Riccardo Capoferro

Associato
L-LIN/10 ( Letteratura inglese )
Studi europei, americani e inter-culturali
Stanza 341, Polo Didattico Marco Polo, terzo piano. Il ricevimento si terrà sia in presenza che on line.
Telefono 06/88378081
Visualizza programmi a.a. 2022-2023  a.a. 2021-2022
Ricevimento

Giovedì, 9.30-11.30, Polo Didattico Marco Polo, stanza 341, anche on line. A causa di impegni concomitanti, l'orario di ricevimento potrebbe subire variazioni: consultare per precauzione la pagina degli avvisi. Per il ricevimento, sia on line che in presenza, è necessario prenotarsi attraverso questo link:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdipdAwpgDteMaDmynZjyP8QS1MqA7o...
 
AVVERTENZE SUL RICEVIMENTO
Vi prego di non chiedermi conferma via email dell'avvenuta prenotazione: la conferma ve la fornisce il sistema stesso. NB: Non posso assegnare a ciascun ricevimento uno slot orario predefinito: ogni studentessa ha esigenze diverse e ogni ricevimento ha, di conseguenza, una diversa durata.
 

 

INVITO ALL'USO RAZIONALE DELL'EMAIL

Gentili studentesse, gentili studenti, prima di chiedere a noi docenti informazioni di natura didattica e amministrativa (per es. sugli appelli straordinari), vi raccomando di cercare risposte sulle pagine della Facoltà, del Corso di Laurea e della Segreteria, e sulle nostre stesse pagine istituzionali. Vi raccomando anche di non chiedere deroghe ai regolamenti di Ateneo (c'è ancora – incredibilmente – chi scrive per sostenere l'esame on line perché è in Erasmus, ha impegni lavorativi o risiede all'estero). E se attraverso i social venite in possesso di informazioni incerte o problematiche, fate un'opportuna verifica sulle pagine ufficiali prima di scriverci sull'onda dell'emotività. Il grosso volume di email inutili aumenta infatti la probabilità di perdere le email utili: crea un caos di richieste superflue o irrricevibili che va a vostro stesso discapito. I canali digitali – all'università come in qualunque contesto istituzionale – dovrebbero essere usati in modo razionale: non solo per risparmiare energia elettrica e ridurre l'inquinamento, anche per evitare di intasarli e di minarne l'efficienza.  
 

Prenotazione ricevimento on line e in presenza
Mer 04 Mag 2022 Mer 31 Mag 2023

Per il ricevimento, sia on line che in presenza, è necessario prenotarsi attraverso questo link:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdipdAwpgDteMaDmynZjyP8QS1MqA7o_z9GWuj4Qcxa-oc2Pg/viewform?usp=pp_url

Italiano

Riccardo Capoferro (Ph.D., M.A., Rutgers) ha lavorato a lungo sulla cultura del lungo Settecento. Ha pubblicato, sia in Italia che all'estero, molti articoli e monografie sulle origini del romanzo moderno – in particolare su autori come Behn, Aubin, Defoe, Swift, Richardson, Fielding e Austen – e del modo narrativo che chiamiamo “fantastico”, in una prospettiva che combina storia intellettuale, storia sociale e analisi dei meccanismi del racconto. Altro suo principale interesse di ricerca è l’opera di Joseph Conrad e il suo impatto: ha pubblicato – su riviste come "Conradiana" e "L'Époque conradienne" – articoli sulla ricezione e le riscritture di "Heart of Darkness", oltre a interpretazioni di altre importanti opere conradiane come "The Shadow-Line" e "A Personal Record". Ha inoltre studiato i legami tra l’opera di vari autori del Novecento italiano e la cultura britannica, con saggi su Primo Levi, Gianni Celati, Italo Calvino e Hugo Pratt. Sta preparando una monografia su "Lord Jim" e uno studio inter-mediale sul “mito” di "Heart of Darkness" nella cultura del XX e del XXI secolo, che attraversa gli studi postcoloniali, i media studies, i memory studies, e i graphic narrative studies. Da sempre interessato a questioni metodologiche, si è occupato di teoria del romanzo, della possibilità di storicizzare i meccanismi narrativi, e dei problemi teorici posti dalla contestualizzazione dei testi letterari. È membro del comitato direttivo di "Status Quaestionis" e dei comitati scientifici di "Enthymema" e di "Fictions. Studi sulla narratività".


Inglese

Riccardo Capoferro (Ph.D., Rutgers) has published books and articles on eighteenth-century fiction, in particular on the novel and on what we now call the fantastic. Focusing on authors such as Behn, Aubin, Defoe, Swift, Richardson, and Austen, he has looked, in particular, at the relation between cultural and formal changes, from the combined viewpoints of social history, intellectual history and narrative analysis. He has also worked on Joseph Conrad’s oeuvre and its long-term impact: he has published many articles on the afterlives and the reception of "Heart of Darkness", as well as interpretations of "The Shadow-Line" and "A Personal Record". In a comparative perspective, he has investigated the influence of British literature on key twentieth-century Italian authors such as Primo Levi, Gianni Celati, Italo Calvino, and Hugo Pratt. He is currently preparing a monograph on "Lord Jim" and a study on the afterlives of "Heart of Darkness" across media and cultures. He is interested in the theory of the novel, narratology, theories of interpretation, and in all questions of method.


Nessuna pubblicazione disponibile.

Sono presenti 28 dispense. Visualizza

Nessun appello di esame disponibile.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma