Marchetti

Associato
M-FIL/04 ( Estetica )
Filosofia
stanza 203, II piano, Dipartimento di Filosofia (Villa Mirafiori - Via Carlo Fea, 2)
Telefono 06.49917207
Visualizza programmi a.a. 2021-2022  a.a. 2020-2021
Ricevimento

 
 
 
LEZIONI

 
 
 
ESAMI

 
 
 
TESI DI LAUREA

  • gli studenti sono invitati a leggere le indicazioni riportate nella sezione DISPENSE

 
 
 
QUESTIONARIO OPIS

  • le indicazioni per compilare il questionario OPIS si si trovano nella sezione DISPENSE

 
 

ESTETICA a.a. 2021-22 - Laurea Triennale - I semestre
lun 06 Set 2021 Dom 31 Ott 2027

Vedere-come, immaginazione e giudizio estetico in Wittgenstein
Il corso intende affrontare due aspetti della riflessione estetica di Wittgenstein: il problema del mutamento di aspetto o “vedere-come” e il problema del giudizio estetico. Quanto al primo punto il corso si concentrerà sul capitolo XI delle Ricerche filosofiche, per analizzare il rapporto tra percezione e immaginazione e per affrontare il problema della produzione di nuovi segni/sensi. Per quanto riguarda il secondo punto, il corso affronterà le Lezioni sull’estetica di Wittgenstein, per analizzare il rapporto tra reazione estetica e giustificazione estetica, con particolare attenzione al caso della produzione artistica. Entrambi i temi verranno affrontati attraverso la lettura di alcune recenti interpretazioni che permetteranno, più in generale, di ripensare la prospettiva estetica di Wittgenstein e di delineare il dibattito teorico in corso.

 

PROGRAMMA D'ESAME
Per sostenere l'esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. L. Wittgenstein, Lezioni sull'estetica, in L. Wittgenstein, Lezioni e conversazioni, Adelphi, Milano.
  2. L. Wittgenstein, Ricerche filosofiche, Einaudi, Torino, (soltanto il cap. XI).
  3. E. Caldarola, D. Quattrocchi, G. Tomasi (a cura di), Wittgenstein, l'estetica e le arti, Carocci (soltanto i saggi di: Majetschak, pp. 85-104; Glock, pp. 137-155; Schulte, pp. 157-177).

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO
I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame

  • L. Perissinotto, Wittgenstein. Una guida, Feltrinelli, Milano.
  • L. Perissinotto, Introduzione a Wittgenstein, il Mulino, Bologna.
  • L. Marchetti, Il corpo dell’immagine. Percezione e rappresentazione in Wittgenstein e Wollheim, Mimesis, Milano.

 

ESTETICA a.a. 2021-22 - Laurea Magistrale - II semestre
Dom 05 Set 2021 Dom 31 Ott 2027

Reazioni emotive e reazioni estetiche tra pragmatismo e naturalismo
Il corso intende affrontare il nesso tra reazioni primitive, reazione emotive, reazioni estetiche e dimensione espressiva all’interno di un’area di ricerca tra naturalismo e pragmatismo. A partire dalle ricerche di Darwin sull’espressione delle emozioni nell’uomo e negli animali, il tema delle reazioni emotive/estetiche verrà analizzato attraverso i lavori di alcuni teorici pragmatisti quali James, Dewey e Mead, per arrivare alle riflessioni di Wittgenstein sulle emozioni e ad alcuni recenti approcci enattivisti. In particolare il corso si propone: (1) di offrire un quadro teorico delle diverse teorie sulla natura delle emozioni e sulla loro articolazione; (2) di analizzare la funzione cognitiva delle emozioni all’interno del più ampio dibattito sul rapporto mente-corpo; (3) di analizzare la dimensione enattiva delle emozioni e più in generale la dimensione enattiva del comprendere. Attraverso il problema delle reazioni emotive/estetiche il corso si propone di delineare alcune questioni centrali e di restituire lo sfondo teorico del dibattito contemporaneo.


PROGRAMMA D'ESAME

Per sostenere l'esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. G. Baggio, F. Caruana, A. Parravicini, M. Viola (a cura di), Emozioni. Da Darwin al Pragmatismo, Rosenberg & Sellier, 2020.
  2. L. Wittgenstein, Osservazioni sulla filosofia della psicologia, Adelphi, Milano (parti da indicare)
  3. P.M.S. Hacker, The Passions. A Study of Human Nature, Wiley-Blackwell, 2018 (parti da indicare)
  4. P.M.S. Hacker, The Conceptual Framework for the Investigation of Emotions, in Y. Gustafsson, C. Kronqvist, M. McEachrane (eds.), Emotions and Understanding. Wittgensteinian Perspectives, Palgrave Macmillan, 2009, pp. 43-59.
  5. L. Hertzberg, Primitive Reactions – Logic or Anthropology, in «Midwest Studies In Philosophy», 17, 1, 1992, pp. 24-39.
  6. A. Scarantino, The Philosophy of Emotions and Its Impact on Affective Science, in L.F. Barrett, M. Lewis, J.M. Haviland-Jones (eds.), Handbook of Emotions, Guilford Press, New York-London, 2016, pp. 3-48.
  7. D.D. Hutto, Truly Enactive Emotion, in «Emotion Review», 4, 2, 2012, pp.176-181.
  8. D.D. Hutto, Unprincipled engagements. Emotional experience, expression and response, in R. Menary (ed.), Radical Enactivism, Benjamins Publishing, 2006, pp. 13-38.
  9. Dispense fornite durante il corso: Atkinson, Bennett, Gale, Hutto, Menary, Rowlands, Säätelä, Schulte.

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO
I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame

  • P. Johnston, Il mondo interno. Introduzione alla filosofia della psicologia di Wittgenstein, La Nuova Italia, Firenze.
  • L. Perissinotto, Wittgenstein. Una guida, Feltrinelli, Milano.
  • L. Perissinotto, Introduzione a Wittgenstein, il Mulino, Bologna

 

ESTETICA a.a. 2020-21 - Laurea Magistrale - I semestre
Mar 01 Set 2020 Sab 31 Ott 2026

Estetica e filosofia dell’arte in Arthur C. Danto.
Il corso si propone di affrontare il rapporto tra “estetica” e “filosofia dell’arte” nella riflessione di Arthur Coleman Danto. Più in generale, il corso analizzerà il rapporto tra “riflessione” e “teoria” attraverso alcune questioni centrali della prospettiva di Danto: (1) ci si concentrerà sul nesso tra "percezione" e “teoria” dal punto di vista di una teoria dell’arte. A partire dall’idea di una “indiscernibilità percettiva” tra opera e oggetto si cercherà di capire quali condizioni e quali problemi sono in gioco nell’ontologia dell’opera d’arte proposta da Danto; (2) ci si concentrerà sul problema dell’apprezzamento artistico, per provare ad articolare il rapporto tra reazioni estetiche e giudizio estetico, e per provare a ripensare il rapporto tra artistico ed estetico. A questo scopo verrà analizzato un testo basilare per la filosofia dell’arte di Danto: “La trasfigurazione del banale”. A partire da questo quadro teorico il corso si propone anche di ripensare alcune questioni centrali dell’estetica analitica contemporanea e di restituire il dibattito teorico in corso.

 

PROGRAMMA D'ESAME

Per sostenere l'esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. A.C. Danto, La trasfigurazione del banale, Laterza, 2008 (volume completo).
  2. A.C. Danto, La storicità dell’occhio, Armando, Roma, 2007 (volume completo).
  3. G. Dickie, Art and ontology, in R.E. Auxier, L.E. Hahn (eds.), The Philosophy of Arthur C. Danto, Open Court, Chicago, 2013.
  4. J.A. Fodor, Deja vu All Over Again: How Danto's Aesthetics Recapitulates the Philosophy of Mind, in M. Rollins (ed.), Danto and His Critics, Blackwell, Cambridge (MA), 2nd edition 2012.
  5. J. Margolis, A Closer Look at Danto's Account of Art and Perception, in «British Journal of Aesthetics», 40, 3, 2000.
  6. R. Wollheim, Danto's Gallery of Indiscernibles, in M. Rollins (ed.), Danto and His Critics, Blackwell, Cambridge (MA), 2012.

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame

  • L. Marchetti, Oggetti semi-opachi. Sulla filosofia dell’arte di Arthur C. Danto, AlboVersorio (Milano).

 

ESTETICA a.a. 2020-21 - Laurea Triennale - II semestre
lun 31 Ago 2020 Sab 31 Ott 2026

Interno/Esterno: Wittgenstein tra estetica e filosofia della psicologia

Il corso vuole affrontare alcuni aspetti della filosofia della psicologia di Ludwig Wittgenstein e provare a ripensare alcuni problemi dell’estetica contemporanea. Il nesso tra “interno” ed “esterno” costituirà lo sfondo teorico all’interno del quale articolare il rapporto tra “linguistico” e “non-linguistico” così come il rapporto tra “reazioni primitive” e “grammatica”. All’interno di questo orizzonte il corso si concentrerà su alcune nozioni chiave della filosofia di Wittgenstein: (1) la questione dell’immagine e il nesso tra immagine e rappresentazione; (2) la dimensione enattiva del comprendere; (3) il rapporto tra emozioni e reazioni estetiche. Attraverso questi temi il corso si propone di delineare la riflessione “matura” di Wittgenstein, a partire dal “Libro Blu” fino alle “Ricerche filosofiche” e alla raccolta “Zettel”, e di ripensare alcune questioni centrali dell’estetica analitica e del dibattito contemporaneo.

 

PROGRAMMA D'ESAME

Per sostenere l'esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. L. Wittgenstein, Ricerche filosofiche, Einaudi.
  2. L. Wittgenstein, Libro blu, Einaudi.
  3. L. Wittgenstein, Zettel. Lo spazio segregato della psicologia, Einaudi (esclusi i paragrafi: 195-226 e 676-717).

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame:

  • L. Perissinotto, Wittgenstein. Una guida, Feltrinelli (Milano).
  • L. Perissinotto, Introduzione a Wittgenstein, il Mulino (Bologna).
  • P. Johnston, Il mondo interno. Introduzione alla filosofia della psicologia di Wittgenstein, La Nuova Italia (Firenze).

 

ESTETICA a.a. 2020-21 - Laurea Triennale in Arti e scienze dello spettacolo (6 cfu) - II semestre
Dom 30 Ago 2020 Sab 31 Ott 2026

Interno/Esterno: Wittgenstein tra estetica e filosofia della psicologia

Il corso vuole affrontare alcuni aspetti della filosofia della psicologia di Ludwig Wittgenstein e provare a ripensare alcuni problemi dell’estetica contemporanea. Il nesso tra “interno” ed “esterno” costituirà lo sfondo teorico all’interno del quale articolare il rapporto tra “linguistico” e “non-linguistico” così come il rapporto tra “reazioni primitive” e “grammatica”. All’interno di questo orizzonte il corso si concentrerà su alcune nozioni chiave della filosofia di Wittgenstein: (1) la questione dell’immagine e il nesso tra immagine e rappresentazione; (2) la dimensione enattiva del comprendere; (3) il rapporto tra emozioni e reazioni estetiche. Attraverso questi temi il corso si propone di delineare la riflessione “matura” di Wittgenstein, a partire dal “Libro Blu” fino alle “Ricerche filosofiche” e alla raccolta “Zettel”, e di ripensare alcune questioni centrali dell’estetica analitica e del dibattito contemporaneo.

 

PROGRAMMA D'ESAME

Per sostenere l'esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. L. Wittgenstein, Ricerche filosofiche, Einaudi (soltanto i paragrafi da 1 a 315, e da 518 a 532)
  2. L. Wittgenstein, Libro blu, Einaudi (testo integrale; soltanto il Libro blu).

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame:

  • L. Perissinotto, Wittgenstein. Una guida, Feltrinelli (Milano).
  • L. Perissinotto, Introduzione a Wittgenstein, il Mulino (Bologna).

 

ESTETICA a.a. 2019-20 - Laurea Triennale - I semestre
Mer 28 Ago 2019 Ven 31 Ott 2025

PROGRAMMA D'ESAME

Per sostenere l'esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. L. Wittgenstein, Ricerche filosofiche, Einaudi (soltanto i paragrafi: da 1 a 242; e da 518 a 532).
  2. M. Weitz, Il ruolo della teoria in estetica, in Kobau, Matteucci, Velotti (a cura di), Estetica e filosofia analitica, il Mulino, 2007, pp. 13-27.
  3. M. Weitz, Arte come concetto aperto, in S. Chiodo (a cura di), Che cosa è arte, Utet, 2007, pp. 44-53.
  4. M.C. Beardsley, Le definizioni delle arti, in Kobau, Matteucci, Velotti (a cura di), Estetica e filosofia analitica, il Mulino, 2007, pp. 29-53.
  5. G. Dickie, La nuova teoria istituzionale dell'arte, in S. Chiodo (a cura di), Che cosa è arte, Utet, 2007, pp. 85-97.
  6. J. Levinson, Una definizione storica dell'arte, in S. Chiodo (a cura di), Che cosa è arte, Utet, 2007, pp. 54-74.

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame:

  • L. Perissinotto, Wittgenstein. Una guida, Feltrinelli (Milano).
  • L. Perissinotto, Introduzione a Wittgenstein, il Mulino (Bologna).
  • L. Marchetti, Oltre l’immagine. Rappresentazione e filosofia in Wittgenstein e Rorty, Mimesis (Milano).

 

ESTETICA a.a. 2019-20 - Laurea Triennale - II semestre
Mar 27 Ago 2019 Ven 31 Ott 2025

PROGRAMMA D'ESAME

Per sostenere l'esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. A.C. Danto, La trasfigurazione del banale, Laterza, 2008 (testo intero).
  2. A.C. Danto, La destituzione filosofica dell'arte, Aesthetica, 2008 (soltanto pp. 61-97).
  3. A.C. Danto, Dopo la fine dell'arte. L'arte contemporanea e il confine della storia, Bruno Mondadori, 2008 (soltanto pp. 202-230).
  4. N. Wolterstorff, Verso un'ontologia delle opere d'arte, in Kobau, Matteucci, Velotti (a cura di), Estetica e filosofia analitica, il Mulino, 2007, pp. 111-139.
  5. J. Margolis, La peculiarità ontologica delle opere d'arte, in Kobau, Matteucci, Velotti (a cura di), Estetica e filosofia analitica, il Mulino, 2007, pp. 141-150.
  6. J. Margolis, Ma allora, che cos'è un'opera d'arte? Lezioni di filosofia dell'arte, Mimesis, 2011 (soltanto pp. 97-135).

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame:

  • L. Marchetti, Oggetti semi-opachi. Sulla filosofia dell’arte di Arthur C. Danto, AlboVersorio (Milano).

 

ESTETICA a.a. 2019-20 - Laurea Magistrale - II semestre
lun 26 Ago 2019 Ven 31 Ott 2025

PROGRAMMA D'ESAME

Per sostenere l'esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. L. Wittgenstein, Ricerche filosofiche, Einaudi (parte I, paragrafi: 1-315; parte II, capitoli: I, XII, XIV).
  2. L. Wittgenstein, Osservazioni sulla filosofia della psicologia, Adelphi (parte II, paragrafi: 63-92; 148-174).
  3. L. Wittgenstein, Lezioni sull’estetica, in L. Wittgenstein, Lezioni e conversazioni, Adelphi, pp. 45-107.
  4. Testi discussi in classe di: L. Hertzberg, P. Hutchinson, M. McEachrane J. Schulte

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame:

  • L. Perissinotto, Wittgenstein. Una guida, Feltrinelli (Milano).
  • L. Perissinotto, Introduzione a Wittgenstein, il Mulino (Bologna).

 

ESTETICA a.a. 2018-19
lun 24 Set 2018 Gio 31 Ott 2024

PROGRAMMA D’ESAME

Per sostenere l’esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. L. Wittgenstein, Ricerche filosofiche, Einaudi (soltanto i paragrafi: da 1 a 242; e da 518 a 532)
  2. E. Garroni, Immagine Linguaggio Figura. Osservazioni e ipotesi, Laterza (testo intero)
  3. W.J.T. Mitchell, Realismo e immagine digitale, in W.J.T. Mitchell, Pictorial turn, Raffaello Cortina (pagine: 197-215)
  4. B. Stiegler, L’immagine discreta, in J. Derrida, B. Stiegler, Ecografie della televisione, Raffaello Cortina (pagine: 163-184)

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

I testi di riferimento costituiscono materiale d'esame:

  • L. Perissinotto, Wittgenstein. Una guida, Feltrinelli (Milano).
  • L. Perissinotto, Introduzione a Wittgenstein, il Mulino (Bologna).
  • L. Marchetti, Oltre l’immagine. Rappresentazione e filosofia in Wittgenstein e Rorty, Mimesis (Milano).

 

ESTETICA a.a. 2017-18
lun 23 Apr 2018 Mar 31 Ott 2023

PROGRAMMA D'ESAME

Per sostenere l’esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. H. Belting, La fine della storia dell’arte o la libertà dell’arte, Einaudi, Torino, 1990.
  2. H. Belting, Antropologia delle immagini, Carocci, Roma, 2013; soltanto: cap. 1-2-3 (pp. 9-108).
  3. A.C. Danto, La destituzione filosofica dell’arte, Aesthetica, Palermo, 2008; soltanto: cap. 2 e 5 (pp. 61-79 e 109-136)
  4. A.C. Danto, Dopo la fine dell’arte. L’arte contemporanea e il confine della storia, Bruno Mondadori, Milano, 2008; soltanto: pp. 1-118 e pp. 202-230.
  5. J. Margolis, Ma allora, che cos’è un’opera d’arte? Lezioni di filosofia dell’arte, Mimesis, Milano, 2011; soltanto: cap. 1 (pp. 37-65)

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame:

  • L. Marchetti, Oggetti semi-opachi. Sulla filosofia dell’arte di Arthur C. Danto, AlboVersorio (Milano)
  • L. Marchetti, Il futuro dell'arte. Hans Belting e Peter Osborne, Mimesis (Milano).

 

FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO - Arti e scienze dello spettacolo a.a. 2016-17
Mer 03 Mag 2017 lun 31 Ott 2022

PROGRAMMA D'ESAME

Per sostenere l’esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. L. Wittgenstein, Ricerche filosofiche, Einaudi (soltanto: paragrafi 1-242, paragrafi 518-532, e il cap. XI).
  2. S. Cavell, La riscoperta dell’ordinario, Carocci (soltanto: capp. 1, 2, 4, 7).
  3. E. Garroni, Immagine Linguaggio Figura, Laterza (testo intero).

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame:

  • L. Marchetti, Il corpo dell’immagine. Percezione e rappresentazione in Wittgenstein e Wollheim, Mimesis (Milano).

 

ESTETICA a.a. 2016-17
Ven 30 Set 2016 lun 31 Ott 2022

PROGRAMMA D'ESAME

Per sostenere l’esame si dovranno portare tutti i seguenti testi:

  1. L. Wittgenstein, Ricerche filosofiche, Einaudi (soltanto: paragrafi 1-242, paragrafi 518-532, e il cap. XI).
  2. S. Cavell, La riscoperta dell’ordinario, Carocci (soltanto: capp. 1, 2, 4, 7).
  3. E. Garroni, Immagine Linguaggio Figura, Laterza (testo intero).

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

I testi di riferimento non costituiscono materiale d'esame:

  • L. Marchetti, Il corpo dell’immagine. Percezione e rappresentazione in Wittgenstein e Wollheim, Mimesis (Milano).

 

Italiano

Professore Associato di Estetica (M-FIL/04) presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Roma Sapienza. Presso lo stesso Dipartimento è vice-coordinatore del Dottorato di ricerca in Filosofia. Membro del Comitato scientifico della rivista Studi di estetica. Si occupa del rapporto tra estetica, epistemologia e arte, con particolare riferimento all’estetica angloamericana. Tra le sue pubblicazioni: Arte ed estetica in Nelson Goodman (2006); Oltre l’immagine. Rappresentazione e filosofia in Wittgenstein e Rorty (2009); Oggetti semi-opachi. Sulla filosofia dell’arte di Arthur C. Danto (2009); L’oggetto nella pratica artistica (2010); Il corpo dell’immagine. Percezione e rappresentazione in Wittgenstein e Wollheim (2012); Aura (2013); Tra il sensibile e le arti. Trent’anni di estetica (2014); Contemporaneo: Arti visive, musica, architettura (2016); L’estetica e le arti (2016); Il futuro dell’arte. Hans Belting e Peter Osborne (2018).
 


Inglese

Associate Professor of Aesthetics (M-FIL/04) at the Department of Philosophy, Sapienza University of Rome. At the same Department he is deputy coordinator for the PhD in Philosophy. Member of the Editorial Board of the journal Studi di Estetica, he deals with the relationship between aesthetics, epistemology and art, with particular attention to Anglo-American Aesthetics. Among his publications: Arte ed estetica in Nelson Goodman (2006); Oltre l’immagine. Rappresentazione e filosofia in Wittgenstein e Rorty (2009); Oggetti semi-opachi. Sulla filosofia dell’arte di Arthur C. Danto (2009); L’oggetto nella pratica artistica (2010); Il corpo dell’immagine. Percezione e rappresentazione in Wittgenstein e Wollheim (2012); Aura (2013); Tra il sensibile e le arti. Trent’anni di estetica (2014); Contemporaneo: Arti visive, musica, architettura (2016); L’estetica e le arti (2016); Il futuro dell’arte. Hans Belting e Peter Osborne (2018).
 


E' presente 1 pubblicazione. Visualizza

Sono presenti 4 dispense. Visualizza

 
18  gennaio  2022
  1  febbraio  2022
15  febbraio  2022
 
  2 maggio  2022  -  appello straordinario (valido anche per i laureandi della II sessione di laurea 2021-22)
 
14  giugno  2022
28  giugno  2022
12  luglio  2022
 
  6  settembre  2022
20  settembre  2022
 
15 novembre  2022  -  appello straordinario (valido anche per i laureandi della IV sessione di laurea 2021-22)
 
17  gennaio  2023
31  gennaio  2023
14  febbraio  2023
 
 
APPELLI STRAORDINARI

  • Gli appelli straordinari sono riservati esclusivamente agli studenti fuori corso, ripetenti, lavoratori, portatori di disabilità, alle studentesse madri e agli studenti padri con figlio/i di età inferiore a tre anni, nonché alle studentesse in stato di gravidanza. ("ripetente" indica che lo studente si è iscritto per la seconda volta allo "stesso anno di corso").

 
 
 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma