Paola Buzi

Ordinario
L-OR/02 ( Egittologia e Civilta copta )
Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo
Dipartimento SARAS, sezione di Studi Storico-religiosi, Studio 2, II piano (ora ri-denominato III piano), ala destra
Telefono 06 49913904
Visualizza programmi a.a. 2021-2022  a.a. 2020-2021
Ricevimento

Si prega di scrivere alla docente per fissare un appuntamento.
 
 

Corsi di Egittologia e Civiltà Copta dell'A.A. 2021/2022
Mar 27 Lug 2021 Mer 27 Lug 2022

Si avvisano gli studenti che tutti corsi di Egittologia e Civiltà Copta dell'A.A. 2021/2022 si terranno nel secondo semestre.

Chi intende seguire il corso di Egittologia da 12 CFU (Magistrale) sappia che la parte denominata "Lingua e Letteratura egiziana" inizierà il 28.02.2022, mentre la parte denominata "L'arte dei faraoni" il 01.04.2022 (giorni e orari sono gli stessi).
 
Chi deve conseguire solo 6 CFU in Egittologia (Magistrale) può scegliere liberamente quale corso seguire  - 1) letteratura + lingua oppure 2) arte - ma sappia che, se intende chiedere la tesi in Egittologia, allora dovrà obbligatoriamente seguire il primo corso, in quanto non assegno tesi a chi non abbia appreso almeno gli elementi di base della lingua.
 
A gennaio specificherò i giorni in cui si terranno le lezioni di medio egiziano.
 
Infine, diversamente da quanto accaduto nel A.A. 2020/2021, le lezioni non verranno registrate.
 
 
Modalità di svolgimento esami
Sab 01 Mag 2021 Mer 01 Dic 2021
La principale modalità di svolgimento degli esami da settembre 2021 sarà in presenza.
Lo studente che dovesse avere delle difficoltà a sostenere l'esame in presenza dovrà motivare e circostanziare la richiesta della modalità a distanza.
 
Si ricorda che coloro ai quali verrà consentito di sostenere l'esame a distanza dovranno farmi avere, entro il giorno prima dell'esame, la dichiarazione compilata predisposta dal Dip. SARAS: https://saras.uniroma1.it/archivionotizie/esami-distanza-linee-guida-e-autodichiarazione-gli-studenti
 
 
Come da indicazioni dell'Ateneo, per un'opportuna organizzazione degli esami, le prenotazioni si chiuderanno inderogabilmente 10 giorni prima dell'appello.
Si prega dunque di verificare bene la data di scadenza delle prenotazioni di ciascun appello, in quanto non si potranno fare eccezioni.
.
Ulteriori istruzioni (per esempio sull'orario preciso in cui presentarsi) verranno inviate, via email, a ridosso dell'esame, a prenotazioni chiuse.
Si prega di controllare la posta istituzionale e di avvisare la docente qualora si decidesse di non partecipare più all'esame.
IMPORTANTE: Requisiti per chiedere la tesi di laurea magistrale in Egittologia
Gio 21 Nov 2019 lun 21 Nov 2022

Si ricorda agli studenti che intendano conseguire la laurea magistrale in Egittologia che non verranno assegnate tesi a chi non abbia seguito il corso di lingua egiziana (per chi è interessato all'Egitto faraonico) o di lingua copta (per chi vuole specializzasri in Egitto tardoantico).

Non verrà fatta nessuna eccezione, dal momento che per una cultura come quella egiziana la conoscenza diretta dei testi è essenziale anche per chi voglia dedicarsi alla preistoria o alla storia dell'arte.

E' inoltre essenziale saper maneggiare inglese, francese e tedesco, almeno ai fini della lettura dei testi di riferimento.

Italiano

Dal 1 febbraio 2017 Paola Buzi è Professore Ordinario di Egittologia e Civiltà Copta (s.d. L-OR/02, s.c. 10/N1).
Laureatasi presso La Sapienza Università di Roma nel 1995 - dove ha studiato Egittologia con Alessandro Roccati e Lingua e letteratura copta con Tito Orlandi - ha conseguito nel 2002 nel medesimo ateneo il dottorato di Ricerca in Egittologia. Per cinque anni ha poi collaborato con il Dipartimento di Archeologia dell’Alma Mater Università di Bologna in qualità di assegnista di ricerca, combinando interessi di Egittologia e di Cultura copta. Da gennaio a ottobre 2010 ha lavorato presso la Universität Hamburg, su incarico dell’Akademie der Wissenschaften zu Göttingen, allo scopo di catalogare i manoscritti copti conservati in Germania. Dal 1 novembre 2010 al 31 gennaio 2017 è stata Ricercatore a tempo indeterminato. 
Agli interessi di tipo storico-letterario e codicologico unisce da sempre quelli per la ricerca archeologica, egittologica e coptologica. Ha partecipato a numerosi scavi in Italia e in Egitto. Dal 2002 è membro della Missione Archeologica dell’ateneo bolognese e della Sapienza a Bakchias (Fayyum, Egitto), di cui dal 2008 è co-direttrice.
Dal 2014 è anche vice-direttore della missione archeologica a Manqabad (Assyut, Egitto) diretta da Rosanna Pirelli (Università di Napoli "L'Orientale").
E' membro del board dell'International Association of Coptic Studies (IACS).
E' membro dell'International Association of Egyptologists (IAE).
E' membro dell'Academia Ambrosiana (Classe di Scienze Africane).
È collaboratore scientifico del Corpus dei Manoscritti Copti Letterari (CMCL), impresa diretta da T. Orlandi; è membro del International Association for Coptic Studies (IACS) e dell’Istituto Italiano per la Cultura Egiziana (IICE).
Tra le principali collaborazioni scientifiche internazionali si segnalano: la partecipazione al progetto Comparative Oriental Manuscript Studies (Team 4: Cataloguing), supportato dalla European Science Foundation e la collaborazione con la Akademie der Wissenschaften zu Göttingen ai fini della catalogazione dei manoscritti copti conservati in Germania (Katalogisierung der Orientalischen Handschriften in Deutschland).
 
Pubblicazioni
Tra le sue pubblicazioni di carattere storico-letterario e codicologico degli ultimi dieci anni: Titoli ed autori nella tradizione copta. Studio storico e tipologico. Pisa-Roma 2005;  Manoscritti latini nell’Egitto tardo-antico. Con un censimento completo dei testi letterari e semi letterari (a cura di S. Cives), Imola 2005; Il Cristianesimo copto: Egitto, Etiopia e Nubia. Storia, letteratura e arte, Bologna 2006; Catalogo dei manoscritti copti Borgiani conservati presso la Biblioteca “Vittorio Emanuele II” di Napoli, con un profilo scientifico del cardinale Stefano Borgia e Georg Zoega, Accademia dei Lincei Classe di scienze Morali, Storiche e Filologiche – Memorie, Serie IX, Volume XXV, Fascicolo 1, Roma 2009; “The Life of Maximus and Domitius: Considerations for a Reconstruction of the Cultural Life of Western Lower Egypt in the late Coptic age”, in «Augustinianum» II  (2001), pp. 521-544; “Titles in the Coptic Manuscript Tradition: Complex Structure Titles and Extended Complex Structure Title”, in Coptic Studies on the Threshold of a New Millennium. Proceedings of the Seventh International Congress of Coptic Studies, Leiden, 27 August – 2 September 2004, Orientalia Lovaniensia Analecta 133, 2 voll., Brill, Leuven 2004, I, pp. 309-316; “Produzione e circolazione di testi latini letterari nel Fayyum in età tardo-antica”, in «Fayyum Studies» 1 (2004), pp. 79-86; “L’Egitto cristiano: caratteri linguistici, letterari ed artistici dell’età copta”, in S. Pernigotti (a cura di), L’Egitto Antico, Imola 2004, pp. 219-256; “Egitto copto o Egitto cristiano? Cenni per una corretta definizione dell’età tardo-antica della storia egiziana”, in «Archeogate» 06-03-2006; “Walter Ewing Crum”, in M. Capasso (ed.), Hermae. Scholars and Scholarship in Papyrology, Pisa-Roma 2007, pp. 107-113; “The Borgia Coptic Manuscripts Collection preserved in Naples: a new catalogue”, in Huitième Congres International d’Études Coptes, Paris, 27 giugno – 3 luglio 2004, Paris 2007, pp. 41-50; “La Vita di Pisenzio di Keft come fonte per l’indagine di alcuni aspetti della realtà socio-culturale dell’Egitto del VII sec.”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “Sacerdozio e società civile nell’Egitto Antico. Bologna 30-31 maggio 2007, Imola 2008, pp. 195-213; (in collaborazione con Alessandro Bausi) “Shenute of Atripe”, in S. Uhlig (ed.), Encyclopaedia Aethiopica, vol. 4, O-W, Wiesbaden 2009, pp. 648-650; "Biblioteca Apostolica Vaticana, Borg. copt. 109, fasc. 14: In Colluthum (Miracula Colluthi)”, in P. Buzi, D.V. Proverbio (eds.), Coptic treasures from the Vatican Library. A selection of Coptic, Copto- Arabic and Ethiopic manuscripts. Papers collected on the occasion of the Tenth International  Congress of Coptic Studies (Rome, September 17th-22nd, 2012), Studi e Testi 472, Città del   Vaticano 2012, pp. 139-150; Stefano Borgia’s Coptic manuscripts collection and the “strange case” of the Borgiano copto fund  in the Vatican Library”, in P. Buzi, D.V. Proverbio (eds.), Coptic treasures from the Vatican Library. A selection of    Coptic, Copto-  Arabic and Ethiopic manuscripts. Papers collected on the occasion  of the Tenth International Congress of Coptic Studies (Rome, September 17th-22nd, 2012), Studi e Testi 472, Città del Vaticano 2012, pp. 21-26; Coptic Manuscripts 7. The Manuscripts of the Staatsbibliothek zu Berlin Preußischer Kulturbesitz. Homiletic and Liturgical Manuscripts from the White Monastery. With two documents from Thebes and two Old Nubian Manuscripts, Verzeichnis der Orientalischen Handschriften in Deutschland XXI.7, Wiesbaden 2014.
Tra le sue pubblicazioni di carattere archeologico (degli ultimi dieci anni): “Ancora sulla necropoli tardo-antica di Karanis: indizi per la determinazione della datazione del definitivo abbandono del sito”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “Il Coccodrillo e il Cobra. Aspetti dell’universo religioso egiziano nel Fayyum e altrove, Bologna 20-21 aprile 2005, Imola 2006, pp. 111-133; “Tra ascetismo e cenobitismo: gli insediamenti monastici fayyumici”, in La pratica della religione nell’antico Egitto. Atti del X Convegno Nazionale di Egittologia e Papirologia (Roma, 1-2 febbraio 2006), «Aegyptus» LXXXV (2005), pp. 279-296; “Monaci e barbari: attività agricolo-pastorali e presenze faunistiche nel Deserto Occidentale e nel Fayyum secondo la Vita di Samuele di Kalamun”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “La terra, gli uomini, gli dèi: il paesaggio agricolo nell’Egitto Antico”, Bologna, 21-22 maggio 2006, Imola 2007, pp. 83-104; Bakchias XV. Rapporto preliminare della Campagna di scavo del novembre 2006”, «REAC» 9 (2007), pp. 21-39 (in collaborazione con Cristian Tassinari); “Nuove considerazioni sul complesso ecclesiastico del kom sud”, «REAC» 9 (2007), pp. 93-103; “Insediamenti cristiani a nord del Birket Qarun (Fayyum): il sito di al-Kan?’is”, «Ocnus» 16 (2008), pp. 107-112; “Bakchias tardo-antica: la chiesa del kom sud” in L’artigianato nell’Egitto antico. Atti dell’XI Convegno nazionale di Egittologia e papirologia, Chianciano 29-31 gennaio 2007, «Aegyptus» LXXXVII (2007), pp. 377-392; “Insediamenti cristiani non monastici nel Fayyum tra letteratura e archeologia: conoscenze acquisite e questioni aperte”, in R. Farioli Campanati, I. Baldini, Atti del Convegno Internazionale: Ideologia e cultura artistica tra Adriatico e Mediterraneo Orientale (IV-X secolo): il ruolo dell’autorità ecclesiastica alla luce di nuovi scavi e ricerche. Dipartimento di Archeologia, Bologna-Ravenna, 26-29 novembre 2007, Bologna 2009, pp. 199-206; “Una seconda chiesa a Bakchias. Nuove proposte interpretative sulla fase tardo-antica e cristiana della kome alla luce dei risultati della Campagna di scavo 2008”, in S. Pernigotti, E. Giorgi, P. Buzi (a cura di), Rapporto preliminare della XVII Campagna di Scavo a Bakchias, Imola 2009, pp. 75-89; (con E. Giorgi), Bakchias. Dall’archeologia alla storia, Bologna 2014.

 
   


Inglese

Since 1 February 2017, Paola Buzi is Full Professor of Egyptology and Coptic Studies.
She graduated from La Sapienza University in 1995 with a thesis on Coptic Language and Literature. In 2002 she obtained a PhD in Egyptology from the same university, with a dissertation entitled “Titles and Authors in the Coptic Literature”. She has worked as a fixed term lecturer (“assegnista di ricerca”) in the Department of Archaeology of Bologna for five years and from January 2010 she works on behalf of the Akademie der Wissenschfaten zu Göttingen at Hamburg University cataloguing the Coptic manuscripts preserved in the German collections. From 1 November 2010 to 31 January 2017 she was Assistant Professor of Egyptology and Coptic Studies at Sapienza University.
She sits on the Board of the International Association of Coptic Studies (IACS) and is a member of both International Associations of Egyptologists and the Academia Ambrosiana.
She combines historical, literary and codicological interests with archaeological activities. She has taken part in several excavation campaigns in Italy and in Egypt. Since 2002 she has been a member of the Archaeological Mission in Bakchias (Fayyum) and co-director of the same mission since 2008. She is also vice-director of the Italo-Egyptian Conservation Mission at the Coptic monastery of Abba Nefer (Manqabad, Asyut). She is scientific collaborator of the Corpus dei Manoscritti Copti Letterati (Rome, Hamburg) and a member of the Italian Institute for Egyptian Culture (IICE).  
Among her most important scientific collaborations the following should be listed: 1) co-Leader of Team 4 (Cataloguing) in the “Comparative Oriental Manuscripts Studies” (COMSt) project, financed by the European Science Foundation; 2) collaboration with the Akademie der Wissenschaften zu Göttingen for the “Katalogisierung der Orientalischen Handschriften in Deutschland” project; 3) collaboration with the Hiob Ludolf Centre and the Centre for the Study of Manuscript Cultures, Hamburg University.
Her publications range from Coptic literature to codicology and from archaeology to the history of Coptic and Egyptological studies.
Publications
Among her publications dedicated to history, literature and codicology (last ten years): Titoli ed autori nella tradizione copta. Studio storico e tipologico. Pisa-Roma 2005;  Manoscritti latini nell’Egitto tardo-antico. Con un censimento completo dei testi letterari e semi letterari (a cura di S. Cives), Imola 2005; Il Cristianesimo copto: Egitto, Etiopia e Nubia. Storia, letteratura e arte, Bologna 2006; Catalogo dei manoscritti copti Borgiani conservati presso la Biblioteca “Vittorio Emanuele II” di Napoli, con un profilo scientifico del cardinale Stefano Borgia e Georg Zoega, Accademia dei Lincei Classe di scienze Morali, Storiche e Filologiche – Memorie, Serie IX, Volume XXV, Fascicolo 1, Roma 2009; “The Life of Maximus and Domitius: Considerations for a Reconstruction of the Cultural Life of Western Lower Egypt in the late Coptic age”, in «Augustinianum» II  (2001), pp. 521-544; “Titles in the Coptic Manuscript Tradition: Complex Structure Titles and Extended Complex Structure Title”, in Coptic Studies on the Threshold of a New Millennium. Proceedings of the Seventh International Congress of Coptic Studies, Leiden, 27 August – 2 September 2004, Orientalia Lovaniensia Analecta 133, 2 voll., Brill, Leuven 2004, I, pp. 309-316; “Produzione e circolazione di testi latini letterari nel Fayyum in età tardo-antica”, in «Fayyum Studies» 1 (2004), pp. 79-86; “L’Egitto cristiano: caratteri linguistici, letterari ed artistici dell’età copta”, in S. Pernigotti (a cura di), L’Egitto Antico, Imola 2004, pp. 219-256; “Egitto copto o Egitto cristiano? Cenni per una corretta definizione dell’età tardo-antica della storia egiziana”, in «Archeogate» 06-03-2006; “Walter Ewing Crum”, in M. Capasso (ed.), Hermae. Scholars and Scholarship in Papyrology, Pisa-Roma 2007, pp. 107-113; “The Borgia Coptic Manuscripts Collection preserved in Naples: a new catalogue”, in Huitième Congres International d’Études Coptes, Paris, 27 giugno – 3 luglio 2004, Paris 2007, pp. 41-50; “La Vita di Pisenzio di Keft come fonte per l’indagine di alcuni aspetti della realtà socio-culturale dell’Egitto del VII sec.”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “Sacerdozio e società civile nell’Egitto Antico. Bologna 30-31 maggio 2007, Imola 2008, pp. 195-213; (in collaborazione con Alessandro Bausi) “Shenute of Atripe”, in S. Uhlig (ed.), Encyclopaedia Aethiopica, vol. 4, O-W, Wiesbaden 2009, pp. 648-650; "Biblioteca Apostolica Vaticana, Borg. copt. 109, fasc. 14: In Colluthum (Miracula Colluthi)”, in P. Buzi, D.V. Proverbio (eds.), Coptic treasures from the Vatican Library. A selection of Coptic, Copto- Arabic and Ethiopic manuscripts. Papers collected on the occasion of the Tenth International  Congress of Coptic Studies (Rome, September 17th-22nd, 2012), Studi e Testi 472, Città del   Vaticano 2012, pp. 139-150; Stefano Borgia’s Coptic manuscripts collection and the “strange case” of the Borgiano copto fund  in the Vatican Library”, in P. Buzi, D.V. Proverbio (eds.), Coptic treasures from the Vatican Library. A selection of    Coptic, Copto-  Arabic and Ethiopic manuscripts. Papers collected on the occasion  of the Tenth International Congress of Coptic Studies (Rome, September 17th-22nd, 2012), Studi e Testi 472, Città del Vaticano 2012, pp. 21-26; Coptic Manuscripts 7. The Manuscripts of the Staatsbibliothek zu Berlin Preußischer Kulturbesitz. Homiletic and Liturgical Manuscripts from the White Monastery. With two documents from Thebes and two Old Nubian Manuscripts, Verzeichnis der Orientalischen Handschriften in Deutschland XXI.7, Wiesbaden 2014.

