Tommaso Pomilio

Associato
L-FIL-LET/11 ( Letteratura italiana contemporanea )
Lettere e Culture Moderne
Sez. di Italianistica (piano III Fac. Lettere e filosofia), studio 2
Telefono 06.49913578
Visualizza programmi a.a. 2021-2022  a.a. 2020-2021
Ricevimento

il ricevimento ha luogo telematicamente via Meet, previo appuntamento; oppure in presenza, il mercoledì, dalle ore 15.30, presso lo studio 2 della sez. Italianistica del Dipartimento di Lettere e Culture Moderne (Facoltà di Lettere, IV piano), sempre previo appuntamento.

Nessun avviso presente.

Italiano

Tommaso Pomilio (1958), contemporaneista, è autore di numerosi studi, pubblicati in periodici e opere collettive, relativa alla tradizione del nuovo nella letteratura italiana: dall’eccezione umoristica, alla Scapigliatura, ai post-novissimi, alla linea del Modernismo, agli sperimentalismi, fino alle post-avanguardie, con “sinestetica” attenzione agli sconfinamenti (o “espansioni”) dall’uno all’altro dei compartimenti dell’espressività artistica, e alle conseguenti mutazioni delle arti della parola. Fra le sue monografie, Asimmetrie del due. Di alcuni motivi scapigliati (Manni 2002), Cinema come poesia. Capitoli sui bordi di un’immagine (Zona 2010), Dentro il quadrante. Forme di visione nel tempo del Neorealismo (Bulzoni 2012). Diverse anche le curatele (opere, raccolte di saggi, numeri di rivista). Parte considerevole della sua produzione saggistica e critico-militante (nonché creativa) è stata condotta in identità pseudonimica (Tommaso Ottonieri): da citare, quanto meno l’opus saggistico La Plastica della Lingua. Stili in fuga lungo una età postrema (Bollati Boringhieri 2000). È direttore responsabile della rivista «L’illuminista», fondata da Walter Pedullà, di proprietà della Sapienza (Dipartimento di Lettere e Culture Moderne).
 


Inglese
Curriculum non presente

Nessuna pubblicazione disponibile.

Sono presenti 24 dispense. Visualizza

Nessun appello di esame disponibile.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma