silvano peloso

Emeriti
- ( )
Dipartimento non specificato
Ricevimento

Nessun avviso presente.

Italiano

Professore ordinario di Lusitanistica e Brasilianistica presso la Sapienza Università di Roma, già docente delle Università di Pavia e Viterbo, ha pubblicato in volume: "Medioevo nel sertão" (Napoli 1984); "Amazzonia, mito e letteratura del mondo perduto" (Roma 1988); "La voce e il tempo" (Viterbo 1992); "O canto e a memoria" (São Paulo 1996); "Al di là delle Colonne d'Ercole. Madeira e gli arcipelaghi atlantici nelle cronache italiane di viaggio dell'Età delle Scoperte" (Viterbo 2004); "Antonio Vieira e l’impero universale: la 'Clavis Prophetarum' e i documenti inquisitoriali" (Viterbo 2005, trad. brasiliana, Casa Doze, Rio de Janeiro 2007). Ha curato inoltre l'edizione di "Buriti" di Guimarães Rosa (Milano 1985) e delle "Pagine esoteriche" di Fernando Pessoa (Milano 1997, con riedizioni successive). Attualmente è titolare e responsabile della Cattedra P. Antonio Vieira, nata nel 2004 da un accordo di collaborazione internazionale fra La Sapienza e l'Instituto Camões di Lisbona. Dal 2005 al 2007 è stato presidente del Forum Intercontinental-Centro de Estudos sobre a Sociedade Contemporânea, con sede nell'isola di Madeira; dal novembre 2008 è fra i fondatori della "Rede Internacional de Estudos Padre Antonio Vieira" (REIPAV), che comprende, oltre alla Sapienza, università portoghesi e brasiliane. Nel dicembre 2009, completando un lungo itinerario di ricerca, ha riportato alla luce, dopo più di trecento anni, la "Clavis Prophetarum" di Antonio Vieira (CISCAV/Sette Città, Roma-Viterbo 2009, II edizione giugno 2011). Dal dicembre 2010, è Presidente della Associazione Italiana di Studi Portoghesi e Brasiliani (AISPEB). Nell'ottobre 2012 è stato insignito dal Presidente della Repubblica Portoghese, per meriti culturali e scientifici, del titolo di Grande Ufficiale dell'Ordem do Infante D. Henrique e il 5 dicembre dello stesso anno l'Universidade do Estado do Rio de Janeiro gli ha concesso, per la sua attività di ricerca, il titolo di Dottore Honoris Causa.


Inglese

Peloso Silvano – Full Professor of Lusitanistic and Brazilian studies at the Department of European and Intercultural Studies, Sapienza, University of Rome. He has previously held the post of Professor at the Universities of Pavia and Viterbo, and has published studies and essays on: literature in sixteenth and seventeenth centuries (Gil Vicente, Camões, Vieira), travel litterature, popular traditions, and Portuguese and Brazilian literary production in the twentieth century. His publications include: “Medioevo nel Sertão” (Naples 1984); “Amazzonia, mito e letteratura del mondo perduto” (Rome 1988); “La voce e il tempo” (Viterbo 1992); “O canto e a memoria” (São Paulo 1996); “Al di là delle colonne d‘Ercole. Madera e gli arcipelaghi atlantici nelle cronache italiane di viaggio dell‘Età delle Scoperte” (Viterbo 2004); “Antonio Vieira e l‘impero universale. La ‘Clavis Prophetarum‘ e i documenti inquisitoriali” (Viterbo 2005, brazilian translation, Rio de Janeiro 2007); La "Clavis Prophetarum" di Antonio Vieira (Storia, documentazione e ricostruzione del testo sulla base del ms. 706 della Biblioteca Casanatense di Roma (Roma-Viterbo 2009). He published an edition of “Buriti” of Guimarães Rosa (Milan 1985) and the “Pagine esoteriche” of Fernando Pessoa (Milan 1997, with following reprints). In Portugal he contributed to the “História do Pensamento Filosófico Português (Lisbon vol. 6) and is currently a tenured professor and is also responsible for the chair P. Antonio Vieira, a post originating in 2004 from an international agreement and collaboration between La Sapienza and the Camões Institute of Lisbon. In 2005-2006 he was president of the International Forum, Center of Studies and Documentation regarding Europe and the Atlantic West, based on Madera Island; and from November 2008 is one of the charter members of the “Rede Internacional de Estudos Padre Antonio Vieira” (REIPAV) that includes, besides the Sapienza, the Universidade de Lisboa, the Universidade Católica Portuguesa, the Universidade do Estado do Rio de Janeiro (UERJ), the Universidade de São Paulo, the Universidade do Pará and the Universidade da Amazônia. In december 2009, going through a long research path, he revealed, after more than three undred years, the "Clavis Prophetarum" of Antonio Vieira (History, documentation and recostruction of the text on the basis of the manuscript 706 belonging to the Biblioteca Casanatense of Rome, CISCAV/Sette Città, Rome-Viterbo 2009, pp.1-546). Recipient of the medal Oskar Nobiling for his studies about Antonio Vieira from the Academia Brasileira de Filologia, he is actually corresponding member of the same Academy and, from december 2010, President of the Italian Association of Portugueses and Brazilian Studies (AISPEB.)


Nessuna pubblicazione disponibile.

Nessuna dispensa disponibile.

Nessun appello di esame disponibile.