Among her archaeological publications (last ten years): “Ancora sulla necropoli tardo-antica di Karanis: indizi per la determinazione della datazione del definitivo abbandono del sito”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “Il Coccodrillo e il Cobra. Aspetti dell’universo religioso egiziano nel Fayyum e altrove, Bologna 20-21 aprile 2005, Imola 2006, pp. 111-133; “Tra ascetismo e cenobitismo: gli insediamenti monastici fayyumici”, in La pratica della religione nell’antico Egitto. Atti del X Convegno Nazionale di Egittologia e Papirologia (Roma, 1-2 febbraio 2006), «Aegyptus» LXXXV (2005), pp. 279-296; “Monaci e barbari: attività agricolo-pastorali e presenze faunistiche nel Deserto Occidentale e nel Fayyum secondo la Vita di Samuele di Kalamun”, in S. Pernigotti, M. Zecchi (a cura di), Atti del Colloquio “La terra, gli uomini, gli dèi: il paesaggio agricolo nell’Egitto Antico”, Bologna, 21-22 maggio 2006, Imola 2007, pp. 83-104; Bakchias XV. Rapporto preliminare della Campagna di scavo del novembre 2006”, «REAC» 9 (2007), pp. 21-39 (in collaborazione con Cristian Tassinari); “Nuove considerazioni sul complesso ecclesiastico del kom sud”, «REAC» 9 (2007), pp. 93-103; “Insediamenti cristiani a nord del Birket Qarun (Fayyum): il sito di al-Kan?’is”, «Ocnus» 16 (2008), pp. 107-112; “Bakchias tardo-antica: la chiesa del kom sud” in L’artigianato nell’Egitto antico. Atti dell’XI Convegno nazionale di Egittologia e papirologia, Chianciano 29-31 gennaio 2007, «Aegyptus» LXXXVII (2007), pp. 377-392; “Insediamenti cristiani non monastici nel Fayyum tra letteratura e archeologia: conoscenze acquisite e questioni aperte”, in R. Farioli Campanati, I. Baldini, Atti del Convegno Internazionale: Ideologia e cultura artistica tra Adriatico e Mediterraneo Orientale (IV-X secolo): il ruolo dell’autorità ecclesiastica alla luce di nuovi scavi e ricerche. Dipartimento di Archeologia, Bologna-Ravenna, 26-29 novembre 2007, Bologna 2009, pp. 199-206; “Una seconda chiesa a Bakchias. Nuove proposte interpretative sulla fase tardo-antica e cristiana della kome alla luce dei risultati della Campagna di scavo 2008”, in S. Pernigotti, E. Giorgi, P. Buzi (a cura di), Rapporto preliminare della XVII Campagna di Scavo a Bakchias, Imola 2009, pp. 75-89; (in collaboration with E. Giorgi), Bakchias. Dall'archeologia alla storia, Bologna 2014.


Nessuna pubblicazione disponibile.

Sono presenti 35 dispense. Visualizza

Nessun appello di esame disponibile.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma