Umberto Longo

Ordinario
M-STO/01 ( Storia medievale )
Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo
Dipartimento di Storia, culture, religioni, Stanza 20/3 Sez. medievale
Telefono 0649913836
Visualizza programmi a.a. 2021-2022  a.a. 2020-2021
Ricevimento

ricevimento studenti in presenza U. Longo 21.09.2021 ore 15.00 - 16.00 (presso lo studio del docente)
 
Gentili studenti, in questa fase il ricevimento si svolge per via telematica. 
 

link per lezione a distanza Storia medievale Longo 29 settembre ore 13.00
Mar 28 Set 2021 Gio 28 Ott 2021

Per coloro che per comprovati motivi non possono parteciapre alla lezione in presenza mercoledì 29 settembre 2021 ore 13.00-15.00 il link è: https://meet.google.com/crm-cogw-jcr

Modulo LM 84 Storia medievale Umberto Longo aula e orari lezioni I semestre
lun 20 Set 2021 Dom 20 Mar 2022

Il corso di Storia medievale laurea magistrale di Umberto Longo avrà inzio mercoledì 29 settembre 2021 ore 13.00 presso Aula A sez. medievale 

I semestre

Aula A - Saras (ex Dip. di Storia Medievale)

martedì dalle 15:00 alle 17:00

mercoledì dalle 13:00 alle 15:00

giovedì dalle 15:00 alle 17:00

Programma testi per esame Storia medievale LM 6 cfu e 12 cfu U. Longo 2020-2021
Mer 09 Giu 2021 Ven 09 Giu 2023

Programma Studenti Frequentanti 

Storia medievale magistrale 6 cfu 2020-2021 Umberto Longo

Il programma per gli studenti frequentanti si basa su quanto detto a lezione e si integra con i seguenti saggi:

  • 1 U. Longo, “Tra un manifesto e lo specchio”.  Piccola storia del medievalismo tra diaframmi, maniere e pretesti, in Bullettino dell’Istituto storico italiano per il medioevo, 122 (2020), pp. 383-406
  • 2 C.A. Bruzelius, Il gotico nell'architettura universitaria, in Arti e storia nel medioevo - vol. IV - Il Medioevo al passato e al presente, Torino Einaudi (Collana: Grandi Opere - Serie: Arti e storia nel Medioevo), 2004, pp. 483-490.
  • 3 U. Longo, La sognante ricerca dei Preraffaelliti, in C’era una volta il medioevo. Sognato, immaginato, rappresentato, Festival del Medioevo 2020, Gubbio, pp. 49-68
  • 4 T. Di Carpegna, Cinque altri modi di sognare il medioevo. Addenda a un testo celebre, in BISIME 122 (2020), pp. 407-433

I testi degli articoli sono disponibili su classroom.

Approfondimento:

Medioevo contemporaneo presso l’Istituto storico italiano per il medioevo:

https://youtu.be/A6XxMDAkMZc

 

Programma Studenti Non Frequentanti

Storia medievale magistrale 6 cfu 2020-2021 

Umberto Longo

-       T. di Carpegna, Medioevo militante, Torino Einaudi 2011

-       R. Bordone, Lo specchio di Shalott. L'invenzione del Medioevo nella cultura dell'Ottocento, Napoli Liguori 1993

-       U. Longo, “Tra un manifesto e lo specchio”.  Piccola storia del medievalismo tra diaframmi, maniere e pretesti, in BISIME 122 (2020), pp. 383-406

-       T. Di Carpegna, Cinque altri modi di sognare il medioevo. Addenda a un testo celebre, in BISIME 122 (2020), pp. 407-433

Approfondimento:

Medioevo contemporaneo presso l’Istituto storico italiano per il medioevo:

https://youtu.be/A6XxMDAkMZc

 

Programma Studenti Frequentanti 

Storia medievale magistrale 12 cfu 2020-2021 Umberto Longo

Oltre al programma indicato per i primi 6 cfu gli studenti che sosten da frequentanti 12 cfu portano estratti da:

-       Vita di Antonio 

-       Vita di Benedetto

-       Vita di Romualdo

Gli estratti delle Vite sono disponibili su classroom

Gli studenti possono preparare per l’esame un elaborato scritto su un tema a loro scelta da comunicare al docente.

In alternativa all’elaborato scritto quanto detto a lezione si integra con:

-       1 U. Longo Panorama storiografico, in Id. La santità medievale, Roma Jouvence 2006, pp. 24-49

-       2 U. Longo, La dimensione spaziale della santità come fattore di istituzionalizzazione, in Spazio e mobilità nella "Societas Christiana(secoli X-XIII). Atti del Convegno Internazionale, Brescia, 17-19 settembre 2015, a cura di Giancarlo Andenna, Nicolangelo D'Acunto, Elisabetta Filippini, Milano Vita e Pensiero 2017, (Settimane internazionali della Mendola. Nuova Serie, 5), pp. 65-90

-     3 U. Longo, L’abito e il corpo dei religiosi nelle fonti agiografiche. Il mantello come simbolo di identità, in Przegl?d Historyczny, 100 (3/2009), pp. 475-494

I testi sono disponibili su classroom

 

Programma Studenti Non Frequentanti

Storia medievale magistrale 12 cfu 2020-2021 Umberto Longo

-       G. Sergi, L’idea di medioevo. Fra storia e senso comune, Roma Donzelli 1998

-       T. di Carpegna, Medioevo militante, Torino Einaudi 2011

-       R. Bordone, Lo specchio di Shalott. L'invenzione del Medioevo nella cultura dell'Ottocento, Napoli Liguori 1993

-       U. Longo, “Tra un manifesto e lo specchio”.  Piccola storia del medievalismo tra diaframmi, maniere e pretesti, in BISIME 122 (2020), pp. 383-406

-       T. di Carpegna Falconieri, Medievalismi: il posto dell’Italia, in Medievalismi italiani (secoli XIX-XXI), cur. T. di Carpegna Falconieri - R. Facchini, Roma 2018 (Chiaroscuro. Ricerche di storia e storia dell’arte, 2), pp. 9-28

-       T. Di Carpegna, Cinque altri modi di sognare il medioevo. Addenda a un testo celebre, in BISIME 122 (2020), pp. 407-43

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

inizio lezioni Storia medievale II semestre Laurea Magistrale Umberto Longo 9 marzo 2021 ore 15.00
Mar 02 Mar 2021 Mar 02 Nov 2021

L'inizio delle lezioni  del modulo di Storia medievale II semestre Laurea Magistrale di Umberto Longo è martedì 9 marzo 2021 ore 15.00.Aula A storia medievale Dip. SARAS III piano. Gli studenti possono prenotarsi tramite la piattaforma Prodigit. Il link per coloro che si collegheranno a distanzahttps://meet.google.com/vmx-odgw-mck

Orari delle lezioni:

martedì ore 15.00-17.00 aula A storia medievale Dip. SARAS III piano

mercoledì ore 15.00-17.00 aula A storia medievale Dip. SARAS III piano

giovedì ore 15.00-17.00 aula A storia medievale Dip. SARAS III piano

Programma Medioevo antinomico 6 e 12 cfu ,Umberto Longo a.a. 2019-2020
Mer 11 Dic 2019 Sab 11 Dic 2021

Testi Modulo Medioevo antinomico. Umberto Longo a.a. 2019-2020

Studenti non frequentanti, 6 cfu:

-       P. Delogu, Introduzione alla storia medioevale, Bologna Il Mulino 1994, pp. 7-64

-       G. Sergi, L’idea di medioevo. Fra storia e senso comune, Roma Donzelli 1998

-       T. di Carpegna, Medioevo militante, Torino Einaudi 2011

-       R. Bordone, Il medioevo nell'immaginario dell'Ottocento italiano, in Studi medievali e immagine del medioevo fra Ottocento e Novecento, ?(= Bullettino dell'Istituto storico italiano per il Medioevo, 100 (1997), pp. 109-149 

 

Studenti frequentanti, 6 cfu:

-       P. Delogu, Introduzione alla storia medioevale, Bologna Il Mulino 1994, pp. 7-48 [vd. materiale didattico: 1Medioevo antinomico_Freq.Delogu1;  1Medioevo antinomico_Freq.Delogu2]

-       E. Castelnuovo, Il fantasma della cattedrale, in Il medioevo al passato e al presente, (Arti e storia nel Medioevo, a cura di E. Castelnuovo e G. Sergi , 4), pp. 3-29  [vd. materiale didattico: 1Medioevo antinomico_Freq.Bruzelius Castelnuovo]

-       C. Bruzelius, Il gotico nell'architettura universitaria, in Il medioevo al passato e al presente, (Arti e storia nel Medioevo, a cura di E. Castelnuovo e G. Sergi , 4), pp.pp. 483-491[vd. materiale didattico: 1Medioevo antinomico_Freq.Bruzelius Castelnuovo]

-       Fonti e pdf caricati nella sezione materiale didattico sulla pagina docente con specifica indicazione Medioevo antinomico:

1Medioevo antinomico_Fonti_1

1Medioevo antinomico_Le muse dei preraffaelliti

1Medioevo antinomico_Freq.Bruzelius Castelnuovo

Medioevo antinomico_Freq.Delogu1  

1Medioevo antinomico_Freq.Delogu2

 

Studenti frequentanti, 12 cfu 

 

-       P. Delogu, Introduzione alla storia medioevale, Bologna Il Mulino 1994, pp. 7-48

-       E. Castelnuovo, Il fantasma della cattedrale, in Il medioevo al passato e al presente, (Arti e storia nel Medioevo, a cura di E. Castelnuovo e G. Sergi , 4), pp. 3-29

-       C. Bruzelius, Il gotico nell'architettura universitaria, in Il medioevo al passato e al presente, (Arti e storia nel Medioevo, a cura di E. Castelnuovo e G. Sergi , 4), pp.pp. 483-491

-       Fonti e pdf caricati sulla pagina docente

-       U. Longo, Religione e territorio. Lo spazio e il sacro tra rappresentazioni e pratiche sociali, in Il Paesaggio agrario italiano Medievale. Storia e didattica, Summer School Emilio Sereni, II Edizione 24-29 agosto 2010 a cura di Gabriella Bonini, Antonio Brusa, Rina Cervi, Emanuela Garimberti, Reggio Emilia 2011, pp. 47-64

-       U. Longo, Dimensione locale e aspirazioni universali a Roma nel XII secolo. San Giovanni in Laterano come santuario e l’eredità dell’Antica Alleanza, in D. Rigaux-D. Russo-C. Vincent cur., Expériences religieuses et chemins de perfection dans l'Occident médiéval, études offertes à André Vauchez par ses élèves, pp. 121-138, PARIS AIBL-De Boccard, 2012

-       U. Longo, I Canossa e le fondazioni monastiche, in Matilde e il tesoro dei Canossa, tra castelli e città, Catalogo della mostra di Reggio Emilia (agosto 2008-gennaio 2009), Reggio Emilia, Silvana Editore, 2008, pp. 117-139

-  Fonti e pdf caricati nella sezione materiale didattico sulla pagina docente con specifica indicazione Medioevo antinomico:

1Medioevo antinomico_Fonti_1

1Medioevo antinomico_Le muse dei preraffaelliti

1Medioevo antinomico_Fonti_2

 

Studenti non frequentanti, 12 cfu

 

-       P. Delogu, Introduzione alla storia medioevale, Bologna Il Mulino 1994, pp. 7-64

-       G. Sergi, L’idea di medioevo. Fra storia e senso comune, Roma Donzelli 1998

-       T. di Carpegna, Medioevo militante, Torino Einaudi 2011

-       R. Bordone, Il medioevo nell'immaginario dell'Ottocento italiano, in Studi medievali e immagine del medioevo fra Ottocento e Novecento, ?(= Bullettino dell'Istituto storico italiano per il Medioevo, 100 (1997), pp. 109-149 

-       L. Canetti, I discorsi e le pratiche del sacro, in Storia d’Europa e del Mediterraneo, dir. A. Barbero, sez. IV. Il Medioevo (secoli V-XV), a cura di S. Carocci, vol. 9 («Strutture, preminenze, lessici comuni»), Roma, Salerno editrice, 2007, pp. 535-580

-       P. Brown, Il culto dei santi. L’origine e la diffusione di una nuova spiritualità, Torino 1983

-       Dal volume: Spazio e mobilità nella "Societas Christiana" (secoli X-XIII). Atti del Convegno internazionale. Atti del Convegno Internazionale, Brescia, 17-19 settembre 2015, a cura di Giancarlo Andenna, Nicolangelo D’Acunto, Elisabetta Filippini, Milano 2017:      

o   N. D’Acunto, Spazio e mobilità nella 'Societas Christiana' (secoli X-XIII). Introduzione a un tema storiografico, pp. 3-14

o   G. Melville, Eremiti alla ricerca, pp. 27-40

o   U. Longo, La dimensione spaziale della santità come fattore di istituzionalizzazione, in Spazio e mobilità nella "Societas Christiana" (secoli X-XIII), pp. 65-90

Italiano

Umberto Longo Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo Università di Roma La Sapienza qualifica: professore associato indirizzo istituzionale: P.le A. Moro, 5 Roma domicilio privato: via Gran Sasso, 79 00141 Roma Telefono istituzionale diretto: 06 49913836 Posta elettronica: umberto.longo@uniroma1.it
Professore ordinario di storia medievale presso Sapienza-Università di Roma.
Ha insegnato in precedenza Storia medievale e Storia della Chiesa medievale presso l’Università degli studi di Pisa. Nel 2013 e nel 2018 ha conseguito l’abilitazione di I fascia per il settore disciplinare di Storia medievale M-STO/01. Nel 2012 l'abilitazione di II fascia per il settore di Storia del cristianesimo M-STO/07. I suoi studi vertono sulla storia medievale in una prospettiva diacronica con particolare riferimento al medioevo centrale. Nelle sue ricerche sulla storia delle istituzioni, la storia della religiosità e la storia sociale del medioevo ha rivolto un’attenzione privilegiata alle fonti e alla metodologia offerte dall’agiografia indagata come prodotto culturale complessivo con particolare riferimento alla dimensione narratologica e a quella antropologica. Campi preferenziali di indagine sono la storia delle istituzioni ecclesiastiche e monastiche e la storia della santità, con particolare riguardo alla funzione delle fonti agiografiche nel quadro dei rapporti tra santità, istituzioni e territorio. Studia anche la rappresentazione, ricezione e uso del Medioevo successivo all’epoca medioevale e del campo di studi sul medievalismo come fenomeno culturale collegabile al medioevo in relazione alla società attuale. Si occupa inoltre del rapporto tra ricerca storica e valorizzazione e comunicazione del Patrimonio culturale per la promozione dei territori, e in particolare la Sabina, attraverso le tecnologie digitali e la Terza Missione. In questa prospettiva ha ottenuto nel 2016 il finanziamento dalla Fondation pour le développement des recherches en histoire religieuse du Moyen Âge, abritée par l’Académie des Inscriptions et Belles-Lettres, per la ricerca: «Esperienze religiose, luoghi sacri, culti e devozioni in Sabina e nel Reatino». La ricerca è stata finalizzata alla conoscenza della storia religiosa del territorio reatino e sabino dal tardoantico all’età moderna e alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e demoantropologico con particolare riferimento alla storia della santità, del culto dei santi, dei luoghi sacri e delle espressioni della devozione. Nell’ambito della ricerca si è inquadrata la costituzione ed elaborazione dell’Atlante storico dei culti del Reatino e della Sabina (ASCRES). Un atlante storico-religioso digitale in grado di mostrare le interazioni fra geografia fisica, insediamenti umani, individuali e collettivi, circoscrizioni ecclesiastiche e politico-amministrative, attraverso le varie epoche in una prospettiva diacronica e di sintesi: http://ascres.uniroma1.it/index.php Nell’ottica della valorizzazione e comunicazione del Patrimonio culturale e storico ha ideato e dirige dal 2011 il Master in “Digital Heritage. Cultural communication through digital technologies”, giunto alla VI edizione, che si propone come un punto di incontro tra saperi umanistici e tecnologie digitali, per la formazione di operatori del settore che sappiano comunicare e valorizzare il Patrimonio con una prospettiva innovativa. Nell’ottobre del 2015 un prototipo legato al progetto per la realizzazione dell’Atlante storico digitale dei culti del reatino e della Sabina (ASCRES) è stato selezionato per l’edizione 2015 di “Maker Faire. The european edition. L’esposizione internazionale sul mondo dell’innovazione”. Ha pubblicato circa 150 titoli tra volumi, saggi, articoli, voci, ecc. Ha organizzato e/o partecipato come relatore a numerosi Convegni nazionali e internazionali e ha partecipato e/o coordinato una serie di progetti di ricerca promossi da istituzioni universitarie italiane e estere.
Tra le sue pubblicazioni: Constructio monasteri farfensis, a cura di Umberto Longo, Roma, Istituto storico italiano per il Medioevo 2017 (Fonti e Studi farfensi, Fonti ,1); Come angeli in terra. Pier Damiani, la santità e la riforma del secolo XI, Roma Viella 2012 (Sacro/santo, 19); La santità medievale, Roma Jouvence 2006 (con un saggio introduttivo di G. Barone); Framing Clement III. (anti)pope, edd. U. Longo, L. Yawn, in Reti medievali –13, 1 (2012) http://rivista.retimedievali.it; La dimensione spaziale della santità come fattore di istituzionalizzazione, in Spazio e mobilità nella "Societas Christiana" (secoli X-XIII). Atti del Convegno Internazionale, Brescia, 17-19 settembre 2015, a cura di G. Andenna et al., (Settimane internazionali della Mendola. Nuova Serie, 5), pp. 65-90; Una risorsa in più: miracoli e nutrimento nell’agiografia, in L’alimentazione nell’alto medioevo: pratiche, simboli, ideologie, Spoleto CISAM 2016, (Settimane di studio della fondazione centro italiano di studi sull’alto medioevo, LXIII), pp. 355-41.
Incarichi scientifici 2017- pres. Membro aggregato del Consiglio direttivo dell’Istituto storico italiano per il medioevo 2020- Membro del comitato scientifico di: MEDIEVALISMO Centro Studi Ricerche presso l’Istituto storico italiano per il medioevo 2017-2020 Vicepresidente dell’AISSCA (Associazione italiana per lo studio della santità, dei culti e dell’agiografia), membro eletto del Consiglio direttivo 2018-pres. Vicepresidente dell’AIRS (Associazione internazionale per le ricerche sui santuari) 2013-2016 Vicepresidente dell’AISSCA (Associazione italiana per lo studio della santità, dei culti e dell’agiografia), membro eletto del Consiglio direttivo 2009- pres. Tesoriere della SISMED (Società italiana degli storici medievisti) Socio effettivo della Società Romana di Storia Patria Socio aggregato della Deputazione di storia patria per l’Umbria 2017- Membro della giunta direttiva del Circolo Medievistico Romano. 
Incarichi accademici 2020- Vicedirettore con delega alla ricerca Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo 2011- pres.: Direttore del Master di I livello in Digital Heritage. Cultural communication through digital technologies (4 edizioni svolte) 2019 Vice-Direttore Centro di ricerca Digilab 2009- pres.: Coordinatore del Percorso di eccellenza in Scienze storiche dei corsi di laurea in Storia, antropologia, religioni (LT); Scienze storiche. Medioevo età moderna, età contemporanea (LM) (8 edizioni svolte) 2018- Membro eletto Giunta di Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo 2016-2018 Vice-direttore Dipartimento di Storia, culture, religioni Sapienza-Università di Roma 2016 Membro eletto della giunta di Facoltà di Lettere e Filosofia 2011-2018.: Membro Comitato direttivo del Centro di ricerca e servizi DIGILAB, Sapienza 2011-2016.: Membro coordinamento Area Education Centro di ricerca e servizi Digilab 2010-2012: Membro eletto giunta del Dipartimento di Storia, culture, religioni 2013-2015: Membro eletto giunta del Dipartimento di Storia, culture, religioni 2010-2013.: Membro Commissione internazionalizzazione Dipartimento di Storia, culture, religioni 2014-pres.: Membro del collegio dei Docenti del Dottorato Storia, Antropologia, Religioni, del Dipartimento di Storia, culture, religioni Sapienza-Università di Roma 2012-2013 Membro del Collegio di Dottorato di Ricerca in Storia e Orientalistica, Università di Pisa 2009-2011 Membro del Collegio della Scuola di Dottorato in Storia, Orientalistica e Storia delle Arti, Università di Pisa 2009-2010 Membro del collegio di Dottorato in Storia dell’Università di Bologna 2006-2008 Membro del collegio dei Docenti del Dottorato in Storia Università di Pisa
Comitati scientifici editoriali 2016-pres. Membro del comitato scientifico Collana scientifica Fonti e Studi farfensi, promossa dall’Istituto storico italiano per il medioevo e l’abbazia benedettina di Farfa 2012-2017 Membro del Comitato scientifico del Bullettino dell’Istituto storico italiano per il medioevo (rivista classificata fascia A) 2011-pres. Membro della redazione di Reti Medievali, iniziative on-line per gli studi medievistici che comprende una rivista - classificata di fascia A -, una collana di monografie pubblicate on line, una biblioteca, con deposito open source di monografie, saggi ecc., più altre rubriche di largo uso fra docenti e studiosi, quali materiali didattici, calendari di convegni ecc 2011-pres. Membro della redazione del Dizionario biografico degli italiani dell’Istituto della Enciclopedia italiana Treccani 2015-pres. Miembro del Comité Académico y Evaluador de la revista “Memoria Europae” editada por la Universidad Nacional de San Juan (Rep. Argentina) en el marco del CONICET 2015- Membro del Comitato direttivo della Collana “Sanctorum. Scritture, pratiche, immagini”, Viella Roma 2018- pres. Membro del comitato scientifico collana Dialoghi sul medioevo, All’insegna del giglio 2017- pres. Membro del comitato scientifico collana Chiaroscuro. Ricerche di storia e storia dell’arte


Inglese

Umberto Longo is full professor of Medieval History at Sapienza-University of Rome. From 2020 Vice-director of Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo. From 2018 vice-director of Digilab Centro di ricerche Sapienza-Università di Roma. From 2009 he coordinates the Percorso di eccellenza in Scienze storiche (CdL Scienze storiche, Fac. Lettere e Filosofia). From 2011 he is director of the Master in Digital Heritage. Cultural communication through digital technologies. He is member of the PhD in History, Anthropology, Religions, at Sapienza University of Rome (2006-2011: Doctorate School of University of Bologna and University of Pisa). He is member of the SISMED (The Italian Society of Medieval Historians), from which he has also been entrusted with the duty of Treasurer. 2016-2020 vice-president of the AISSCA (Associazione italiana per lo studio della santità, dei culti e dell’agiografia) and from 2018- vice-president of the AIRS (Associazione, internazionale di ricerche sui santuari); member of the Società Romana di Storia Patria. He is member of the editorial staff of Reti Medievali, iniziative on-line per gli studi medievistici and of the Dizionario biografico degli italiani dell’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani. 
He is aggregate member of Consiglio direttivo dell'Istituto storico italiano per il Medioevo (ISIME)
From 2016 he is Responsible for the monastery of S. Maria di Farfa in the project ͞The cultural landscape of medieval benedictine settlemenst in Italy. Proposal for inclusion in the World Heritage List – UNESCO.͟ The other monastic settlements involved in the project are San Pietro al Monte a Civate, Sacra di San Michele, Montecassino, Subiaco, Farfa, San Vincenzo al Volturno, Sant͛’Angelo in Formis.
From 2001 to 2006 he taught History of Medieval Historiography and Medieval History as a contract teacher at the Faculty of Arts and Philosophy of the University “La Sapienza” of Rome, and from 2002 to 2006 he taught Palaeography at the Faculty of Arts of the University of Sassari. He held seminars for the Medieval History Doctorate at the University of Bologna; seminars in History of Churches at the University “Tor Vergata” of Rome, in Institutions, Societies and Religions from the Late-antiquity to the End of the Middle-Ages at the “Scuola Superiore di Studi Storici” in Turin and at the University of Sassari.
He attended many national and international conferences as a speaker, and took actively part in research projects on Religious History and its diachronic evolution, promoted by Italian and foreign universities.
His studies mainly concern Religious History and Hagiography, under a diachronic perspective and with a peculiar reference to the Middle Ages. More in detail his studies deal with the history of ecclesiastical and monastic institutions and the history of holiness, with a specific interest in the function of hagiographic sources in the framework of the relationships between holiness, institutions and policy. Some of his present researches concern the connections among culture, memory and territory in monastic institutions; the issue of the identity of the texts about holiness and the source production and transmission processes for religious history in the Christian Middle Ages.
His book La Santità Medievale, is a critical study about medieval holiness and the history of the studies on hagiography, and it includes an annotated bibliography of the works on holiness and hagiography. His book: Come angeli in terra. Pier Damiani, la santità e la riforma del secolo XI, Roma Viella 2012 (Sacro/santo, 19),  about Pier Damiani, his  hagiographic production and the relation between writing and holiness. He published about 150 titles: essays, articles, entries, etc. Constructio monasteri farfensis, a cura di Umberto Longo, Roma, Istituto storico italiano per il Medioevo 2017 (Fonti e Studi farfensi, Fonti ,1).


Sono presenti 11 pubblicazioni. Visualizza

Sono presenti 47 dispense. Visualizza

4 maggio: l'appello si tiene alle ore 9.15 secondo le modalità telematiche previste dalla Facoltà. L'appello è riservato a studenti laureandi, lavoratori, fuori corso. https://www.uniroma1.it/it/notizia/lezioni-esami-e-lauree-distanza. Dopo l'appello sarà stilato un calendario.
appelli sessione invernale:
13 gennaio 2021 
27 gennaio 2021
10 febbraio 2021
 
appelli sessione estiva: 15 giugno, 1° luglio, 15 luglio 2020
appelli settembre: 09 settembre, 21 settembre
appello straordinario 10 novembre
Appelli straordinari (a.a. 2019-2020) (riservati agli studenti fuori corso, ripetenti, lavoratori e genitori, estesi rispettivamente ai laureandi della I sessione di laurea 2019-2020, II sessione di laurea 2019-2010, I sessione di laurea 2019-20, e anche agli studenti disabili o con disturbi specifici di apprendimento)
lunedì 4 maggio 2020, ore 9.00
mercoledì 11 novembre 2020, ore 9.00
 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma