Stefano Bancalari

Associato
M-FIL/03 ( Filosofia morale )
Filosofia
215
Visualizza programmi a.a. 2022-2023  a.a. 2021-2022
Ricevimento

Il ricevimento ha luogo per appuntamento.

CORSO PRIMO SEMESTRE
Mer 14 Set 2022 Gio 15 Dic 2022

Il corso del primo semestre (Il paradosso del dono nel paradigma fenomenologico) comincerà martedì 27 settembre p.v.

Le lezioni si svolgeranno in aula X con il seguente orario:

Martedì 15.30-18.30

Mercoledì 12.30-14.30

Giovedì 16.30-18.30

E' possibile iscriversi su classroom con il seguente codice: q6u5umf

 

CORSO TRIENNALE SECONDO SEMESTRE
Mer 07 Set 2022 lun 12 Dic 2022

Essendomi stato segnalato ripetutamente un problema di visualizzazione del programma del corso di filosofia della religione triennale del secondo semestre, pubblico provvisoriamente qui i contenuti essenziali:

 

Fenomenologia, teologia, filosofia della religione: a partire da Heidegger

La fenomenologia (filosofica) della religione nasce dall’incontro fecondo tra filosofia della religione e metodo fenomenologico. La conferenza heideggeriana del 1927 su Fenomenologia e teologia ne rappresenta un momento decisivo nella costruzione di questo nuovo quadro teorico. In particolare, la determinazione del rapporto tra metodo fenomenologico e questione teologica sulla base della differenza ontologica riformula in modo del tutto originale la vexata quaestio della subordinazione versus autonomia reciproca tra fede e sapere. Il corso si propone di esaminare la portata, le implicazioni e le difficoltà del modello teorico heideggeriano, anche alla luce della diversa recezione di esso (produttiva o radicalmente critica) da parte di Rudolf Bultmann, Karl Löwith e Hans Jonas.

TESTI

M. Heidegger, Fenomenologia e teologia, in Id., Segnavia, Milano, Adelphi, pp. 5-34.

K. Löwith, Ontologia fenomenologica e teologia protestante, in Id., Ontologia fenomenologica e teologia protestante, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2001, pp. 111-151.

R. Bultmann, Nuovo Testamento e mitologia. Il problema della demitizzazione del messaggio neotestamentario, in Id., Nuovo Testamento e mitologia, Brescia, Queriniana, 2018, pp. 101-174.

H. Jonas, Heidegger e la teologia, Milano, Medusa, 2004.

A. Fabris (a cura di), Heidegger. Una guida, Carocci, in corso di pubblicazione, 3 capitoli (che saranno specificati durante il corso).

 

 

 

 

 

 

RISULTATI ESONERO 5 SETTEMBRE
lun 05 Set 2022 Mar 06 Dic 2022

Nella sezione "dispense" ho pubblicato i risultati dell'esonero scritto del 5 settembre.

Italiano

Stefano Bancalari è professore associato presso il Dipartimento di Filosofia della Sapienza Università di Roma, dove insegna Filosofia della religione. È membro del Collegio dei docenti del Dottorato in Filosofia (dal 2014) e professore invitato presso la Pontificia Università Gregoriana (dal 2013). Dal 2016 è direttore dell’«Archivio di filosofia».
È membro del Comitato scientifico della rivista «Paradoxa» e della rivista «Dialegesthai».
Collabora regolarmente con la «Theologische Literaturzeitung».
È vicepresidente della Società Internazionale di Fenomenologia della religione. È tra i membri fondatori dell’International Network for Philosophy of Religion. 
È membro del Wissenschaftlicher Beirat della Internationale Rosenzweig Gesellschaft.
È vicepresidente del Direttivo della sezione romana della Società Filosofica Italiana, membro del Comitato esecutivo della Consulta italiana di Filosofia, membro dell’Associazione Italiana di Filosofia della Religione e membro della Società Italiana di Filosofia Morale.
Collabora regolarmente con i seguenti istituti: Istituto di Studi Filosofici “Enrico Castelli”; in qualità di segretario contribuisce, dal 2006, all’organizzazione scientifica dei Colloqui internazionali biennali di filosofia della religione; Fondazione internazionale Nova Spes(membro del Comitato dei Garanti); Institut Catholique di Parigi.
Ha tenuto conferenze e seminari presso: Theologische Hochschule (Vallendar, Germania); Université Catholique de Louvain; Centre culturel international de Cerisy-la-Salle, presso il quale ha organizzato il convegno internazionale Jean Greisch: raison phénoménologique et raison herméneutique; Universidad de San Buenaventura (Bogotà); Collège des études juives et de philosophie contemporaine de l’Université Paris IV-Sorbonne ; Bibliothèque Nationale de France (Paris).
La sua ricerca verte prevalentemente sulla fenomenologia contemporanea, con particolare attenzione al suo statuto epistemologico e al modo in cui i suoi concetti e snodi problematici fondamentali (fenomeno, epochè, intersoggettività, trascendenza, mondo della vita) consentono una rielaborazione di temi classici della filosofia della religione.
Si è occupato di Husserl, Heidegger, Scheler, Fink, Levinas.
Ha curato l’edizione italiana delle opere filosofico-religiose di Rudolf Otto.
Ha recentemente pubblicato un lavoro sistematico dal titolo Logica dell’epochè. Per un’introduzione alla fenomenologia della religione(ETS, Pisa 2015).
È attualmente impegnato nell’edizione di un volume della Kritische Gesamtausgabe delle opere di Hans Jonas.


Inglese

 
 
 


E' presente 1 pubblicazione. Visualizza

Sono presenti 3 dispense. Visualizza

Appelli anno accademico 2021/2022: 24 gennaio; 11 febbraio; 25 febbraio; 29 aprile; 10 giugno; 8 luglio; 22 luglio; 9 settembre; 23 settembre; 11 novembre; 20 gennaio

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma