Massimiliano Papini

Associato
L-ANT/07 ( Archeologia classica )
Scienze dell'Antichità
Dipartimento di Scienze dell'Antichità
Visualizza programmi a.a. 2021-2022  a.a. 2020-2021
Ricevimento

Prima e dopo le lezioni e su appuntamento: ufficio dipartimento Scienze dell'Antichità.

Programmi Archeologia classica codice 1025967 (storia dell'arte LM 2021-2022)
Gio 21 Apr 2022 Sab 31 Dic 2022

Gentili studenti,

 

si comunica che per i frequentanti del corso del Prof. Marcello Barbanera di archeologica classica (LM), anno accademico 2021-2022 sarà possibile sostenere l'esame con me con i seguenti programmi alternativi a scelta:

 

1) Rilievo storico romano (corso tenuto dal Prof. Barbanera): S. Rambaldi, Coinvolgere per persuadere: considerazioni sui rilievi storici romani in 'Ostraka' 2011 (pdf); M. Papini, Arte romana, Milano 2021 (nuova edizione), pp. 5-40; 291-319 e parti relative ai rilievi "statali" nei capitoli 5-9 nello stesso volume; T. Hoelscher, Monumenti statali e pubblico, Roma 1994 (libro disponibile nella biblioteca di archeologia classica); S. Settis, La Colonna Traiana, Torino 1988 (PDF, ma senza illustrazioni; per le illustrazioni consultare una copia nella biblioteca di archeologia classica).

 

2) Il ritratto greco: C. Keesling, Early Greek Portraiture. Monuments and histories, Cambridge 2017; L. Giuliani, Il ritratto, in S. Settis (a cura di), I Greci. Storia, Cultura, Arte, Società, 2. Una storia greca, II. Definizione, Torino 1997, pp. 983-1011 (entrambi i pdf reperibili su e-learning a nome del docente, sotto "Ritrattistica); P. Zanker, La maschera di Socrate. L'immagine dell'intellettuale nell'arte antica, Torino 2009 ed edizioni successive; C. Franzoni, Tirannia dello sguardo. Corpo, gesto ed espressione dell'arte greca, Torino 2006.

 

 

Lezioni magistrale archeologia e storia dell'arte greca e romana (inizio 1 marzo, link da remoto)
Mar 15 Feb 2022 Mer 01 Giu 2022

Per ottenere il link per poter seguire le lezioni da remoto gli studenti interessati sono pregati di contattare il docente.

Italiano

Massimiliano Papini, nato a Pisa il 14-7-1970, ha realizzato la sua formazione scientifica presso l’Università degli Studi di Pisa e presso la Karl-Ebehards-Universität di Tübingen.
Risale al 2006 la chiamata presso la Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università di Roma “La Sapienza” nella cornice del programma “Rientro dei Cervelli”.
Dal 1 marzo 2008 è Professore Associato presso il Dipartimento di Scienze Archeologiche, Storiche e Antropologiche dell’Antichità presso la Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università di Roma “La Sapienza”.
La sua attività didattica negli ultimi anni, oltre ai corsi di introduzione generale, ha toccato numerosi argomenti specialistici in particolare nel campo dell’archeologia greca.
Dal 2012 è membro corrispondente dell’Istituto Archeologico Germanico.
M. Papini studia sia il mondo greco sia il mondo romano nei suoi vari aspetti archeologici, con particolare attenzione anche al rapporto tra monumenti e testi.
Autore di oltre duecento saggi tra monografie, saggi e recensioni, si è dedicato al tema della memoria degli eroi nei monumenti e nelle "reliquie"; i risultati della ricerca sono confluiti in un libro sulle rovine nel mondo greco e romano (Laterza 2011).
Egli è inoltre specialista di analisi di linguaggio figurativo nell’arte greca e romana: nel 2014 per conto dell’editore Laterza è uscito il libro Fidia, l'uomo che scolpì gli dei. Nel 2016 è stato inoltre l’autore del volume Arte romana, Mondadori, destinato allo studio universitario (e non solo). È imminente l’uscita di uno studio monografico insieme a Clementina Panella I nuovi reperti scultorei dalle “Terme di Elagabalo”: dallo scavo all’edizione; nel 2019 (14-15 marzo) sarà l’organizzatore di un convegno dal titolo “Opus imperfectum. Monumenti e testi incompiuti del mondo antico”, Sapienza Università di Roma, Aula Odeion.
Delle sue inclinazioni ha dato prova in numerosi articoli, curatele e studi, tra cui spicca la monografia in due volumi: Antichi volti della Repubblica. La ritrattistica in Italia centrale (IV-II secolo a.C.), Vol. I (testo) e vol. II (tavole), Roma 2004 (Erma di Bretschneider). Nel passato si è impegnato in un campo di ricerca diffuso specialmente in Germania, che punta all’indagine delle intersezioni tra ‘Lebenswelt’ e ‘Bilderwelt’, indirizzo di studi avviato e sviluppato soprattutto in Germania da Tonio Hölscher. A testimonianza di tale interesse è una monografia dedicata alle immagini di giochi gladiatori nello spazio pubblico e privato in epoca imperiale (Munera gladiatoria e venationes nel mondo delle immagini, Roma 2004), opera accolta tra le Memorie dell’Accademia Nazionale dei Lincei, nata durante la sua attività di ricerca presso il Deutsches Archäologisches Institut.
M. Papini ha poi mostrato una propensione per ricerche relative alla ricomposizione delle collezioni di antichità del Seicento (Barberini, Lancellotti) e del Settecento, tra cui spicca il libro La collezione di sculture antiche di Palazzo Braschi, Roma 2000 (Erma di Bretschneider), edita tra i Supplementi del Bullettino della Commisione Archeologica Comunale.
I contributi dello studioso sono apparsi in talune delle più prestigiose riviste italiane e straniere di archeologia classica (Archeologia classica; Bullettino della Commissione Archeologica Comunale; Rivista Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte; Bollettino d’Arte; Bollettino dei Monumenti Musei e Gallerie Pontificie; Gnomon; Mediterraneo Antico; Workshop di Archeologia Classica; Römische Mitteilungen; Bonner Jahrbücher). Fa parte del Comitato scientifico del Bullettino della Commissione Archeologica Comunale e di Archeologia Classica.
Egli ha collaborato come autore di saggi e di numerose schede per molti cataloghi di mostre in Italia e all’estero, come quelle tenute a Berlino (Die griechische Klassik), ai Musei Capitolini della serie “I giorni di Roma”, alle Scuderie del Quirinale (Augusto) e Roma Universalis.
Dal 2011 collabora insieme all’Istituto Archeologico Germanico (Dott.ssa Alexandra Busch) agli scavi presso l’accampamento dei Castra Albana (Albano Laziale) e dal 2017 agli scavi dell’Ecole francaise de Roma a Portus sotto la guida della Dott.sa. Evelyne Bukowiecki.


Inglese

 
Massimiliano Papini was born in Pisa on 14-7-1970, he made his scientific training at the University of Pisa and at the Ebehards-Karl-Universität Tübingen.
In 2002 he got a PhD at Ebehards-Karl-Universität of Tübingen where he was a scientific collaborator and he carried out educational activities in Archaeology and History of Greek and Roman art. At the Archäologisches Deutsches Institut he has also played non-stop research until 2004 (under the direction of Tonio Hölscher).
In 2006, according to the project called "Rientro dei Cervelli", he went to the Faculty of Humanities, University of Rome "La Sapienza". He has been Associate Professor at the Department of Archaeological Sciences, History of European Society of Antiquities at the Faculty of Human Sciences, University of Rome "La Sapienza", since March 1 2008.
M. Papini has multiple interests and, in recent years, he focus his research on the memory of the heroes in the monuments and relics of ancient Greece; these studies have been published in a monograph (Laterza, 2011). He is also expert in analysis of figurative language, Greek and Roman art.
He has shown his knowledge in a large number of articles and studies, including, of course, his two volumes MONOGRAPH: Ancient faces of the Republic. Portrait painting in central Italy (IV-II century BC), Vol I (text) and vol. II (plates), Roma 2004 (Erma di Bretschneider).
He’s focused his interest in a widespread research field, very popular in Germany, pointing out the intersections between 'Lebenswelt' and 'Bilderwelt'; Prof. Tonio Hölscher was the first to start research on this topic in Germany. His interest on this subject is shown in his monograph on the pictures of gladiator games in public and private space during the imperial age (Munera gladiatoria and venationes in the world of images, Rome 2004), published in the Memorie dell' Accademia Nazionale dei Lincei) developed during his research at the Deutsches Archäologisches Institut.
M. Papini has, so far, shown to have a flair for research relating to the consolidation of the collections of antiques in the 17th century (Barberini, Lancellotti) and the 18th century, among which stands out the MONOGRAPH The collection of ancient sculptures of Palazzo Braschi, Rome 2000 (Erma di Bretschneider), published in the Supplements of the Bullettino of the Municipal Archaeological Committee. He is also working on, with a team of Italian experts, the scientific edition of the sculptures of the Capitoline Museums.
His works have been published in some of the most prestigious Italian and international Journals of Classical Archaeology (Archeologia classica; Bullettino della Commissione Archeologica Comunale; Rivista Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte; Bollettino d’Arte; Bollettino dei Monumenti Musei e Gallerie Pontificie; Workshop di Archeologia Classica, Römische Mitteilungen, Bonner Jahrbücher).
He has worked in a large number of exhibitions, as an author of catalogue assays and as the organizer. Finally, his translation work, from German to Italian, of basic German scientific, as the exhibition catalogue Bunte Götter Glyptothek München (The colours of white. Thousand years of colour in ancient sculpture, Rome, Vatican City 2004) and monograph of the Director of the German Archaeological Rome, Prof. Dieter Mertens, Städte und Bauten der Westgriechen. Von der Krise zur Kolonisation bis am Ende des fünften Jahrhunderts. He has worked on the project Imago Urbis, in collaboration with the Department of Classical Archaeology of Professor Andrea Carandini, aiming to establish an exhaustive list of terms of the types of architecture.


Nessuna pubblicazione disponibile.

Nessuna dispensa disponibile.

Appelli anno accademico 2018-2019

Chi segue i moduli integrati (6 e 6 crediti) è pregato di avvertire il docente per prenotarsi per l'esame nel caso non sia possibile su Infostud).

23-01-2019

05-02-2019

18-02-2019

10-06-2019

01-07-2019

15-07-2019

12-09-2019

26-09-2019

Appelli straordinari riservati a studenti fuori corso, ripetenti, lavoratori, portatori di disabilità (estesi ai laurendi della II sessione di laurea 2018-2019 e della IV sessione di laurea 2018-2019

06-05-2019

11-11-2019

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma