Marianna Pozza

Ricercatore
L-LIN/01 ( Glottologia e linguistica )
Lettere e Culture Moderne
stanza docenti Glottologia IV (ex III) piano
Telefono 06.49913798
Visualizza programmi a.a. 2019-2020  a.a. 2018-2019
Ricevimento

Da lunedì 30 settembre a lunedì 16 dicembre: lunedì 10-11, nello studio docenti nei locali della Biblioteca di Glottologia, IV (ex III) piano sede centrale. Da gennaio 2020 a luglio 2020: su appuntamento (da concordare per mail).
Si invitano gli studenti a controllare periodicamente la sezione avvisi della presente pagina docente per eventuali variazioni del ricevimento, talora dovute alla concomitanza con impegni istituzionali.

 

 

 

 

 

 

 

Risultati test scritto 14 gennaio canale M-Z
Mer 15 Gen 2020 Sab 02 Gen 2021

Si avvisano gli studenti che sono stati pubblicati i risultati del test scritto del 14 gennaio, nella sezione "Materiale didattico"

prova scritta di fine corso "Linguistica generale": informazioni preliminari
Mar 15 Ott 2019 Mer 28 Ott 2020

Prova scritta per il corso “Linguistica generale” (canale M-Z). Informazioni preliminari: la prova di esame sarà orale. Sarà tuttavia previsto, il 14 gennaio (l'orario verrà reso noto più avanti), un test scritto facoltativo (quiz a risposta multipla), aperto anche agli studenti non frequentanti (32 quesiti da svolgersi in 35 minuti circa; verranno attribuiti 1 punto per ogni risposta corretta e 0 punti per risposte scorrette o non date). Gli studenti che supereranno la prova e decideranno di accettare la votazione ottenuta potranno verbalizzare il voto iscrivendosi a uno qualunque degli appelli della docente e presentandosi, quel giorno, con la ricevuta di iscrizione all'esame (le modalità per le verbalizzazioni al I appello saranno rese note sul sito docente dopo lo svolgimento della prova scritta). Coloro che non supereranno la prova scritta potranno sostenere, in alternativa, l'orale, ma solo a partire dal II appello della I sessione di esami (dunque da febbraio). Coloro che superassero la prova ma decidessero di non accettare il voto ottenuto dovranno sostenere ex novo la prova orale, sempre a partire dal secondo appello della I sessione di esami. La data e il luogo di svolgimento della prova saranno resi noti sul sito docente. Per potersi iscrivere alla prova scritta sarà necessario iscriversi al I appello della docente entro e non oltre il 5 gennaio. Quanti si iscriveranno dopo il 5 gennaio saranno automaticamente prenotati per l’orale. Gli scritti potranno essere visionati, su richiesta e su appuntamento, entro tre mesi dalla data del test. Coloro che decidessero di non sostenere la prova scritta e di sostenere solo la prova orale potranno iscriversi a qualunque appello. L’accesso alla prova scritta è consentito anche agli studenti iscritti ad anni successivi al primo che nel loro I anno di corso avrebbero dovuto sostenere l’esame con la prof.ssa Pozza.

Richiesta tesi di laurea (modalità)
lun 18 Mar 2019 Mer 18 Mar 2020

Gli studenti che intendono laurearsi con la docente sono tenuti a:

- richiedere la tesi alla docente con almeno 6 mesi (nel caso di elaborato triennale) e 9 mesi (nel caso di tesi magistrale) di anticipo rispetto alla sessione nella quale si prevede di discutere la tesi

- presentare alla docente tre possibili argomenti da approfondire nel lavoro di tesi (tra i quali verrà scelto quello più adatto)

- concordare con la docente il titolo definitivo della tesi (che andrà poi inserito sulla domanda di tesi online)

- consegnare la tesi stampata alla docente almeno 4 giorni prima della data della discussione (il che implica che tale lavoro sarà già stato corretto integralmente dalla docente)

Italiano

Laurea in Glottologia, conseguita presso l’Università di Roma “La Sapienza” nel luglio del 1998, con la votazione di 110/110 con lode (titolo della tesi: La legge di Grassmann riconsiderata alla luce delle nuove acquisizioni dell’indoeuropeistica), relatore prof. P. Di Giovine, I correlatore prof.ssa M.Z. Lepre, II correlatore prof.ssa M. Benedetti. - Ammissione per concorso (con il massimo dei voti) al Dottorato di Ricerca in “Linguistica” dell’Università di Pisa, nel febbraio 2000. - Titolo di Dottore di ricerca conseguito nel giugno del 2003 (titolo della tesi: Il sincretismo dei casi dall’indoeuropeo ricostruito al latino arcaico: aspetti formali e funzionali; tutori: Prof. R. Lazzeroni e Prof.ssa M. Benedetti; commissione finale: proff. M. Benedetti, G. Longobardi, M. Mancini). - Abilitazione all’insegnamento per le classi di concorso A052 (lettere, latino, greco liceo classico), A051 (lettere, latino nei licei e ist. magistrali), A050 (lettere negli ist. di istr. secondaria di II gr.) e A043 (italiano, storia, ed. civica, geog., scuole medie) conseguita nel 2001, a séguito di concorso ordinario per titoli ed esami (G.U. del 13/04/99). - Vincitrice di posto di ruolo per l’insegnamento nel liceo (classe A052) a decorrere dal 01/09/2004. Ricercatore universitario, dal 2008, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, a partire dal 1° marzo dello stesso anno. - Conferma in ruolo nel 2011. - Abilitazione scientifica nazionale alla funzione di professore di seconda fascia per il settore concorsuale 10/G1 Glottologia e linguistica (tornata 2013, valida dal 02/12/2014 al 02/12/2020.). - Abilitazione scientifica nazionale alla funzione di professore di seconda fascia per il settore concorsuale 10/G1 Glottologia e linguistica (tornata 2016, valida dal 01/08/2018 al 01/08/2024.). 
Ha svolto attività di ricerca all’estero presso il “Seminar für Vergleichende und Indogermanische Sprachwissenschaft”, diretto del Prof. M. Meier-Brügger, presso la “Freie Universität” di Berlino, nel 2004. Nell’estate del 2006 ha partecipato all’Internationaler Hochschulkurs für Germanistik presso la “Humboldt Universität” di Berlino. Ha partecipato alla “Sommerschule in der Turfanforschung: Sprachen und Schriften der Sogder und Türken an der Seidenstraße” presso la “Brandenburgische Akademie der Wissenschaften” (Berlino, agosto-settembre 2006). Ha partecipato alla “5th Indo-European Dahlem Summer School 2008 (Hethitisch)” presso la “Freie Universität” di Berlino (settembre 2008). 
Ha partecipato, come relatrice, a numerosi convegni nazionali ed internazionali e ha tenuto lezioni per il Dottorato di ricerca in “Linguistica”. Ha fatto parte della Segreteria organizzativa del XXIII Convegno della “Società Italiana di Glottologia”: Linguistica storica e sociolinguistica (Roma, 22-24 ottobre 1998) e del Comitato organizzatore del convegno internazionale “Dinamiche sociolinguistiche in area di influenza greca: mutamento, variazione e contatto; Sociolinguistic Dynamics under the Greek influence: Linguistic Change, Variation and Contact” tenutosi a Roma dal 22 al 24 settembre 2014 dall’UR di Roma “La Sapienza”, coordinata dal prof. Paolo Di Giovine, nell’ambito del progetto PRIN 2010-2011 (“Rappresentazioni linguistiche dell’identità. Modelli sociolinguistici e linguistica storica”, coordinatore nazionale prof.ssa P. Molinelli, Università di Bergamo). Ha organizzato (tra il 2015 e il 2018), assieme alle colleghe M.C. Benvenuto e F. Pompeo, tre cicli seminariali “Ricerche di sociolinguistica storica” nell’ambito delle conferenze per il Dottorato in “Scienze Documentarie, Linguistiche e Letterarie – Curriculum di Linguistica storica”, divenuto dal 2015 Dottorato in “Linguistica” (Università di Roma “La Sapienza” e Università di Roma Tre). - Ha fatto parte del Comitato Organizzatore del Convegno internazionale “Word Formation, Grammar and Lexicology in a Multilingual Context. Between Comparative-Historical, Theoretical, and Computational Corpus Linguistics” (Roma, 6-8 febbraio 2019). 
