Sonia Bellavia

Ricercatore
L-ART/05 ( Discipline dello spettacolo )
Lettere e Culture Moderne
Dipartimento di Lettere e Culture Moderne, III piano sede centrale, studio 4
Telefono 04-4991-3565
Visualizza programmi a.a. 2018-2019  a.a. 2017-2018
Ricevimento

La prof.ssa Sonia Bellavia riceve gli studenti il Mercoled&, dalle ore 11.00 alle ore 13.00, presso lo studio 4, III piano della Facoltà di Lettere e Filosofia (Dipartimento di Lettere e Culture Moderne)

LABORATORIO TEATRALE (TEATRO COME STRUMENTO DIDATTICO)
lun 01 Apr 2019 Dom 05 Mag 2019

 

 

 

 

 

 

Laboratorio Altre Attività Formative (LMS)

Il teatro come strumento didattico

2cfu

“Il buon insegnamento è per un quarto preparazione e per tre quarti teatro” (Galileo Galilei)

 

Descrizione: Da anni il teatro è al centro di una pratica sociale interessata a farne uno strumento didattico più che un soggetto artistico. In diversi paesi europei insegnare attraverso il teatro rientra ormai in una modalità assimilata anche dalle istituzioni e non è più solamente la scelta ‘creativa’ di un singolo docente. Si è visto che il teatro è utile per veicolare contenuti non solo nell’ambito di materie umanistiche, ma anche scientifiche. Attraverso l’embodiment e la possibilità per lo studente di sperimentare attraverso la propria voce e il proprio corpo l’argomento trattato, trasformando l’apprendimento da passivo in performativo. Il lavoro che il laboratorio propone parte da una domanda: “si può utilizzare il teatro come strumento didattico?”. A tale questione cercheremo di rispondere praticamente nel contesto della didattica delle lingue, ma anche in quello più ampio del CLIL (Content and Language Integrated Learning) e del Process Drama. Lo studente potrà sperimentare in prima persona attraverso esercizi pratici l’efficacia delle principali tecniche didattiche usate in questo contesto (simulazione, role play, role taking, role making, drammatizzazione etc.). Al termine del laboratorio ogni partecipante dovrà creare una propria lezione, inserita in un contesto specifico del teatro sociale, che dovrà poi tenere al resto del gruppo.

Una dispensa a cura del docente sarà consegnata all’inizio del laboratorio.

Obiettivi didattici:

1) conoscenza generale sulla storia del teatro sociale e dell’Applied Theatre; 2) competenza specifica sul teatro come strumento didattico a scuola: glottodidattica, CLIL e process drama; 3) preparazione di un’unità didattica da inserire in un contesto specifico del teatro sociale.

Docente: dott.ssa Paola Iacobone iacobone.pa@gmail.com

La partecipazione è limitata a 15 studenti, previa iscrizione scrivendo a sonia.bellavia@uniroma1.it e marta.marchetti@uniroma1.it indicando: CDL, anno di corso, media esami sostenuti.

Riferimenti bibliografici:

F. FONIO, La pratica teatrale come strumento per l’apprendimento dell’italiano lingua straniera: un tentativo di bilancio e nuove prospettive, in «Pratiques et enjeux de la didactique des langues aujourd’hui», Ana Isabel RIBERA RUIZ DE VERGARA (éd.), Collection linguistique Épilogos, 4, Rouen, Publications Électroniques de l’ERIAC, pp. 21-38

P. IACOBONE, Il teatro che nutre. Le origini e la drammaturgia del teatro sociale e applicato, in Scritti per Mara, «Studi (e testi) italiani», Bulzoni, 2018

M. MAGNANI, L’insegnamento veicolare delle lingue e il CLIL: una nuova frontiera per la glottodidattica in www.glottodidattica.net, a cura di Patrizia Mazzotta e Giorgio Cardona dell’Università di Bari, 1/2007

M. MAGNANI, Il teatro nella glottodidattica: un’esperienza tra teoria e prassi in «Linguæ & - Rivista di lingue e culture moderne», http://www.ledonline.it/linguae/, 2/2002

L. MARTUCCI, CLIL, Cooperative Learning e Teatro come metodologie attive per l’apprendimento delle lingue straniere in «Formazione & Insegnamento», XIII – 2 – 2015

A. PONTREMOLI, Elementi di teatro educativo, sociale e di comunità, Torino, UTET, 2015

J. THOMPSON e R. SCHECHNER, Why "Social Theatre"? in «The Drama Review», 48, 3 Fall 2004, pp. 11-16

 

Calendario didattico: 48 ore suddivise in 19 incontri dal 7 maggio al 27 giugno 2019

  1. Martedì 7 maggio Aula di Archeologia         09:00 > 11:00 (2h)
  2. Giovedì 9 maggio Aula CARTOTECA  11:00 > 13:00 (2h)
  3. Martedì 14 maggio Aula di Archeologia 09:00 > 11:00 (2h)
  4. Giovedì 16 maggio Aula CARTOTECA           11:00 > 13:00 (2h)
  5. Martedì 21 maggio Aula di Archeologia 09:00 > 11:00 (2h)
  6. Giovedì 23 maggio Aula CARTOTECA           11:00 > 13:00 (2h) 
  7. Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)
  8. Martedì 28 maggio Aula di Archeologia 09:00 > 10:00 (1h) 
  9. Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)
  10. Giovedì 30 maggio Aula CARTOTECA           11:00 > 13:00 (2h) 
  11. Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)
  12. Martedì 4 giugno Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)
  13. Giovedì 6 giugno Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)
  14. Martedì 11 giugno Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)
  15. Giovedì 13 giugno Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)
  16. Martedì 18 giugno Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)
  17. Giovedì 20 giugno Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)
  18. Martedì 25 giugno Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)
  19. Giovedì 27 giugno Aula 2 (Studi Europei) 15:00 > 18:00 (3h)

 

 

 

Modifica orario di ricevimento
Mar 12 Mar 2019 lun 12 Ago 2019

MODIFICA ORARIO DI RICEVIMENTO

Si rende noto agli studente che dal mese di marzo, la prof.ssa Bellavia riceverà il giovedì dalle 15 alle 17 (non più il mercoledì dalle 11 alle 13), sempre nello studio 4.

ORARIO MODULI II SEMESTRE
Sab 16 Feb 2019 Dom 16 Giu 2019

I CORSI TENUTI DALLA PROF. BELLAVIA NEL II SEMESTRE SI SVOLGERANNO SECONDO IL SEGUENTE CALENDARIO:

Laurea Triennale: IL LAVORO DELL'ATTORE, LUNEDI' 11-13 E GIOVEDì 13-15. Le lezioni avranno luogo nell'aula laboratorio di Musica, IV piano della Facoltà di Lettere e Filosofia.

IL CORSO AVRA' INIZIO LUNEDI' 4 MARZO

Laurea Magistrale: TEATRO E SPETTACOLO IN EUROPA, GIOVEDI' E VENERDI', 11-13. Le lezioni avranno luogo nell'aula di musica Pirrotta, IV piano della Facoltà di Lettere e Filosofia.

IL CORSO AVRA' INIZIO VENERDI' 8 MARZO

 

Esame Teatro e Spettacolo Moderno e Contemporaneo I AA 2018-2019
lun 26 Nov 2018 Mar 26 Nov 2019

Si avvisano gli studenti che intendono sostenere l'esame di Storia del Teatro Moderno e Contemporaneo I, che il testo d'esame: Quattro Dialoghi in Materia di Rappresentazioni Sceniche di Leone de' Sommi è reperebile in fotocopie presso il Centro Stampa Mirafiori (Piano Interrato della Facoltà di Lettere e Filosofia).

Italiano

Diplomata scenografa all’Accademia di Belle Arti di Roma, dopo una breve esperienza professionale nel 1994 si laurea con lode presso l’Università di Roma “Sapienza”, discutendo una tesi in Storia del Teatro e dello Spettacolo. Nel 1999 Consegue il titolo di Dottore di Ricerca in Storia del Teatro Moderno e Contemporaneo presso l’Università degli Studi di Salerno (tutore, prof. Claudio Vicentini) e l’anno successivo vince una borsa di studio ÖAD (per il tramite del Ministero degli Affari Esteri) come ricercatore ospite presso la Universität-Wien, dove resta per nove mesi, perfezionando le sue conoscenze circa i rapporti fra il teatro italiano e il teatro di lingua tedesca, già oggetto della sua tesi di dottorato.
Al rientro da Vienna inizia la collaborazione come Docente a Contratto per il settore L-ART/05 con l’Università di Roma “Sapienza” e l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” , tenendo corsi corsi sia per gli studenti della lauree triennali, sia per quelli delle  lauree magistrali e seguendo come relatore le tesi di laurea.
Nel 2007 viene assunta come Ricercatore in Storia del Teatro Moderno e Contemporaneo presso l’Università di Roma “Sapienza”, dove dal 2010 è ricercatore confermato.
Nel 2014 consegue l'abilitazione a Professore di II Fascia per il SSD L-ART/05 Nel contempo, la sua attività scientifica si va incentrando sempre più sullo studio della recitazione  in Europa nei secoli XVIII e XIX, con particolare attenzione all’ambito tedesco.
Tra le sue monografie:
Vienna e la Duse (1892-1909), Edizioni Di Pagina (collana Visioni Teatrali) , Bari 2018 La Voce del Gesto. Le tournée shakespeariane di Ernesto Rossi sulla scena tedesca (Bulzoni, 2000), L’Ombra di Lear.
Il Re Lear di Shakespeare e il teatro italiano (Bulzoni, 2004),
La lezione di Friedrich Ludwig Schröder. Lo sviluppo della recitazione realistica nella Germania del secondo Settecento (Bonanno, 2010).

Tra i saggi e gli articoli:
Die Kunst des Übergangs. Eleonora Duse (Springer Verlag 2003)
Il Vento da Nord. Il teatro di Ibsen a Vienna, dalle prime messinscene alla morte dell’autore (in: Il Castello di Elsinore, Carocci 2006)
L’attore e il personaggio nella recitazione tedesca, dal realismo di Schröder all’Impressionismo di Kainz   (in: Il Castello di Elsinore, edizioni di pagina 2008)
Dalla rappresentazione all’espressione. Il contributo tedesco allo sviluppo della recitazione nel Settecento (in Studi (e testi) italiani, Bulzoni 2009)
Laube et Dingelstedt au Burgtheater de Vienne (in La fabrique du théâtre. Avant la mise en scène (1650-1880), Desjonquères 2010)
Friedrich Ludwig Schröder’s Vorschriften über die Schauspielkunst  (Acting Archives Essays, rivista on-line 2011)


Inglese

In 1987 Sonia Bellavia graduates in stage decoration at the Academy of Fine Arts in Rome and in 1994 she obtains the University Degree (magna cum laude) at the University of Rome “La Sapienza” in Theatre History. In 1999 obtains the PHD in History of Modern and Contemporary Theatre at the University of Salerno (tutor: Prof. Claudio Vicentini) and one year later she earns an OeAD scholarship of nine months and moves to Vienna (Universitaet Wien). From 2001 until 2007 Sonia Bellavia works as teacher for the subject of Theater History at the university of Rome “Sapienza” and university of  “Studi Orientali” in Naples. In 2007 she wins the national competition for the employement at the università of Rome “Sapienza” as researcher in History of Modern and Contemporary Theatre. Three years later her position was confirmed.
 


Nessuna pubblicazione disponibile.

Nessuna dispensa disponibile.

Nessun appello di esame disponibile.