ricerca L’attività di ricerca si è integrata all’interno di numerosi progetti di ricerca di rilevanza nazionale ed internazionale. - 1999-2000: Investigator nel progetto di ricerca finanziato “Aspetti fonologici e morfologici della ricostruzione indoeuropea” (responsabile scientifico prof. P. Di Giovine). - 2001-2002: Investigator nel progetto di ricerca finanziato “Mutamenti tipologici nella fonologia, nella morfologia e nella sintassi delle lingue indoeuropee” (responsabile scientifico prof. P. Di Giovine). - 2003-2006: Investigator nel progetto FIRB “Europa e Mediterraneo dal punto di vista linguistico: storia e prospettive” (coordinatore nazionale prof. P. Ramat. Responsabile scientifico dell’Unità di Ricerca prof. P. Di Giovine). - 2003-2004: Investigator nel progetto di ricerca finanziato “Continuità e discontinuità nello sviluppo del latino in area italiana” (responsabile scientifico prof. P. Di Giovine). - 2004-2005: Investigator nel progetto di ricerca finanziato “Morfosintassi delle lingue indoeuropee antiche e medievali: analisi storica e tipologica” (responsabile scientifico prof. P. Di Giovine). - 2005-2008: Investigator nel progetto PRIN 2005 “Livelli di analisi nell’evoluzione delle lingue indoeuropee” (coordinatore nazionale prof. G. Banti; responsabile scientifico dell’Unità di ricerca prof. L. Lorenzetti). - 2008-2009: Investigator nel progetto di ricerca finanziato dal titolo “Aspetti di fonologia e di morfosintassi delle lingue indoeuropee del Vicino e Medio Oriente”, Ricerche dell’Ateneo federato di Scienze Umanistiche, Giuridiche ed Economiche, Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (responsabile scientifico prof. F. Pompeo). - 2008-2011: Investigator nel progetto PRIN 2008, “Mutamento e contatto tra varietà nella diacronia linguistica del Mediterraneo” (coordinatore scientifico nazionale del programma di ricerca: prof. M. Mancini; responsabile scientifico dell’unità di ricerca: prof. P. Di Giovine;). - 2009-2010: Investigator nel progetto di ricerca finanziato nel 2008, dal titolo “Aspetti di fonologia e di morfosintassi delle lingue indoeuropee del Vicino e Medio Oriente”, Ricerche dell’Ateno federato di Scienze Umanistiche, Giuridiche ed Economiche, Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (responsabile scientifico prof.ssa F. Pompeo). - 2010: Investigator nel progetto di ricerca finanziato dal titolo “Interferenza tra lingue e varietà sociolinguistiche nel Mediterraneo nord-orientale – Interference among languages and sociolinguistic varieties in North-Eastern Mediterranean” (responsabile scientifico del programma di ricerca: prof. P. Di Giovine). - 2012-2015: Investigator nel progetto PRIN 2010-2011, “Rappresentazioni linguistiche dell'identità. Modelli sociolinguistici e linguistica storica” coordinato da Piera Molinelli (responsabile scientifico dell’unità di ricerca prof. P. Di Giovine). - 2011: Investigator nel progetto di ricerca finanziato “Fattori di discontinuità nella trasmissione delle strutture e delle forme linguistiche” (responsabile scientifico prof. P. Di Giovine). - 2012: Investigator nel progetto di ricerca finanziato “Modelli sociolinguistici e linguistica storica: il greco dai Balcani all’Oriente (responsabile scientifico del programma di ricerca: prof. P. Di Giovine). - 2013: Investigator nel progetto di ricerca finanziato “Il greco nella documentazione plurilingue del Vicino e Medio Oriente” (responsabile scientifico del programma di ricerca: prof.ssa F. Pompeo). - 2014: Investigator nel progetto di ricerca finanziato “La terminologia tessile nel Mediterraneo orientale e Vicino Oriente antico tra II e I millennio a.C. Lingue, culture e contatti (responsabile scientifico del programma di Ricerca: prof. P. Di Giovine). - 2015: Investigator nel progetto di ricerca finanziato “Le espressioni pertinenti alla regalità nelle lingue indoeuropee centrali antiche” (responsabile scientifico prof. P. Di Giovine). - 2017: È Principal Investigator del progetto di ricerca finanziato “Mutamento linguistico, polisemia dominî esperienziali: la scalarità tra etimologia e pragmatica” (le colleghe S. Koesters e F. Pompeo sono componenti del progetto). - 2018 Investigator nel Progetto di ricerca finanziato “Multigrafismo e multilinguismo in contesti di contatto” (responsabile scientifico del programma di ricerca: prof.ssa F. Pompeo). - 2018: Investigator nel progetto PRIN “Lingue antiche e sistemi scrittorî in contatto: pietra di paragone del mutamento linguistico” (coordinatore nazionale prof. P. Di Giovine. Responsabile scientifico dell’Unità di Ricerca prof. P. Di Giovine).
Ha tenuto lezioni e seminari avanzati di linguistica storica per la cattedra di Glottologia III (Facoltà di Lettere e Filosofia - Università di Roma “La Sapienza”), negli a.a. 1998-1999 e 1999-2000, e, come docente a contratto, per le cattedre di Glottologia e Linguistica Generale (Facoltà di Lettere e Filosofia - “Libera Università M. S. Assunta” - Roma) nell’a.a. 2003-2004. - Ha tenuto due corsi di “Linguistica delle società” per l’Università della Tuscia, presso la sede distaccata di Tarquinia, durante gli anni accademici 2004-2005 e 2005-2006, a seguito dell’affidamento (per titoli) di due contratti d’insegnamento. - È stata titolare di affidamento per contratto dell’insegnamento di “Introduzione alla linguistica” presso l’Università di Roma “La Sapienza” per l’anno accademico 2007/2008. - dal 2008 svolge regolarmente corsi per il SSD L-LIN/01 (Glottologia e Linguistica) rivolti a studenti di CdS sia triennali sia magistrali. - Ha tenuto seminari nell’ambito del Dottorato di ricerca in “Linguistica” dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e dell’Università di Roma Tre. - È stata presidente della commissione di esami presso la sede distaccata di Tarquinia dell’Università della Tuscia. In qualità di cultore della materia, ha fatto parte delle commissioni di esame del prof. P. Di Giovine a Roma “La Sapienza”, del prof. P. Martino alla “LUMSA”, e del prof. O. Durand, per contratto, all’Istituto “Suor Orsola Benincasa” di Napoli. - dal 2008 ad oggi svolge esami come presidente di commissione ed è membro delle commissioni d’esame del prof. P. Di Giovine, della dott. M.C. Benvenuto e della dott. F. Pompeo. Ha tenuto un ciclo di lezione su argomenti di linguistica storica e sociolinguistica storica presso il Dipartimento di Lingua e Letteratura Italiana, parte del Macrodipartimento di Filologia della Facoltà di Kragujevac (Serbia), dal 20 al 22 maggio 2015, dove è stata Visiting Professor. 
Ha fatto parte della Commissione orientamento nell’ambito del Corso di Laurea in “Lingue e Culture del Mondo Moderno” per l'anno accademico 2009-2010. - Dal 2012 al 2016 è stata componente della Commissione di “Gestione dell’Assicurazione Qualità” (CGAQ) del CdS in “Lettere Moderne”. - Dal 2012 è referente per le AAF (Altre attività formative) per il Corso di Studio magistrale in “Linguistica”. - È stato membro, dal 2012 al 2018, della Commissione per l’attribuzione delle borse di collaborazione assegnate alla Biblioteca di Glottologia. Svolge regolarmente attività di orientamento e tutoraggio per il corso di laurea triennale in “Lettere Moderne” e per quello magistrale in “Linguistica”. - Dal 2008 è membro del Collegio di Dottorato in “Scienze Documentarie, Linguistiche e Letterarie – Curriculum di Linguistica storica”, divenuto dal 2015 Dottorato in “Linguistica” (Università di Roma “La Sapienza” e Università di Roma Tre).  Dal 2010 è socia della “Società Italiana di Glottologia” (SIG). - Dal 2016 al 2019 è stata membro del “Comitato di Monitoraggio” della Facoltà di Lettere e Filosofia in rappresentanza del Dipartimento di Lettere e Culture Moderne (ex Dipartimento di “Scienze Documentarie, Linguistico-Filologiche e Geografiche”). Nel 2019 è stata eletta Presidente del Comitato di Monitoraggio per il triennio 2019-2022. 
Dal 2008 ad oggi è stata relatrice e correlatrice di numerose tesi di laurea, sia triennali che specialistiche, riguardanti argomenti di linguistica sia generale sia storico-comparativa ed è stata supervisore di dottorandi nell’ambito del Dottorato in Scienze Documentarie, Linguistiche e Letterarie – Curriculum di Linguistica, e lo è attualmente nel Dottorato in Linguistica (Roma “La Sapienza” – Roma Tre). Dal 2013 è membro del Comitato scientifico del CRILet (“Coordinamento Ricerca Informatica Letteratura e Testo Giuseppe Gigliozzi”), Università “La Sapienza”. - Dal 2015 è membro del Comitato Redazione della rivista “Lipar” (rivista di letteratura, lingua, arte e cultura pubblicata dall’Università di Kragujevac, Serbia). - dal 2016 è membro del Comitato di Redazione della rivista “Bollettino di Italianistica”. 
Attività di ricerca: A partire dalla laurea ha svolto ricerche nel campo della linguistica storica, sempre considerata alla luce delle più recenti acquisizioni della linguistica generale e teorica. L’attività di ricerca si è rivolta ai seguenti settori di studio principali: 1) fonologia indoeuropea, con particolare riferimento al consonantismo; 2) morfologia nominale latina; 3) morfologia nominale greca in rapporto con la categorizzazione (di tipo scalare) suggerita dal cognitivismo; 4) problemi di fonologia e grafia dell’ittito; 5) etimologia indoeuropea condotta anche utilizzando gli strumenti metodologici offerti dalla linguistica cognitiva; 6) interferenza linguistica nell’area egeo-anatolica e nel Vicino Oriente tra II e I millennio a.C. Nel primo ambito di ricerca si è occupata soprattutto di fenomeni di dissimilazione a distanza (la “legge di Grassmann”), inquadrati in una prospettiva in parte nuova, sulla base di esempi individuabili non solo nell’indoario e nel greco antico, ma anche – sia pure sporadicamente – nel latino. Ha approfondito la questione in riferimento al miceneo e al greco antico. Nel secondo settore di ricerca, particolarmente sviluppato nel corso del dottorato di ricerca (nel cui ambito ha dato luogo alla pubblicazione della tesi finale), ha svolto indagini sul sincretismo dei casi nel latino arcaico, in rapporto alla situazione indoeuropea ricostruita; nel corso di tali ricerche sta riconsiderando criticamente l’intero corpus epigrafico e letterario latino arcaico, vagliando le diverse ipotesi esplicative del sincretismo anche alla luce delle più recenti teorie linguistiche (ad esempio di tipo semantico-cognitivo). Il terzo campo di studio ha portato all’individuazione di fenomeni di livellamento analogico nel campo della morfologia nominale greca sulla base di associazioni semantiche di tipo prototipico. Ha pubblicato una monografia a completamento di un percorso di ricerca di stampo fonologico nell’ambito del consonantismo della lingua ittita, per verificare e approfondire ulteriormente le problematiche connesse con la cosiddetta lex Sturtevant, relativa alla resa grafica degli esiti delle occlusive indoeuropee in posizione intervocalica. Si è occupata, nel settore dell’etimologia indoeuropea, di proporre ipotesi etimologiche anche alla luce delle interpretazioni offerte dalla linguistica cognitiva. Si è di recente occupata di problematiche relative al contatto linguistico nel II millennio a.C., nella cornice di scambi culturali tra mondo indoeuropeo (ittito, greco-miceneo) e mondo non indoeuropeo (lingue semitiche, in particolare accadico), in cui l’ittito avrebbe, talora, svolto il ruolo di mediatore (ha in preparazione una monografia sull’argomento). Nell’ambito del medesimo settore di ricerca, sono stati approfonditi i meccanismi – in prevalenza fonetici – di adattamento reciproco di lingue a contatto, in particolare del greco con il licio e il lidio in Asia Minore, nel I millennio a.C., sulla base di documenti di tipo epigrafico. Infine, gli interessi recenti si rivolgono a una riconsiderazione dei fenomeni di dissimilazione consonantica a distanza in greco secondo una prospettiva di analisi morfo-prosodica. 
Pubblicazioni 
a) Saggio, trattato scientifico - 2003, Il sincretismo dei casi dall’indoeuropeo ricostruito al latino arcaico: aspetti formali e funzionali, Tesi di dottorato (Università degli Studi di Pisa, 2003, 244 pp.). - 2011, La grafia delle occlusive intervocaliche in ittito. Verso una riformulazione della lex Sturtevant, 2 voll. (vol. I Introduzione e Corpus lessicale; vol. II Analisi dei dati), Roma, Il Calamo (Lingue, Culture e Testi 13), 768 pp., ISBN: 888983773X. - 2019 (coautore Valentina Gasbarra), Percorsi lessicali nel Mediterraneo orientale antico, Alessandria, Edizioni dell’Orso (Ellada, Collana di storia linguistica della Grecia e del Mediterraneo orientale diretta da Mario Negri), ISBN: 978-88-6274-930-5; ISSN: 2612-4769. 
b) Articoli in rivista - 2007, Il greco βαθύς tra etimologia di parola ed etimologia di sistema, «Studi e Saggi linguistici» 45 (2007), pp. 71-98, ISSN: 0085-6827 (rivista di classe A). - 2012 (con V. Gasbarra), Fenomeni di interferenza greco-anatolica nel II millennio a.C.: l’ittito come mediatore tra mondo indoeuropeo e mondo non indoeuropeo, «AION. Annali del Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati. Sezione linguistica», N.S. 1 (2012), pp. 165-214, ISSN: 2281-6585 (rivista di classe A). - 2012, Reflections on Some Problematic Cases for Sturtevant’s Law, «Indogermanische Forschungen» 117 (2012), pp. 257-282, ISSN: 0019-7262 (rivista di classe A). - 2012, Oscillazioni grafiche di occlusive in ittito come spia di neutralizzazione fonologica. Riflessioni su alcuni casi problematici per la lex Sturtevant, «Studi Italiani di Linguistica Teorica e Applicata» 41/3 (2012), pp. 411-424, ISSN: 0390-6809 (rivista di classe A). - 2014, Itt.išta(n)ḫ- e mema/i-: ‘esperire’ e ‘riflettere’ tra concretezza e metafora, «Rivista degli Studi Orientali» 87 (2014), pp. 57-72, ISSN: 0392-4866 (rivista di classe A). - 2014 (con V. Gasbarra), Multidirectional lexical borrowings in the Ancient Near East in the 2nd Millennium BC, «Athens Journal of Philology» 1/4 (2014), pp. 245-257, ISSN: 2241-8385. - 2015 (con M.C. Benvenuto e F. Pompeo), The Multilingual Urban Environment of Achaemenid Sardis, «Studi e saggi linguistici» 53/2, 2015, pp. 245-269, ISSN: 0085 6827 (rivista di classe A). - 2015, L’espressione dello strumento nel latino arcaico tra linguistica cognitiva e naturalezza morfologica, in «Nasleđe» 31 (2015), pp. 9-21, ISSN: 1820-1768. - 2016, Traces of “Weaving” in Hittite: A Brief Overview, «Athens Journal of Philology», 3/4, pp. 227-238, ISSN: 2241-8385. - 2017, Linguistica, filologia e storia culturale. In ricordo di Palmira Cipriano (29-30 settembre 2016, Sapienza, Università di Roma), «Bollettino di Italianistica» anno XIV, n. 1 (2017), pp. 125-128, ISSN: 0168-7298 (rivista di classe A). - 2019, La polifunzionalità dell’ablativo latino arcaico e la questione delle tracce formali e funzionali dell’antico strumentale indoeuropeo, «Parola del Passato. Rivista di Studi antichi», ISSN 0031-2355 (rivista di classe A), pp. 325-367 - 2019 (con V. Gasbarra), Methodological Premises for a Sociolinguistic Analysis of Greek-Anatolian Contact, «Rivista degli Studi Orientali» 42, ISSN: 0392-4866 (rivista di classe A), pp. 11-26. - in stampa su «Cuadernos de Filología Clásica. Estudios griecos e indoeuropeos», ISSN1131-9070 (rivista di classe A), From the “Stasis” of Experiential Contact to the “Dynamism” of Abstract Thought: Brief Reflections on Three Indo-European Roots. - in stampa (con V. Gasbarra), Tra τέχνη e processi mentali. Riflessioni su alcuni dati linguistici ittiti e micenei, in «Acta Classica» 63 (2020) (rivista di classe A), ISSN: 0065-1141; ISSN Online: 2227-538X. DOI 10.15731. – in stampa, On the original formulation and on the resonance over time of Grassmann’s Law: remarks on a still open issue, in «Lingua Posnaniensis» 30 2019/1 (rivista di classe A), ISSN: 0079-4740; Online ISSN: 2083-6090. 
- in stampa, La “fissità del pensiero” nel mondo antico: confronti etimologici greco-ittiti, «Pasiphae», ISSN 1974-0565 (rivista di classe A). 
c) Contributi in volume e atti di congresso in volume - 2007 (con P. Di Giovine, S. Flamini), Internal Structure of Verbal Stem in the Germanic Languages, in P. Ramat – E. Roma (a cura di), Europe and the Meditarrean as Linguistic Areas, Amsterdam – Philadelphia, John Benjamins, pp. 49-62, ISBN: 9789027230980. - 2010, Un caso di colonnarità nella morfologia derivazionale: il gr. βαθύς, in I. Putzu – G. Paulis – G. Nieddu – P. Cuzzolin (a cura di), La morfologia del greco tra tipologia e diacronia. VII Incontro internazionale di Linguistica greca. Cagliari. 13-15 settembre 2007, Pavia, Franco Angeli, pp. 367-384, ISBN: 8856817675. - 2013 (con V. Gasbarra), Pluralità di vie del prestito: i casi di itt. laḫanni-, gr. λάγυνος e itt. kupaḫi-, gr. κύμβαχος, in M. Mancini – L. Lorenzetti (a cura di), Le lingue del Mediterraneo antico. Culture, mutamenti, contatti, Roma, Carocci, pp. 181-191, ISBN: 9788843069194. - 2014 (con V. Gasbarra), Some Sociolinguistic Reflections on the Aegean-Anatolian Interference in the 2nd Millennium BC, Athens: ATINER’S Conference Paper Series, No: LNG2014-1048, Athens, The Athens Institute for Education and Research, pp. 3-14, (ISSN: 2241-2891). - 2015 (con V. Gasbarra), Considerazioni (micro)sociolinguistiche su fenomeni di interferenza in area egeo-anatolica tra II e I millennio a.C., in P. Molinelli, I. Putzu (a cura di), Modelli epistemologici, metodologie della ricerca e qualità del dato. Dalla linguistica storica alla sociolinguistica storica, Milano, Franco Angeli (Metodi e prospettive), pp. 171-191, ISBN: 9788891714916. - 2016, Traces of “Weaving” in Hittite: A Brief Overview, in ATINER’S Conference Paper Series No: LNG2016-2041, Athens, The Athens Institute for Education and Research, pp. 3-14, ISSN: 2241-2891. -2019, Indo-European *steh2- Between Etymology and Cognition, in Grygiel, Marcin and Kiełtyka, Robert (eds.) (2019), Cognitive Linguistics in the Year 2017. Berlin: Peter Lang (Studies in Linguistics, Anglophone Literatures and Cultures Vol. 12), pp. 100-109. ISBN: 978-3-631-77919-4. - 2019 From Experiential Contact to Abstract Thought: Reflections on Some Hittite Outcomes of IE *steh2- ‘to Stand’ and *men- ‘to Think’, in Ronald I. Kim, Jana Mynářová, and Peter Pavúk with the assistance of Dita Frantíková and Petr Zemánek (eds.), Hrozný and Hittite: The First Hundred Years (11-14 November 2015, Filozofická Univerzity Karlovy, Praha), Culture and History of the Ancient Near East (CHAN). Leiden – Boston, Brill, pp. 317-334. 
d) Recensioni - 2012 [2013], Recensione a: Robert Fischer – Detlev Groddeck – Henning Marquardt (hrsgg.), Hethitologie in Dresden. Textbearbeitungen, Arbeiten zur Forschungs- und Schriftgeschichte (Dresdner Beiträge zur Hethitologie 35), Wiesbaden, Harrassowitz, 2011, 230 pp., «Incontri Linguistici» 35 (2012) [2013], pp. 225-226, ISSN 0390-2412 (rivista di classe A).
 
 


Inglese

Degree in Historical Linguistics obtained with full marks in 1998 at the University of Rome “La Sapienza” (title of the graduation thesis: “Grassmann's Law reconsidered in light of the new acquisitions of Indo-European Studies”). PhD in “Linguistics”, obtained with full marks at the University of Pisa in June 2003 (title of the dissertation “Case syncretism from reconstructed Indo-European to archaic Latin: formal and functional aspects”). Since 1998 she has given lectures and advanced seminars in general and historical linguistics (University of Rome “La Sapienza”, LUMSA, Università della Tuscia). She has been researcher in historical linguistics at the University of Rome “La Sapienza” since 2008. She has obtained the National Academic Qualification as Associate Professor in 2013 and 2018. She has taken part, holding speeches, to several national and international scientific conferences. She has studied abroad, and she has been part of many Research Projects (FIRB, PRIN, COFIN etc.). Her research interests focus on historical linguistics, Indo-European phonology (with a particular reference to consonantism), Latin and Greek nominal morphology and Greek-Anatolian linguistic interference during the 2nd millennium BC, Hittite writing system and the phonological problems connected with Sturtevant’s Law. This research field is the starting point for a methodological investigation on the linguistic interference between Greek and Anatolian at different levels, including writing and phonology, with a particular focus on languages and writing systems in the Eastern Mediterranean area between II and I millennium BC, also within the framework of historical sociolinguistics. She has worked in the field of Indo-European etymology advancing hypotheses also in the light of the interpretations offered by the theoretical framework of cognitive linguistics. Recently her interests have turned again to Greek phonology and morphophonology.


Nessuna pubblicazione disponibile.

Sono presenti 8 dispense. Visualizza

Sessione invernale: 28 gennaio 2020; 11 febbraio 2020; 20 febbraio 2020
Sessione estiva: 11 giugno 202; 25 giugno 2020; 14 luglio 2020
Sessione autunnale: 17 settembre 2020; 30 settembre 2020
Appelli speciali: 15 aprile 2020; 8 novembre 2020
 
Gli appelli speciali (aprile e novembre) sono rigorosamente riservati agli studenti fuori corso, ripetenti, lavoratori, portatori di disabilità alle studentesse madri e agli studenti padri con figlio/i di età inferiore a tre anni, nonché alle studentesse in stato di gravidanza (il fatto di trovarsi in una delle condizioni previste potrà essere attestato attraverso un’autocertificazione resa dall’interessato (modello scaricabile sul sito di Facoltà, alla voce: calendario didattico); gli appelli sono da considerare estesi rispettivamente ai laureandi della II sessione di laurea 2019-20 e della IV sessione di laurea 2019-20.